Sirio Perugia: appello drammatico

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 22, 2009 11:31
Iacone Carlo

Iacone Carlo

Conto alla rovescia dai connotati angosciosi per la Sirio Pallavolo che, dopo il favoloso lustro 2003-2008 che ha portato in bacheca grandi successi, adesso si trova con le spalle al muro. Trovare entro martedì 30 giugno dei partner che diano solidità al club perugino è l’imperativo della dirigenza che ha deciso di lanciare un appello senza precedenti. E’ toccato ad Alfonso Orabona, figura storica della società sportiva nata nel 1970, ad incaricarsene: «Chiedo alle forze politiche ed economiche della città che non si lasci scomparire la Sirio, la squadra più titolata dell’Umbria. Spero in una soluzione in extremis per quello che è un patrimonio della città di Perugia. Purtroppo si è perso del tempo prezioso e solo dalla pochi giorni mi sono potuto muovere attivamente. Allo stato attuale ho reperito il 45 per cento del capitale (Iacone si è infatti impegnato per il 20% e un gruppo di imprenditori per il 25%), mentre per la restante parte sono in trattativa; manca solo una settimana alla scadenza dell’iscrizione alla serie A1 e se non si trova una soluzione subito sarà troppo tardi». La situazione è critica ma la sensazione è che alla fine possa essere risolta. Sul versante maschile, intanto, a Città di Castello si lavora per costruire una squadra nuova. Il primo colpo di mercato della Gherardi Cartoedit Tratos è il regista argentino Santiago Orduna che molto bene a fatto a Catania nello scorso campionato di A2, nonostante l’amarezza della retrocessione. Il sestetto biancorosso si separa così da Alessandro Spanakis dopo due stagioni indimenticabili che hanno riportato la pallavolo italiana. Sul versante di vice regista, dopo che Gustinelli è passato nei quadri manageriali, l’attenzione potrebbe essere rivolta a Simone Marini che ha vinto il campionato di serie C con Il Nastro Selci.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 22, 2009 11:31