Bastia: parola a Ciappi

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 1, 2009 22:52

Ciappi (attacco)Agosto e metà settembre sono il periodo dell’anno dedicato alla preparazione al campionato e così è anche per la nuova Sir Safety Bastia. Allenamenti, sedute di pesi, amichevoli ed acido lattico sono i compagni di viaggio dei giocatori in questa fase della stagione. E’ il momento delle famose “bocce ferme”, quello in cui ogni ed obiettivi vanno spesso di pari passo, quello nel quale tutte la squadre partono per vincere e per ben figurare, quello delle promesse da fare ai tifosi. Ed infine è anche quello nel quale si fa la conoscenza con i nuovi arrivati. Uno dei più attesi al PalaGiontella quest’anno è sicuramente Alessandro Ciappi, toscano di 27 anni proveniente dai Lupi Santa Croce. Alessandro è il tipico toscano estroverso e simpatico, autentico “braccio armato” quando indossa maglietta e pantaloncini e scende sul parquet. Alessandro, prima di tutto benvenuto alla Sir. Una scelta, quella estiva, dettata da cosa? “Dettata dalle ambizioni di vittoria della società e dalla fama che questa piazza si è fatta negli anni a livello nazionale. Poi sinceramente nella scelta sono stato agevolato dal fatto di ritrovare alcuni miei ex compagni come Sabatini, Taba e Francesconi. Tutti mi hanno parlato alla grande della Sir e di Bastia e questo ha certamente influito nella decisione di allontanarmi da casa”. Come procede questa prima fase di preparazione? “Stiamo lavorando bene. Cerchiamo la miglior forma fisica per poter affrontare al meglio un campionato lungo come la B1. Il tasso tecnico migliora di allenamento in allenamento e questo è senza dubbio positivo. Il primo impatto con il tecnico Rovinelli è stato molto buono. Lui è uno che lavora molto e che indubbiamente conosce la pallavolo nei minimi dettagli”. A Bastia si è sparsa la voce delle tue qualità offensive. E’ vero che schiacci così forte? “Si, si schiaccio davvero forte! Battute a parte, sicuramente l’attacco è il fondamentale che prediligo, e dove esprimo le mie migliori qualità. Direi che in squadra siamo in diversi ad avere buone propensioni per l’attacco. Io cercherò certamente di dare sempre il miglior contributo possibile per far vincere la Sir e “distruggere” le difese avversarie”. Tornando alle cose serie, la società sogna da alcuni anni il grande salto in serie A2. Credi che quest’anno ci siano i giusti presupposti? “Ritengo che i presupposti ci siano. E’ chiaro che per vincere un campionato servono tantissime componenti tipo la fortuna, il gruppo e via dicendo. Però dobbiamo essere anche consapevoli delle nostre potenzialità che, a quanto vedo da questi primi giorni di precampionato, sono davvero elevate. Per il resto sono un tipo piuttosto scaramantico e sinceramente, se non mi avessi costretto, non avrei risposto  a questa domanda!”. “Dulcis in fundo” una domanda personale. Tra qualche mese dovrai anche destreggiarti tra pappette e pannolini… “Si, mia moglie Letizia aspetta un bimbo che si chiamerà probabilmente Tommaso. Siamo arrivati al quinto mese di gravidanza e dunque nascerà, spero, per la pausa di Natale. Che dire… non vedo chiaramente l’ora di festeggiare tutte le vittorie della Sir assieme a mio figlio!”.
(fonte Sir Volley Bastia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 1, 2009 22:52