Città di Castello parte a razzo ma poi si spegne

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 15, 2009 20:16

Città di Castello parte a razzo ma poi si spegne

Rosalba-Braga (muro)

Rosalba-Braga (muro)

L’ottava giornata della serie A2 maschile è negativa per la Gherardi Cartoedit Tratos Svi. Non riescono a sfatare il tabù i tifernati che contro la temibile Bcc Nep Castellana Grotte avevano persoi precedenti due incontri disputati. La compagine del presidente Arveno Joan prova ad invertire il pronostico, ma non tiene il passo dello straordinario team pugliese dotato di una batteria di fuoco non indifferente. Spunti positivi si sono visti a muro con Orduna (2 punti decisivi nel primo set), mentre in battuta si è visto Braga (3 ace). Buona prova per Simone Rosalba, una prestazione in crescendo quella del capitano biancorosso che in attacco ha fatto tutto il possibile. Anche la sua ricezione è stata all’altezza (87% di positività complessiva). Ha pagato qualcosa Braga che si è fermato al 38% in attacco, marcato stretto dal muro pugliese. Il primo parziale, sempre combattuto spalla a spalla, si è messo bene sul 24-22, ma il finale era tutt’altro che scritto. Le scelte insistenti del regista Orduna su Di Manno finiscono per essere intercettate dal muro ospite che ne mette a segno due ed effettua il sorpasso. Città di Castello non si perde d’animo, Radici getta nella mischia Filippo Foni che con un paio di battute velenose mette in difficoltà i pugliesi. Il regista argentino si fa perdonare poco dopo piazzando il muro del controsorpasso, poi Rosalba chiude una palla vagante che vale il vantaggio. Il secondo parziale rimane in piedi sino al 9-10, prima che il brasiliano Guerra ed il ceko Popelka portino coltellate micidiali (14-19). Il muro dei padroni di casa non riesce ad opporsi in nessuna misura mentre quello castellanese infligge ulteriori tremende punizioni. Non bisogna attendere molto per il pareggio che è siglato da Guerra. La batosta ha ripercussioni immediate nel terzo frangente di gioco che vede Città di Castello partire male (5-9). I ragazzi di Radici non si perdono d’animo ma invertire la tendenza è dura, l’attacco di Stoyanov continua ad essere stregato (un solo punto in due set) e viene rilevato sul 6-12 da Lipparini. La Gherardi Cartoedit Tratos Svi soffre oltremodo per mettere a terra la palla mentre a Gallotta e Popelka riesce con estrema naturalezza (11-19). In breve è i locali affondano commettendo anche errori grossolani. Nella quarta frazione di gioco nulla cambia. Torna in campo un rigenerato Stoyanov ma i bombardieri ospiti sono inarrestabili (15-20). Ci prova sino all’ultimo Di Manno non riuscendo però a concretizzare il proposito perché la Bcc Nep a trazione Guerra non concede più nulla. Peccato davvero perché Città di Castello aveva dato l’impressione che poteva essere maggiormente competitiva, se solo avesse saputo sfruttare le pause, per la verità poche, della sua antagonista. Alla squadra del tecnico Radici è mancato un pizzico di atteggiamento mentale  positivo.
GHERARDI CARTOEDIT TRATOS SVI CITTA’ DI CASTELLO –
BCC NEP CASTELLANA GROTTE = 1-3
(29-27, 19-25, 14-25, 21-25)CITTA’ DI CASTELLO: Di Manno 12, Rosalba 15, Stoyanov 6, Bortolozzo 9, Braga 11, Orduna 3, Romiti (L1), Lipparini 1, Ceccarelli, Marini, Foni.
N.E. – Paci, Bartolini (L2).
Allenatori Andrea Radici e Massimo Calogeri.
CASTELLANA GROTTE: Guerra 25, Popelka 21, Alves Rodrigo 15, Gallotta 9, Giosa 4, Mattera 2, Vicini (L1),  Castellano.
N.E. – Cebron, De Palma, Matheus, Pagano, Guglielmi (L2).
Allenatori Radames Lattari e Raffaele Epifani.
NOTE – Spettatori 1000.
Durata dei set: 32’, 28’, 23’, 28’.
Arbitri – Mauro Goitre (TO) e Maurizio Cardaci (TO).
GCTS (b.s. 12, v. 4, muri 5, errori 14).
BCC NEP (b.s. 18, v. 3, muri 11, errori 8).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 15, 2009 20:16
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<