La Despar Perugia sbatte contro lo scoglio Foppapedretti

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 1, 2009 21:23
Bergamo-Perugia

Bergamo-Perugia

La Despar Perugia non riesce a espugnare la tana della Foppapedretti Bergamo e di fronte ad un Pala Norda gremito per la sfida spettacolo, anche se il punteggio non rende giustizia delle belle giocate mostrate a tratti dalle ospiti, con il calo biancorosso in agguato ad ogni finale di set a sancire un 3-0 all’apparenza senza storia. Nel terzo parziale si arriva ai vantaggi, ma sono ancora le avversarie ad aggiudicarsi il massimo della posta in palio, con la Foppapedretti inesorabile e le perugine non abbastanza lucide da approfittare delle bevissime fasi di incertezza mostrate dalle padrone di casa, che schierano in campo ben sei campionesse d’Europa più la centrale Furst, semifinalista in Polonia coi colori della Germania. Leggeri e Pincerato sono in campo nonostante qualche linea di febbre nella mattinata, ma ciò non impedisce alla centrale perugina di essere tra le migliori in campo assieme alla compagna Dushkyevich. Ora le tre settimane di stop del Campionato per gli impegni delle azzurre in Giappone, e la Despar dovrà lavorare sodo per recuperare il terreno perduto, e proprio dal punto di vista della tenuta fisica, profumo di nazionale anche tra le fila perugine con il ritorno di Bramard, stretto collaboratore di Barbolini, ad occuparsi della preparazione atletica delle grifette della Despar. Ecco le dichiarazioni del direttore sportivo Giovanni Simoncini a fine partita: “Purtroppo si sono ripetute alcune situazioni negative delle partite precedenti e alcuni errori di troppo nelle fasi finali del terzo set, specie in battuta, ci hanno impedito di allungare il match. Bisogna comunque riconoscere che nel primo e nel secondo set la squadra non è stata mai in grado di mettere seriamente in difficoltà Bergamo. Ci sarà da lavorare ancora tanto e speriamo che la sosta sia proficua per ritrovare una condizione fisica adeguata e la convinzione per provare a competere a livelli medio alti”. Ed ecco le parole della supermamma di ferro Toni Zetova, fra le migliori in campo anche stasera nonostante il terzo impegno in 8 giorni, a dispetto dell’età e di chi avanzava dubbi sulla sua tenuta fisica a inizio stagione: “Si è visto purtroppo che la nostra squadra ha ancora pochissime certezze. L’inizio del campionato non è stato dei più favorevoli, è vero, ma si è visto chiaramente che dobbiamo crescere a livello psicologico e dovremo approfittare di questa pausa per prepararci al meglio alle prossime sfide che sono senz’altro alla nostra portata”. La Despar non riesce quindi a smuovere la classifica, e si ritrova ferma al quartultimo pusto a pari punti con Pavia. Il prossimo appuntamento è fra tre settimane per l’inizio di una serie di sfide sulla carta non proibitive, Conegliano al Pala Evangelisti il 22 novembre e poi ancora in casa contro la Yamamay Busto Arsizio il 29, subito dopo la trasferta infrasettimanele a Castellana Grotte del 25 novembre. Quanto agli appuntamenti in tv, la partita infrasettimanale della terza giornata di campionato Scavolini Pesaro – Despar Perugia andrà in onda in differita martedì sera su Umbria Tv alle 23,15 mentre il match di questa quarta giornata contro Bergamo sarà trasmesso giovedì ore 21 (questa volta sul satellite in chiaro), dal canale 841 del bouquet di Sky. La cronaca: Sono Leggeri e Dushkyevich dal centro ad assicurare i cambio palla biancorossi in questa prima fase, mentre una Foppapedretti concentratissima approfitta di ogni incertezza avversaria per portarsi avanti di due break: 6-4. Ma poi entrano in partita anche Zetova e Quaranta ed è subito riaggancio sul 6 pari. Dopodichè due lievi incertezze delle perugine a rete consentono alle rossoblù di andare al primo time out tecnico in vantaggio 8-6. La Despar riaccorcia le distanze ma dopo una nuova accelerata delle padrone di casa Sbano chiama tempo sull’11-8. Continua il tira e molla che però vede Bergamo prendere il largo grazie all’efficacia del muro: 16-12 al secondo time out obbligatorio. Al rientro la squadra di casa si disunisce un po’ ma è solo un attimo prima di riprendere a macinare punti con Del Core e la ragazzina terribile Bosetti; ultimo time out per Sbano sul 18-14. Perugia soffre le palle piazzate, e nonostante una Zetova maestosa e una Quaranta a tratti brillanti, si trova ancora a inseguire sul 20-18 e primo time out per Micelli. Al rientro Bosetti firma il 23-18 e Ortolani fa subito suo il 24esimo punto ed è 25-19 in 23 minuti con Lo Bianco. Dopo il cambio di campo Despar per la prima volta avanti sul 3-2. Il punto a punto prosegue fino a quando le biancorosse non pasticciano un po’ sottorete consentendo a Bergamo di andare al primo time out tecnico avanti di tre lunghezze: 8-5. Perugia fatica a passare e Sbano richiama subito le ragazze in panchina sul 9-5. Al rientro Quaranta fa suo il sesto punto murando Ortolani, ma Lo Bianco smista alla perfezione palle vincenti per la sua rosa d’attacco, e con il cambio palla biancorosso che si fa farraginoso è ben presto 13-8. Lunghissimo scambio in cui le difese di ambo le parte fanno miracoli, ma poi è Ortolani a segnare il 15-10. Nuovo scambio spettacolare, questa volta è Lehtonen a segnare meritandosi gli applausi scroscianti del Pala Norda. Il secondo time out vede ancora le rossoblù in posizione di sicurezza: 16-11. Sul 17-12 in campo Vasileva per Quaranta. Lehtonen supera il muro avversario e riavvicina le compagne sul 19-16: Micelli chiama tempo. Calo di lucidità tra le fila perugine e Sbano chiama i suoi 30 secondi sul 21-16, ma la Foppapedrettu conserva le sue cinque lunghezze di vantaggio sino alla fine: 25-20 in 26 minuti. Il terzo set si apre all’insegna delle centrali, con uno scambio concitato che è Furst a chiudere a suo vantaggio e con Despar avanti 1-3 grazie all’ace di Dushkyevich e al muro di Leggeri, che fa suo anche il 3-5. Le biancorosse si distraggono ed è 5 pari, perdono la misura e si ritrovano di nuovo indietro: 6-5. Poi Leggeri conserva la battuta recuperando un break. Primo time out tecnico sull’ 8-7 con le attaccanti biancorosse che faticano a passare. Vasileva in campo per Lehtonen sul 9-7. La squadra di casa rischia di riprendere il largo sul 10-8 ma la Despar è attenta e riaggancia sul 10 pari e supera sul 10-11 e tempo per Micelli. Al rientro passaggio a vuoto tra le ospiti e Foppapedretti di nuovo avanti: 13-11 e pausa chiesta da Sbano, che chiama di nuovo tempo sul 15-11. E con il secondo time out tecnico sul 16-13 la fine del match sembra avvicinarsi. La Despar recupera due break sul 17-16 e rimane attaccata alla partita, ma Bergamo cambia marcia ed è 21-18. Dushkyevich blocca l’avanzata rossoblù a muro e subito dopo Quaranta firma il 21-20. Nuovo muro di Dushkyevich che riaggancia sul 21 pari e convince Micelli a chiamare i suoi 30 secondi. Il ritmo sale e rientra Lehtonen sul 22-21. Zetova firma il 22esimo punto e Ortolani risponde col 23esimo. Errore in battuta per la Foppapedretti e sul 23 pari si prospetta un finale in volata, ma le biancorosse restituiscono il favore sbagliando al servizio. La squadra di casa cresce a muro e chiude set e partita 27-25 in  29 minuti.
FOPPAPEDRETTI BERGAMO – DESPAR PERUGIA = 3-0
(25-19, 25-20, 27-25)
BERGAMO: Ortolani 14, Del Core 14, Fürst 12, Bosetti 9, Arrighetti 6, Lo Bianco 1, Merlo (L1). N.E. – Piccinini, Fanzini, Gujska, Zambelli, Carrara (L2).
Allenatori Lorenzo Micelli e Matteo Bertini.
PERUGIA: Leggeri 11, Zetova 11, Lehtonen 7, Dushkyevich 6, Quaranta 5, Pincerato 3, Arcangeli (L1), Vasileva 2, Weiss. N.E. – Agostinetto, Casillo, Klug, Medaglioni (L2).
Allenatori Emanuele Sbano e Francesco Tardioli.
NOTE – Spettatori 2100.
Durata dei set: 24’, 27’, 30’.
Arbitri: Umberto Zanussi (TV) e Maurizio Giani (PC).
FOPPA (b.s. 7, v. 3, ricezione perfetta 54%, ricezione positiva 63%, attacco 36%, muri 9, errori 12).DESPAR (b.s. 7, v. 2, ricezione perfetta 40%, ricezione positiva 60%, attacco: 29%, muri 9, errori 14).
 (fonte Sirio Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 1, 2009 21:23
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<