Vittoria piena per la Despar Perugia contro Conegliano

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 22, 2009 21:18
Vasileva Elitsa attacca contro il muro di Conegliano

Vasileva Elitsa attacca contro il muro di Conegliano

Partita dai due volti: con la Despar che brucia Conegliano nel primo set, complice una Vasileva incontenibile all’esordio da titolare, per poi farsi incredibilmente recuperare nel secondo: 1-1 e tutto da rifare. A quel punto le perugine però si rimettono al lavoro, e contro una Zoppas che ha ripreso fiducia, riescono a recuperare lucidità fino a ritrovare tutte le proprie sicurezze e a impossessarsi nuovamente del pallino del match andando a vincere al quarto set. Ecco così guadagnati i 3 punti di un incontro che andava assolutamente vinto; ed ecco soprattutto l’inizio della risalita in classifica, con il settimo posto a 6 punti in coabitazione con Urbino e Pavia, a un soffio da Busto Arsizio (7 pt.) e Novara (8 pt.). Ecco le dichiarazioni di fine partita dell’allenatore Emanuele Sbano è soddisfatto: “Questa sera ci potevamo accontentare di un solo risultato, la vittoria da 3 punti, e al di là di questo devo dire che sono molto contento perchè sull’1-1 siamo riusciti a fare fronte a una situazione veramente difficile: all’inizio del terzo set siamo stati veramente sotto pressione ma siamo stati bravi a venirne fuori. Abbiamo dimostrato di non valere la classifica che ci ritrovavamo e sono molto soddisfatto anche dell’ottimo impatto della Vasileva nel primo set: siamo sulla buona strada”. La schiacciatrice Elitsa Vasileva ha detto: “Mi sentivo molto bene e spero di riuscire a sentirmi così anche nelle prossime partite…forse nel primo set abbiamo vinto un po’ troppo facile e abbiamo perso concentrazione, ma poi siamo state proprio brave a riprenderci”. In campo la giovanissima Vasileva sin dall’inizio (al posto di Lehtonen), ed è suo il primo punto, come poco dopo un muro che consente il break di Zetova per il 3-0. Poco dopo è già tempo di time out per la Zoppas quando siamo sul 4-0. Ma al rientro è di nuovo della giovane bulgara il colpo del 5-0. Conegliano sembra impotente e coach Martinez chiama il suo ultimo tempo sul 7-0. Ma il time out tecnico vede ancora le ospiti a secco: 8-0. La Do Carmo Braga rompe la magia segnando il 10-1, ma è solo con la Sangiuliano in battuta e Brakocevic da posto due che Conegliano entra in partita: 15-4. Secondo time out tecnico sul 16-5: la Despar ha ancora un vantaggio più che rassicurante, che riesce a mantenere e allargare inesorabilmente, grazie anche alla scarsa lucidità delle venete, fino alla fine: 25-10 in 20 minuti. Il secondo set è più equilibrato, con le ospiti che sembrano finalmente essere riuscite a prendere le misure al Pala Evangelisti; ma la Despar è sempre avanti, a anche se non scava il baratro dietro di sè sembra avere costantemente il match sotto controllo: 10-7. Giunti al secondo time out tecnico sono arrivate a 6 le lunghezze di vantaggio: 16-10. Poi un po’ di confusione in campo perugino, con le biancorosse che regalano alle avversarie 3 errori consecutivi, e Sbano che chiama i suoi 30 secondi per la prima volta nel match: 16-13. La Sirio però fatica a ritrovare la concentrazione e rischia di farsi riagguantare proprio quando siamo nelle fasi finali del set: entra Weiss in regia ma i break di vantaggio sono ridotti a uno sul 20-19. Sul 23-21 rientra Pincerato; un muro di Brakocevic tiene Conegliano in partita, e con il muro-out delle biancorosse ecco il riaggancio delle ospiti sul 23 pari. Zetova di potenza mette giù il 24esimo punto e coach Martinez chiama tempo. Marcon annulla il primo set point e Brakocevic ne procura uno alle compagne: stavolta è Quaranta ad annullare per il 25 pari. La Zoppas cresce a muro e Perugia non passa più: chiude Pavan 25-27 in 30 minuti. 1-1 e tutto da rifare. Nella terza frazione Conegliano scende in campo galvanizzata dal set appena vinto e Pavan si prende il lusso di segnare l’ace del 2-0. Perugia appare invece ancora frastornata per il set gettato al vento, ma con la classe di Zetova si riporta in parità: 4-4. Con il cambio palla perugino che fatica a riacquistare scioltezza si va al primo time out tecnico con la Zoppas avanti 5-8. Al rientro le perugine hanno ancora troppe difficoltà in fase conclusiva, e Sbano le richiama a raccolta sul 6-10 quando le venete hanno conquistato un ulteriore break. Al rientro le idee in casa Sirio sembrano essersi finalmente schiarite, e Zetova sigla il 9-10 con una diagonale potentissima: 9-10 e tempo per coach Martinez. Quaranta segna il riaggancio di ace e Perugia sembra in grado di riprendere il controllo del match crescendo in difesa, a muro e al centro; grazie ad una veloce di Leggeri ecco il 13-10 e nuovo time out per la Zoppas. Brakocevic risponde a tono e mantiene le compagne in scia: 14-12. Il secondo time out tecnico vede ancora la Despar in vantaggio di 3 lunghezze: 16-13. Quaranta si esalta da posto quattro e scava un solco di 5 punti, con la Vasileva a segnare poi l’ace del 20-14. Nell’azione successiva ingresso di Lehtonen al posto proprio della giovane bulgara. Zetova mette a segno il colpo del 22-18 e Quaranta mura subito dopo per il 23esimo punto: il set sembra a portata di mano, ed è ancora Toni Zetova a procurare alle compagne 6 palle set: 24-18. Il lungolinea di Quaranta schizza via incontrollabile dalle braccia di Do Carmo ed è 25-19 in 26 minuti. Il quarto periodo vede Weiss e Lehtonen in campo sin da subito. La Sirio parte un po’ a rilento e l’inizio del set è un punto a punto in cui le squadre sembrano doversi ancora studiarsi a vicenda. Dushkyevich conquista finalmente un break al termine di uno scambio lunghissimo e sul 7-5 coach Martinez chiama i suoi 30 secondi. Mani-fuori di Quaranta e si torna in panchina per il primo time out tecnico avanti 8-5. La Dushkyevich prende possesso della rete con due punti consecutivi (di veloce e di muro) e convince coach Martinez a chiedere nuovamente tempo sul 10-5. Conegliano sembra sul punto di essere travolto e perde le misure: 12-5 e le ospiti provano Ghisellini in regia al posto di Sangiuliano. Le venete recuperano tre lunghezze e stavolta è Sbano a chiamare tempo. Quaranta è cinica per il 15-9 e con la Zoppas un po’ troppo fallosa ecco il secondo time out tecnico sul 16-9. Al rientro ace di Weiss per il 17esimo punto e poco dopo il 20esimo punto se lo prende Lehtonen in lungolinea di potenza. Il 22esimo è di Leggeri e sembra solo una questione di tempo…è di Dushkyevich il 24-14 e di Zetova il sigillo: 25-15 in 22 minuti.
DESPAR PERUGIA – ZOPPAS INDUSTRIES CONEGLIANO = 3-1
(25-10, 25-27, 25-19, 25-15)
PERUGIA: Zetova 21, Quaranta 14, Dushkyevich 13, Vasileva 13, Leggeri 6, Pincerato 1, Arcangeli (L1), Lehtonen 4, Weiss 3, Klug. N.E. – Agostinetto, Casillo, Medaglioni (L2). Allenatori Emanuele Sbano e Francesco Tardioli.
CONEGLIANO: Wilson 15, Manzano 7, Marcon 12, Brakocevic 8, Sangiuliano 4, Pavan 3, Rossetto (L), Do Carmo 5, Positello, Daminato, Ghisellini. N.E. – Benazzi. Allenatori Mario Regulo Martinez e Fabrizio Della Libera.
NOTE – Spettatori 1200.
Durata dei set: 20’, 30’, 26’, 22’.
Arbitri – Massimiliano Bartoloni (MC) ed Andrea Gentile (LT).
DESPAR (b.s. 1, v. 6, muri 9, errori 16).
ZOPPAS (b.s. 6, v. 3, muri 13, errori 19).
(fonte Sirio Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 22, 2009 21:18