Città di Castello cala il poker contro Gioia del Colle

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 24, 2010 22:02

Città di Castello cala il poker contro Gioia del Colle

Romiti Roberto (palleggio)

intervento difensivo di Roberto Romiti in palleggio

Festeggia ancora la Gherardi Cartoedit Tratos Svi che rimonta la Nava Gioia del Colle e mette a segno la quarta vittoria consecutiva che le consente di raggiungere l’ottavo posto in classifica. Grande cuore, grande volontà e voglia di vincere hanno portato gli uomini di Radici a rimontare un avversario concentrato, grintoso orchestrato da un ottimo De Giorgi. Orduna, però non è stato da meno e si è avvalso dell’ottima giornata di Braga, del solito Di Manno e di importanti frangenti di gara giocati da tutti gli altri, con un Roberto Romiti sopra le righe nel fondamentale di difesa. La partenza vede avanti la Nava per 3-4 con due punti dell’ottimo Rigoni poi è Cetrullo a mettere a segno la palla del 4-6 e quella del 6-8 che manda tutti al primo time out tecnico. I due giocatori ospiti continuano a martellare la difesa biancorossa e in poco tempo la Nava si trova sul 10-13. Il muro di Bortolozzo su Antanovich sembra riaprire i giochi ma Di Manno viene murato da Tomasello e al secondo time out Gioia del Colle è sul 12-16.  I tifernati soffrono un po’ in ricezione e non riescono, nel contempo, a mettere in difficoltà quella ospite: è un gioco da ragazzi per i pugliesi mettere a segno i punti del 14-20 con Cetrullo e Tomassetti. Non c’è nulla da fare per il primo set: la Nava conduce in lungo e largo, dalla zona di battuta Tomasello è implacabile e il 15-25 è servito. Il secondo set inizia con una serie di sorpassi e controsorpassi poi Enzo Di Manno sigla un punto difficilissimo e manda tutti al time out tecnico (8-6).  Cetrullo pareggia a quota 10 e si riparte con il punto a punto con Città di Castello che va sul 16-15 alla seconda interruzione tecnica. Braga fa il break (17-15) poi Di Manno (attacco e ace) e un gran muro di Orduna su Rigoni scavano un bel solco (21-16), a chiudere il set e pareggiare i conti è un errore in battuta di Cetrullo (17-25).  Torna a faticare la Gherardi Cartoedit Tratos Svi in avvio di terzo set (2-5) ma è ancora Orduna a diventare protagonista con due aces  (6-6). Un muro su Di Manno però manda le due squadre sul 6-8 al primo time out tecnico. Sull’8-12 Radici è costretto a richiamare in panchina i suoi perché il gioco biancorosso non fluisce come nel set precedente: niente da fare perché un turno in battuta di Antanovich è devastante (8-14). Braga mette a segno un ace (12-16) e Cannestracci chiama time out sul punteggio di 13-17 dopo un attacco fuori di Cetrullo. Città di Castello cerca di riavvicinarsi (18-20 e  20-21) con Di Manno che poi schiaccia anche il 23-23. Il pallonetto di De Giorgi dà il set point a Gioia del Colle, Cetrullo chiude (23-25). La formazione di Cannestracci continua a giocare bene anche nel quarto set (4-6) ma i tifernati non si perdono d’animo e con un buon break firmato Bortolozzo e Braga vanno avanti di tre lunghezze (11-8). Rigoni conquista il 12-11 e al secondo time out tecnico la Gherardi Cartoedit Tratos Svi è sotto 15-16 per il muro di Tomasello su Bortolozzo. La partita si incandescente, anche sotto rete, ed equilibrata (20-20) poi Stoyanov trova l’ace del 22-21 e Castello conquista la palla set (24-23) in mezzo alle proteste della Nava. Lipparini mette tutti d’accordo con il punto della parità (25-23). Si parte nel tie break con tre battute sbagliate dalla formazione di Radici (3-3) e con altri due errori, frutto di estrema stanchezza, che lanciano i gioiesi (5-7). Il pareggio arriva sull’8-8 grazie ad un errore di De Giorgi, il sorpasso sul 10-9 quando Cetrullo spedisce out l’attacco dalla zona 2. Lipparini mura ancora l’opposto pugliese (11-9) che però dal servizio restituisce la pariglia con due aces (11-12); la guerra tra i due giocatori continua con un altro block di Lipparini, coadiuvato da Bortolozzo, su Cetrullo che manda Città di Castello al match point. Orduna sbaglia la battuta, Di Manno conquista la seconda possibilità di chiudere che la Nava annulla incredibilmente. Una palla di Di Manno contestata dai tifernati è giudicata out da Falzoni e al match point ci va Gioia, questa volta annulla Stoyanov che mura Antanovich e manda la Gherardi al terzo match point che Di Manno (a quota 29 punti) trasforma.
GHERARDI CARTOEDIT TRATOS SVI CITTA’ DI CASTELLO – NAVA GIOIA DEL COLLE = 3-2
(15-25, 25-18, 23-25, 25-23, 18-16)
CITTA’ DI CASTELLO: Di Manno 29, Braga 16, Stoyanov 11, Lipparini 9, Bortolozzo 9, Orduna 5, Romiti (L), Marino, Foni. N.E. – Paci, Marini, Ceccarelli. All. Andrea Radici.
GIOIA DEL COLLE: Cetrullo 24, Antanovich 21, Tomasello 15, Rigoni 12, Tomasetti 9, De Giorgi 2, Viva (L), Del Vecchio, Niero, Panunzio, Hotulevs. N.E. – Gemmi, Pagotto. All. Jorge Cannestracci.
Arbitri: Falzoni (BO) e Piana (MO).
Castello (b.v. 8, b.s. 14, muri 10, errori 9).
Gioia del Colle (b.v. 10, b.s. 15, muri 15, errori 8).
(Pallavolo Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 24, 2010 22:02