Despar Perugia, a Pavia la vittoria arriva al tie-break

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 17, 2010 20:49

Despar Perugia, a Pavia la vittoria arriva al tie-break

Lehtonen Riikka (riceve)

Riikka Lehtonen riceve un servizio

Partita altalenante, match dai mille volti. All’inizio l’ingranaggio della Despar Perugia funziona a meraviglia, e con un’ottima prestazione al centro viene incamerato agevolmente il primo set. Al cambio campo, però, la ricezione perugina si fa faticosa e l’attacco perde incisività: si arriva comunque ai vantaggi, ma la spunta la Riso Scotti Pavia per 29-27; anche il terzo frangente è di marca pavese, con le grifette che perdono completamente il pallino del match senza che neanche l’alternanza Pincerato-Weiss in regia si riveli decisiva; Fernandez e Pachale girano a mille. Nel quarto set, quando tutto ormai sembra perduto, le biancorosse si ritrovano e marciano trionfalmente verso la conquista del match. E se bisogna rimpiangere di aver lasciato un punto sul campo delle lombarde (vista anche l’autorità con cui si è vinto il quinto set, lasciando ad appena due punti le avversarie), è un segnale incoraggiante l’aver conquistato (all’indomani del primo 3-0 della stagione, domenica scorsa contro Villa Cortese), anche il primo tie break stagionale (dopo i tre persi nel girone d’andata); e questo sul difficile campo di Pavia, che si presentava galvanizzata dall’aver espugnato, proprio al tie break, il fortino bustocco del Pala Yamamay. Sono stati in 500 a seguire la radiocronaca via web di Samuele Bottega, con la partita che è stata anche trasmessa in diretta da Sky. La Despar si ritrova quindi a quota 20, e a dividere la sesta piazza con Busto Arsizio, che l’ha raggiunta facendo propri tutti e tre i punti messi in palio sul campo di Conegliano; ma il quarto e il quinto posto si avvicinano con lo stop esterno di Bergamo ed Urbino, che rimangono così ferme a 23. Il prossimo appuntamento dista 10 giorni per via della sosta programmata in occasione degli All Star Game, e poi 8 giorni di grande volley, che vedranno le biancorosse opposte alla Scavolini delle bicampionesse d’Italia per ben 3 volte in poco più di una settimana: le danze si apriranno mercoledì 27 gennaio per l’andata dei quarti di coppa Italia, proseguiranno sempre sul parquet perugino domenica 31 per la quattordicesima giornata di campionato, e si chiuderanno domenica 3 febbraio a Pesaro per il ritorno dei quarti (in caso di una vittoria per parte a parità di set vinti, bisognerà disputare immediatamente il golden set per decidere chi accederà alla final four del torneo a Rimini). Nel frattempo niente paura per gli appassionati perugini di volley: sono in programma due amichevoli di lusso con Jesi (una al Pala Evangelisti, mercoledì 20, e l’altra al Pala Triccoli, sabato 23), con l’obiettivo di tenere la tensione agonistica ai massimi livelli in vista della tripla sfida della Despar alla Scavolini. Ecco le dichiarazioni di fine partita. Il vice allenatore Francesco Tardioli: “La partita aveva preso una piega non bella, e per questo dobbiamo essere soddisfatti per essere riusciti a rimetterci in carreggiata in ricezione e a rete. L’inserimento di Angeloni in posto quattro nel quarto set si è rivelato felice e ci ha consentito di recuperare concretezza”. Il direttore sportivo Giovanni Simoncini: “Importante affermazione, il tie break era diventato quasi un tabù e aver vinto l’ultimo set con un distacco così grande ci può dare un’enorme iniezione di fiducia. Brave le ragazze per la reazione nel quarto set, con Angeloni che si è confermata un ottimo jolly, dimostrando la bontà delle scelte di metà stagione, fatte proprio con la prospettiva del miglioramento delle opzioni e delle qualità generale del gioco nei momenti delicati”. Primo set all’insegna dell’equilibrio, fino al 18 pari, poi grande accelerazione della Despar, che grazie ad una bella serie di colpi di Vasileva può andare a vincere in scioltezza. Al cambio di campo Pavia paga ancora le conseguenze del set precedente e sul 6-2 Milano è costretto a chiamare tempo; poi la Riso Scotti ritrova l’entusiasmo e riesce a sorpassare; le squadre cominciano ad andare a corrente alternata; sul 18 pari ingresso di Weiss per Pincerato in secondo linea e le grifette sorpassano: 18-19 e guadagnano un break che potrebbe essere decisivo sul 20-22, ma le vespe non ci stanno e impattano; poi Lehtonen procura il set point del 24-23: annullato; e dopo un pasticcio biancorosso in difesa sono le biancoblù ad avere la chance di chiudere a proprio favore. Occorrono loro due tentativi, ma alla fine la spuntano chiudendo 29-27: 1 a 1 e tutto da rifare. Nel terzo set, dopo un iniziale sbandamento, le perugine raddrizzano; poi una serie di incertezze e Pavia si porta nuovamente avanti: 7-5 e time out per Sbano. Funziona perché al rientro Arcangeli e compagne ricuciono il gap e sorpassano per andare al primo time out tecnico sul 7-8. Ma la Riso Scotti torna a condurre e il vantaggio rimane costante nonostante il rientro perugino: il  muro pavese cresce e conquista il 24-23 e va a chiudere 25-23 senza patemi. Le lancette sembrano essere tornate indietro al girone d’andata, quando la Despar riusciva ad affermarsi nettamente in un set per poi ritrovarsi spesso a tornare a casa con un pugno di mosche… Nel quarto set Perugia appare sbiadita e imprecisa, poi l’ingresso di Angeloni per Lehtonen, con Weiss nuovamente dentro per Pincerato, sembra imprimere nuovo ritmo: le grifette passano a condurre e il secondo time out tecnico è 13-16. Ad un certo punto il cambio palla perugino si inceppa e si gettano al vento 4 lunghezze di vantaggio, anche se si riesce ad evitare che le vespe impattino ed ecco di nuovo avanti di quattro: 18-22 e time out per Milano. Non serve a nulla,  con la Despar che conquista il tie break con un autorevole 19-25. Il tie break inizia all’insegna delle perugine, che lo  ipotecano con una progressione impressionante: 0-5. E poi 2-12 e di nuovo dentro Pincerato e Lehtonen al posto di Weiss-Angeloni; la scelta paga, con la Riso Scotti che rimane al palo consentendo alla Despar di aggiudicarsi set e match con un perentorio 2-15 finale.
RISO SCOTTI PAVIADESPAR PERUGIA = 2-3
(22-25, 29-27, 25-23, 19-25, 2-15)
PAVIA: Fernandez Navarro 18, Pachale 14, Matuszkova 14, Horvath 8, Frigo 7, Spinato 2, Carocci (L), Ikic 5, Caroli 2, De Lellis, Grizzo.
Allenatori Gianfranco Milano e Rosario Braia.
PERUGIA: Vasileva 24, Lehtonen 15, Quaranta 14, Dushkyevich 14, Leggeri 12, Pincerato 2, Arcangeli (L), Angeloni 6, Weiss.
N.E. – Zetova, Casillo, Medaglioni.
Allenatori Emanuele Sbano e Francesco Tardioli.
NOTE – Spettatori 1200.
Durata set: 27’, 30’, 27’, 25’, 11’.
Arbitri – Alessandro Tanasi (SR) ed Umberto Ravallese (RG).
SCOTTI (b.s. 11, v. 4, muri 14, ricezione perfetta 57%, ricezione positiva 71%, attacco 30%, errori 15).
DESPAR (b.s. 11, v. 3, muri 14, ricezione perfetta 51%, ricezione positiva 70%, attacco 44%, errori 16).
(fonte Sirio Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 17, 2010 20:49