Perugia stende la Famagusta e avanza in Challenge Cup

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 13 Gennaio, 2010 22:43

Perugia stende la Famagusta e avanza in Challenge Cup

Cernic-Bovolenta-Stokr

Cernic-Bovolenta-Stokr

Basta il primo set alla Rpa-LuigiBacchi.it Perugia, vinto per 25-21, a conquistare un posto agli ottavi di finale di Challenge Cup. Prossimo avversario, in Europa, per la squadra del presidente Claudio Sciurpa, sarà l’Ok Kakanji della Bosnia-Erzegovina. La prima partita degli ottavi i biancorossi la giocheranno in trasferta nella prima settimana di febbraio. Il match di ritorno dei sedicesimi il Perugia lo vince per 3-0 al Palasport Evangelisti, stesso punteggio dell’andata. Gli italiani sono più forti e nulla possono i ciprioti della Anorthosis Famagusta. Dopo il fischio d’inizio vanno avanti i locali, due i punti di vantaggio al primo time out tecnico (8-6), la Rpa-LuigiBacchi.it dal primo minuto schiera Matej Cernic anche se deve fare a meno di Stefan Hübner, ancora non completamente rimessosi con la schiena, e Damiano Pippi febbricitante. Al posto del libero, Fabio Fanuli. Perugia allunga velocemente sui ciprioti che restano a sette mentre i biancorossi si portano a dodici. Sul 16-14 per i padroni di casa, Di Pinto chiama il primo time out della partita. Perugia si mantiene sempre avanti ma l’Anorthosis non molla la presa. Quattro possibilità di chiudere il primo set per i biancorossi. L’errore dei ciprioti consegna il primo parziale, e il matematico passaggio del turno, agli umbri. All’inizio del secondo set Di Pinto mette in campo Ogurcak per Cernic. Sotto di tre punti il Mago di Turi chiama il time out. In campo anche Nemec per Stokr. Perugia è costretta ad inseguire: 11-16 per gli ospiti al secondo time out tecnico. I biancorossi abbozzano il recupero: 18-19. L’Anorthosis prova a mantenere il vantaggio: 20-22 entra Bucaioni per Botti e realizza un ace. Poi il doppio muro di Perugia segna il vantaggio per i padroni di casa: 24-22. Due set point. Annullata la prima possibilità di chiudere il parziale rientra Botti. Muro su Nemec: 24-24. Il palleggio di Sintini va direttamente fuori dal campo avversario, Cipro non sfrutta il setpoint sbagliando la battuta. Ancora una possibilità per portarsi sul due a zero per la Rpa. Nemec sbaglia dai nove metri, poi l’Anorthosis ferma l’attacco di Savani ma il primo tempo di Bovolenta ristabilisce la parità. Il punto per vincere il parziale lo mette a segno Nemec: 32-30. Nella terza frazione 8-6 per i padroni di casa al primo time out tecnico. In campo il sestetto schierato nel secondo set da Di Pinto con gli innesti di Ogurcak e Nemec per Cernic e Stokr. Sul 9-7 leggero infortunio per Botti, che ricadendo mette male un piede, al suo posto un insolito centrale: Stokr. I cinque punti di vantaggio dei biancorossi sembrano troppi per l’allenatore cipriota Kontos che chiama il time out. Ma il margine rimane invariato al secondo time out tecnico. Troppa la distanza tra i due sestetti. Famagusta non può recuperare e Perugia chiude: 25-20.
RPA LUIGI BACCHI.IT PERUGIA – ANORTHOSIS FAMAGUSTA = 3-0
(25-21, 32-30, 25-20)
PERUGIA: Savani 13, Bovolenta 8, Botti 7, Stokr 6, Cernic 5, Sintini 3, Fanuli (L), Nemec 8, Ogurcak 6, Bucaioni 1,  Lo Bianco. All. Di Pinto.
FAMAGUSTA: Ramma 10, Kolas 9, Proper 8, Cedeno 6, Kontos 3, Economides 2, Platris (L), Georgiou 5, Crysostomou, Ioannou, Christofi. All. Kontos.
(fonte Perugia Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 13 Gennaio, 2010 22:43