Città di Castello: niente da fare in casa del Crema

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 7, 2010 23:12

Città di Castello: niente da fare in casa del Crema

Orduna Santiago (veloce)

palleggio in salto di Santiago Orduna per il primo tempo di Roberto Braga

Non c’è nulla da fare! In casa la Samgas Crema è inarrestabile e lo è stata anche per una Gherardi Cartoedit Tratos Svi Città di Castello che ha cercato di ostacolare il gioco dei lombardi ma non è riuscita nel suo intento. Si parte coi sestetti annunciati, anche nei biancorossi con Radici che preferisce Lipparini a Stoyanov, ancora non al massimo per l’infortunio al dito. Il servizio di Cazzaniga scava un primo break (3-0) ma Orduna innesca subito i primi tempi di Braga e Bortolozzo che riportano nel set i biancorossi (5-5); lo stesso alzatore argentino firma il sorpasso dal servizio (6-7). Ci pensa però Serafim, attacco e ace, a mandare Crema avanti al primo time out tecnico. Ancora Cazzaniga e il muro cremasco salgono in cattedra, consentendo così alla Samgas di scappare via sul 13-9 prime e sul 16-9 poi con una incredibile serie di battute che mettono in grave difficoltà la ricezione tifernate che, di solito, è il fondamentale migliore. Si arriva rapidamente sul 21-13 ed Andrea Radici chiama time out soprattutto per infondere un po’ di coraggio ai suoi e scuoterli dal previsto avvio a tutto gas dei padroni di casa. Di Manno accorcia un po’ le distanze (23-17) ma Rosso, ancora con un ace, chiude la frazione, dominata letteralmente dal servizio di Crema. Città di Castello si scrolla di dosso la paura nella prima fase del terzo set (3-5), anche perché la ricezione funziona meglio ed Orduna può velocizzare il gioco (6-8), un muro di Braga poi consente alla Gherardi di andare sull’8-10. Rosso colpisce dal servizio e riavvicina Crema che pareggia con un muro su Lipparini (11-11) e sorpassa con un’altra bordata di Baranowicz  (13-12). Alla seconda interruzione tecnica i locali di Monti hanno due punti di vantaggio (16-14) che diventano quattro dopo due errori in attacco degli schiacciatori di Radici (21-17).  Patriarca conquista tre palle set, Braga annulla la prima, Rosso schiaccia out la seconda e Monti chiama time out. Sulla terza Rosalba mura il pallonetto di Cazzaniga ed è parità (24-24). Bassan fischia una doppia, opinabile, a Braga regalando la quarta palla set alla Samgas che si porta sul 2-0 con capitan Finazzi (26-24). Il terzo set si apre con una lunga serie di botta e risposta e con l’infortunio dello sfortunato Patriarca sul 6-6: al suo posto entra Alletti. Enzo Di Manno, assieme a Santiago Orduna, è il più continuo della Gherardi Cartoedit Tratos Svi che protesta ancora per un palleggio non fischiato ad Alletti sul 12-13, assimilabile a quello di Braga nel finale di secondo set. Uno dei rari errori dell’opposto biancorosso manda la Samgas avanti di due lunghezze (17-15) ma ci pensa il capitano Rosalba a riportare il set in equilibrio (18-18). Rientra Patriarca e mura la pipe di Rosalba per il 21-20 poi sul 23-22 va in battuta Cazzaniga che sfonda la ricezione tifernate e regala due palle match ai suoi, Bortolozzo mura Rosso annullando la prima poi mette in rete la battuta decisiva.
REIMA SAMGAS CREMA – GHERARDI CARTOEDIT TRATOS SVI CITTA’ DI CASTELLO = 3-0
(25-17, 26-24, 25-23)
CREMA: Rosso 16, Cazzaniga 15, Serafim 8, Finazzi 7, Patriarca 7, Baranowicz 2, Ricci Petitoni (L), Alletti 1. An.e. – Silva, Corti, Mazzonelli, Andreotti Pardini. All. Luca Monti.
CITTA’ DI CASTELLO: Di Manno 17, Rosalba 11, Braga 8, Bortolozzo 7, Lipparini 4, Orduna 2, Romiti (L), Marino, Marini. N.E. – Stoyanov, Paci, Ceccarelli, Foni. All. Andrea Radici.
Arbitri: Venturi (TO) e Bassan (MI).
Crema (b.v. 7, b.s. 8, muri 7, errori 7).
Castello (b.v. 2, b.s. 12, muri 6, errori 5).
(fonte Pallavolo Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 7, 2010 23:12
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<