E’ il Mladost Zagreb la seconda finalista di coppa

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 27, 2010 21:11

E’ il Mladost Zagreb la seconda finalista di coppa

Zagreb (esulta)

l'esultanza del Mladost Zagreb

Nella seconda semifinale vincono i croati del Mladost Zagreb che annientano i cechi del Dukla Liberec, con sommo piacere degli sportivi spoletini giunti al Pala-Evangelisti per salutare il loro amico Radovan Malevic, ex allenatore della società sportiva Marconi nella stagione 2003-2004. La punta di diamante della sua squadra è Ivan Raic, il martello sfodera un gran repertorio sotto l’orchestra del giovane talentuoso palleggiatore Tsimafei Zhukouski, un regista che è già finito sul taccuino di alcuni club importanti. Alla fine però Zagabria vince grazie alla sua maggior potenza ed ai tanti centimetri in più. Nella prima frazione di gioco la parte del leone è di Raic che mantiene sempre avanti i croati (6-9). La reazione è affidata a singole iniziative di Pešl ma sulle spinte propulsive di Galic il Mladost scava il solco (13-20). La situazione si fa buia quando i muri di Mihalj e Colic sbarrano la strada ai cechi (18-24). E’ proprio il lungo centrale a mettere giù in primo tempo la palla del vantaggio di Zagabria. Nel secondo periodo Liberec parte meglio con Vencovský implacabile a rete (7-7). La differenza verso la metà del set la fa la ricezione, quella del Mladost viaggia all’88% mentre quella del Dukla soffre di brutto (35%). Il solco viene scavato inesorabilmente da Mihalj (14-21). Inutili le sostituzioni operate sul versante ceco che getta in campo Nesvacil, Vodvàrka e Fucik. Per il raddoppio bisogna attendere un po’, tre tentativi sono annullati ma poi è il regista Zhukouski a trovare la soluzione giusta mettendo giù di prima intenzione. Terzo frangente che vede estremo equilibrio in campo, gli attaccanti cechi imperversano a rete con Jeslìnek e il libero Nojic è chiamato agli straordinari (12-12). Si avanza a braccetto sino al 18-18, momento nel quale il muro croato riesce a trovare una buona efficacia (18-22). Il margine è enorme e Liberec cede le armi.
DUKLA LIBEREC – MLADOST ZAGREB = 0-3
(18-25, 21-25, 20-25)
LIBEREC: Vencovský 11, Jeslìnek 9, Kotrch 7, Pešl 5, Cermàk 2, Novàk 1, Tichàcek (L), Nesvacil 9, Vodvàrka, Fucik.
N.E. – Žacek, Juna.
Allenatore Michal Nekola e Vladan Merta.
ZAGREB: Raic 13, Galic 12, Mihalj 10, Colic 10, Zanic 6, Zhukouski 5, Nojic (L). Mirkovic, Ivanisevic.
N.E. – Damjanovic, Knezevic, Sabljak , Sarcevic.
Allenatore Radovan Malevic e Mikhail Zhukouski.
NOTE – Spettatori 200 circa.
Durata dei set: 23’, 27’, 29’.
Arbitri – Geert Blyaert (BEL) e Philippe Schürmann (LIE).
DUKLA (b.s. 13, v. 2, muri 4, errori 6).
MLADOST (b.s. 4, v. 3, muri 13, errori 11).
Liberec-Zagreb (finale)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 27, 2010 21:11