L’Edilizia Passeri Bastia attende Castelfidardo

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 12, 2010 00:19

L’Edilizia Passeri Bastia attende Castelfidardo

Bassu Federica

Federica Bassu

L’Edilizia Passeri Bastia del tecnico Gian Luca Ricci, dopo la  brutta sconfitta di Cesena si prepara ad incontrare la Marche Metalli Castelfidardo, squadra quasi matematicamente retrocessa, per questo è fondamentale per le umbre ottenere tre punti. L’opposta Federica Bassu, una delle certezze per il tecnico bastiolo, ci parla dell’ultima prestazione: “A Cesena dopo il primo set giocato molto bene, abbiamo mollato, in trasferta rendiamo sempre  un po’meno che in casa, è un nostro grande difetto. E’ anche vero che nell’ultimo periodo i molti infortuni ci hanno penalizzato, in allenamento non si riusciva mai ad essere tutte e questo ha inciso anche sul rendimento in gara”. Per quanto riguarda il prossimo turno di campionato l’opposta mancina è ottimista. “Adesso che sono rientrate tutte, compresa Giada Vergoni che è stata ferma molto tempo, sicuramente abbiamo una marcia in più, con loro all’andata abbiamo vinto abbastanza agevolmente, spero, anzi sono convinta che ci ripeteremo, tanto più  perché si gioca in casa”. Federica Bassu, una delle migliori realizzatrici della Passeri si è già ambientata bene nella società bianconera, per lei è il primo anno a Bastia Umbra. “Una stagione fino ad ora molto positiva, sia dal punto di vista della squadra che della società, davvero seria e affidabile. Il campionato è ancora lungo, ma noi siamo state capaci di superare anche dei momenti molto difficili, come all’inizio, e quindi sono fiduciosa del raggiungimento degli obiettivi che ci eravamo prefissati e la paura di retrocedere è un po’ più lontana, anche se abbiamo bisogno di tirare un sospiro di sollievo con una bella prestazione”. Il quinto posto è quindi per la giocatrice ancora alla portata della sua squadra. “Ora basta scusanti, possiamo e dobbiamo vincere”.
(fonte Libertas Bastia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 12, 2010 00:19
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<