Libertas Orvieto torna al successo contro Cascia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 24, 2010 15:10
Libertas Orvieto (azione) Prima Divisione

Libertas Orvieto - un momento della gara

C’è stato da aspettare un po’, è vero, ma ne è valsa la pena. Questa vittoria che, per un motivo o per l’altro, sfuggiva sempre di mano ai ragazzi della Libertas Orvieto, si è finalmente concretizzata, grazie a un roboante tre a zero inflitto alla ‘cenerentola’ Cascia, ancora ferma a quota zero in classifica. Un trionfo importante per risollevare le sorti (e il morale) della Libertas in vista dei prossimi impegni del campionato di Prima Divisione maschile, primo fra tutti lo scontro di sabato 27 con il temibile Monteluce. Ad inizio partita, pesano le assenze di Perquoti e Migliorelli, nonché quella di coach Pasquini in panchina, sostituito da Maggiolini. Cascia prova subito ad affondare con Cambi e Proietti, ma Orvieto risponde con Spagnoli e Montenero, e il risultato resta sul filo dell’equilibrio. Gli ospiti creano un minibreak sul 13-10, prontamente ricucito dalle venefiche battute di Ricci e dagli attacchi da posto-due di Marchino. Sul 16-16, la Libertas mette la freccia e, grazie anche alle eccessive distrazioni degli avversari (comunque discreti nel fondamentale del muro), opera il sorpasso, costruendo punto su punto la vittoria del primo set (25-19). Il secondo parziale parla diversamente, con Orvieto costretto ad inseguire fin dal primo pallone giocato. Gli ospiti mantengono con sicurezza un vantaggio solido, che raggiunge anche +6, sul 15-9 (complici numerosi svarioni arbitrali, su cui forse è meglio sorvolare…) . La Libertas, che in situazioni del genere si era scomposta pensando già al set successivo, mantiene invece la calma e riapre la partita, con Montenero e Marchino sugli scudi e un ottimo Fonseka in difesa. Grazie ad un break di 6-0, i padroni di casa raggiungono la compagine avversaria e portano a termine una splendida rimonta, che suscita gli applausi di tutto il pubblico orvietano. Cascia chiede il timeout, Orvieto si carica di energia e, al rientro in campo, non c’è più storia. Capitan Proietti, uomo di punta della compagine ospite, inizia a sbagliare palloni banali e di conseguenza, l’intero Cascia perde le speranze di riacciuffare i biancoazzurri. Finisce ancora 25-19, risultato che abbatte definitivamente la formazione di D’Ippolito. Il terzo frangente è solo una formalità per il sestetto della Rupe, che si porta subito avanti 7-0, complici gli errori del neoentrato Coderoni e di Flavoni, entrambi già mentalmente sotto la doccia. Nella metà-campo orvietana si crea un clima di tranquillità generale, acquisita ormai la certezza di fare tris. Le più nitide occasioni di punto per gli ospiti, infatti, sono prontamente neutralizzate da Marchino, galvanizzato anche in difesa e in cerca della serata perfetta. Lavorano alla grande anche i centrali Fausto e Casasole, che non fanno per nulla rimpiangere l’assenza di Perquoti, affondando le loro coltellate nel caotico burro della difesa avversaria. C’è spazio anche per la scenetta del solito Bandini, capace di infortunarsi in una frazione di secondo sia al ginocchio (le cui spropositate dimensioni parleranno chiaro alla fine del match) sia all’alluce del piede in un’azione di riscaldamento. La comicità della situazione non può che regalare altre palate di morale e voglia di vincere, che permettono di chiudere il discorso sul 25-9, primo set vinto con più di 15 punti di scarto sugli avversari. Dunque, una Libertas così può davvero dire la sua in questo campionato, in cui mancano ancora sei partite per decidere chi sfiderà il Torgiano nello spareggio-promozione in serie D.
LIBERTAS ORVIETO – CASCIA VOLLEY = 3-0
(25-19, 25-19, 25-9)
ORVIETO: Bandini, Casasole, Fausto, Marchino, Montenero, Palmucci, Ricci, Spagnoli, Fontanieri (L1), Fonseka (L2). All. Maggiolini.
CASCIA: Cambi, Chiappini, Coderoni, D’Ippolito F., Flavoni, Furlani, Maurizi, Proietti. All. D’Ippolito.
Arbitro: Debora Colantuoni.
(fonte Libertas Orvieto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 24, 2010 15:10
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<