La presentazione della Gherardi Svi Città di Castello

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Luglio 21, 2010 17:30

La presentazione della Gherardi Svi Città di Castello

Alcherigi-Joan-Gustinelli-Radici

Alcherigi-Joan-Gustinelli-Radici del Città di Castello di serie A2 maschile

Sono stati molti gli argomenti toccati dalla dirigenza della società tifernate nel proficuo incontro con la stampa, tenutosi questa mattina presso l’Hotel Garden di Città di Castello. Assieme al presidente del Città di Castello Pallavolo, Joan, erano presenti il direttore sportivo Alcherigi, il team manager Gustinelli, l’allenatore della prima squadra Radici, il responsabile del settore giovanile Caselli, i dirigenti Antonello Cardellini, Giovanni Micchi e Andrea Bartoccioni. Joan ha aperto il confronto con un breve excursus sulla stagione agonistica scorsa, culminata nel raggiungimento dei play off promozione: “Ci tengo a dire che tutti i nostri atleti hanno avuto i rimborsi che spettavano loro: abbiamo, perciò, rispettato gli accordi presi con loro in sede contrattuale e questo è un motivo di orgoglio che contraddistingue la nostra società. Certo, l’annata non è stata facile dal punto di vista gestionale ma, grazie all’impegno di tutte le componenti, siamo arrivati in fondo. E’ stato, però, anche meraviglioso perché siamo riusciti a regalare la nostro pubblico un campionato di alto livello, culminato nei play off. Già dalla partita con Padova siamo ripartiti per un’altra avventura, per un’altra avventura. Per ora la società si presenta con il nome di Gherardi Svi ma stiamo lavorando a 360° per cercare di acquisire nuovi sponsors e mantenere i tanti inserzionisti che ci hanno dato fiducia nella scorsa stagione. Se ci fossero novità già dai prossimi giorni saremo lieti di comunicarle alla stampa ai tifosi e alla città tutta, una città che per una gran parte ha dimostrato e dimostra di saperci ascoltare. Per quello che riguarda la prima squadra si è cercato di costruire un sestetto equilibrato, come dicono anche molti degli addetti ai lavori. A questo punto gli obiettivi non sono più legati alla salvezza e gli sforzi fatti da tutti devono anche essere ripagati con i risultati. Parlo così perché i giocatori arrivati a Città di Castello sono importantissimi anche se siamo riusciti a rientrare in un budget di spese ridimensionato, nonostante siamo aumentate le spese gestionali. Per il pubblico che ci segue sempre così numeroso abbiamo delle novità: tutti i posti del palazzetto di via Engles saranno numerati e agli abbonati vecchi abbiamo riservato un diritto di prelazione fino al 10 settembre, visto che la stagione inizierà il 17 ottobre, poi ci sarà la vendita degli altri abbonamenti e la prevendita dei posti liberi per le partite interne dei posti non riservati agli abbonati. Ci sarà anche un posto non numerato in una tribuna che speriamo di poter installare sul lato sinistro del palazzetto se Comune e Polisport ci concedono. A proposito di Amministrazione Comunale, posso dire con orgoglio che avremo anche quest’anno il logo del nostro comune sulle maglie da gioco assieme a quello di Polisport; legare la nostra società al comune di appartenenza è segno di grande radicamento sul territorio. Desidero poi fare una sottolineatura riguardo alla Rpa e al suo spostamento a San Giustino: noi andiamo avanti per la nostra strada ma se, nell’interesse delle due società, si verificasse la possibilità di avere delle sinergie, ben vengano. Un’ultima analisi la riservo al settore giovanile, il nostro fiore all’occhiello: abbiamo inserito nuovi responsabili dei due settori (Brighigna per il maschile e Moretti per il femminile), le iscrizioni sono in crescita anche se capiamo le difficoltà economiche delle famiglie”. Dopo il presidente ha preso la parola il direttore sportivo Mauro Alcherigi che ha tracciato una breve storia della campagna acquisti: “Prima di tutto dico che ci sono quattro ragazzi del settore giovanile nel roster della prima squadra: il non più giovanissimo Marini e poi Marino (’87), Benedetti e Del Castello, entrambi del ’92. E’ un po’ la politica che hanno avuto anche le grandi società di A1 per ridimensionare i costi, mettere in panchina i migliori giovani. Per quello che ci riguarda, abbiamo chiuso il mercato l’11 giugno con l’arrivo di Ravellino, anche questa è stata una caratteristica del volley mercato di quest’anno. Certamente con il raggiungimento degli obiettivi di mercato, cambiano anche gli obiettivi della stagione. Ma veniamo al nostro roster: abbiamo tre centrali, Ravellino, l’esperienza, Bortolozzo, rinnovato il prestito dalla Sisley, e Di Benedetto che arriva in A2 con grande voglia di fare bene. C’è poi Marino che all’occorrenza può fare anche il centrale ma è il secondo opposto. In regia abbiamo confermato Santiago Orduna praticamente subito dopo la fine della stagione scorsa  con  un’opzione per l’anno prossimo, visto che otterrà la cittadinanza italiana, e il suo secondo Simone Marini. Gli schiacciatori saranno Rosalba, inutile parlare di lui e di quello che ci ha dato la stagione scorsa, Lipparini, in recupero dall’infortunio e al lavoro già dal 2 agosto, e dalla Sisley è arrivato Filippo Vedovotto, classe ’90, nazionale juniores, considerato uno dei più grandi talenti della sua generazione. A loro si affiancheranno, come già detto, Benedetti e Del Castello, provenienti dalla nostra serie C. L’opposto sarà Martin Nemec, uno dei giocatori più importanti della A2 nel suo ruolo. Il libero è la nostra ennesima scommessa: dopo Marra, da Castello a Loreto a Piacenza e, soprattutto, in nazionale, e Romiti la scelta è caduta su un giovane dell’86, ex Cortona: Salvatore Rossini. Abbiamo un bravo allenatore come Andrea Radici che dovrà plasmare la squadra tenendo conto anche delle diverse età e della diversa esperienza dei giocatori. Concludo col dire che al volley mercato di Bologna abbiamo ancora riscontrato che la nostra società è considerata molto seria e rispettata da tutti: meritiamo il sostegno delle forze economiche dell’Alto Tevere, quello del pubblico siamo sicuri che ci sarà”. La palla è passata al team manager Valdemaro Gustinelli che prima ha ringraziato gli ex biancorossi: “Spendo volentieri due parole per chi non fa più parte del nostri gruppo: Paci, Ceccarelli, Foni, Braga e soprattutto Enzo di Manno, una colonna, una bandiera, una persona seria, rispettosa che ha fatto la storia della nostra pallavolo. E’ inutile dire che ci aspettiamo di più rispetto all’anno scorso, di partire un po’ più in alto nei play off, visto che chi arriva nella regular season dal secondo al quinto posto, secondo la nuova formula, parte da più uno nei play off. E’ l’anno in cui vogliamo e dobbiamo dimostrare che questa è la squadra della città: i tifosi ci staranno vicini se saremo bravi, se faremo risultato, abbiamo bisogno del tifernate vero, anzi del ‘castelano’. Ma non ci sarà solo la prima squadra, c’è un settore giovanile che ha una serie C, guidata da Elvio D’Agostino, che vuole essere un team di alto livello, ci sono anche tutte le altre squadre delle under maschili e femminili”. Il responsabile del settore giovanile Graziano Caselli ha sottolineato che sono ormai partite le iscrizioni al settore giovanile e al minivolley le cui lezioni inizieranno dal 1° settembre e che le quote che i genitori pagano per i propri figli non servono alla prima squadra ma solo ed esclusivamente a mantenere alto il livello dello stesso settore, molto cresciuto sia qualitativamente che quantitativamente. A chiudere il discorso ci ha pensato l’allenatore della Gherardi Svi, Andrea Radici: “Non c’è pressione, c’è entusiasmo e voglia di fare bene anche perché la società ha operato sul mercato per migliorarsi e quindi l’entusiasmo è molto. E’ una squadra con la giusta misura tra vecchi e nuovi, tra esperienza e gioventù, dovremo tradurre, io e il mio riconfermato staff, tutto questo in risultati. Abbiamo due mesi, dal 18 agosto al 17 settembre, di preparazione: è un bel periodo perché non c’è tensione quindi c’è tempo per lavorare con gradualità, anche nella conoscenza reciproca. Inizieremo il 18 agosto, tranne Benedetti e Lipparini che suderanno dal 2 agosto  per riprendersi dagli infortuni, presso il Centro Sportivo Pampaloni di Fighille di Citerna, lavoreremo lì al mattino anche con la piscina, la palestra e il beach volley e al pomeriggio saremo al palazzetto. Questo programma andrà avanti fino al 2 settembre poi saremo sempre in città tra la palestra Elite del preparatore Fausto Franchi e il palazzetto”.
(fonte Pallavolo Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Luglio 21, 2010 17:30
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<