Ecomet Marsciano: la rosa è completa

Pianeta Volley
By Pianeta Volley agosto 7, 2010 15:41

Ecomet Marsciano: la rosa è completa

Toccaceli Giancarlo

Giancarlo Toccaceli

Tutto è pronto per la nuova stagione di serie  B1 femminile targata Ecomet Marsciano. Durante le ultime settimane il club presieduto da Giancarlo Toccaceli ha rivoluzionato il proprio assetto. Nuova la conduzione tecnica e nuove otto delle tredici componenti della rosa. “Un organico di tredici atlete – spiega il d.s. Remo Ambroglini – perché abbiamo due liberi”. Altra importante novità è che 8 su 13 sono giocatrici nate e cresciute nel vivaio della società. La panchina è stata affidata a Pasqualino Giangrossi, e al vice Patrizio Okechukwu, lo scorso anno in B2 con la Sirio Perugia. Per quanto riguarda la struttura è stata confermata la schiacciatrice Michela Gennari (1974). La capitana sarà il punto di riferimento per le ragazzine. Prolungato il contratto anche alla centrale Federica Venturi (1986). Le altre tre atlete confermate sono tutti prodotti del vivaio. Si tratta della palleggiatrice Mariangela Grassini (1983) e delle giovani, il libero Sara Cavalagli (1989) ed il martello Ilenia Guerreschi (1992). Valorizzate alcune promosse della squadra under 16 ed under 18 come la regista Martina Baruffi (1994), la schiacciatrice Veronica Carboni (1992), il libero Gessica Colonnelli (1992) e la schiacciatrice Sara Segoloni (1994). Poi c’è il gradito ritorno, dopo una doppia maternità, di Cristina Marchesini (1985). La grintosa centrale non  vede l’ora di ricominciare ed ha già iniziato la preparazione seguendo la tabella fornitale dell’allenatore. E veniamo ai tre acquisti. Da Lamezia sono state ingaggiate la schiacciatrice bulgara Rosy Tosheva (1989) e la centrale Claudia Ciotoli (1985), protagoniste nella passata stagione in serie B1. Dalla serie C laziale è stata tesserata l’opposta Novella Bragaglia (1990). La prima cosa che salta agli occhi è la giovane età media. “E’ una nostra scelta – ammette Toccaceli – quella di continuare a ringiovanire la squadra e a puntare sulle nostre ragazzine”. “E’ una squadra – spiega Ambroglini – meno equilibrata ma con un gran futuro davanti. Di sicuro è una formazione che punta molto sull’attacco”. Novità anche nel settore giovanile in vista dell’inizio di un nuovo ciclo. under 18 e under 16 in mano rispettivamente ai tecnici Luca Tomassetti ed Emanuele Pippi. A coordinare il settore giovanile, dal minivolley all’under 14, ci sarà Patrizio Arcangeli, mentre la sezione di Deruta sarà diretta da Roberto Capitini ed Antonio Salis.
(fonte Media Umbria Marsciano)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley agosto 7, 2010 15:41
  • remo ambroglini

    …..ma te continui ad essere un BUCCIOTTO dei nostri giorni!….A presto cavaliere mascherato, ti aspetto!

  • john

    “E’ falsa, antipatica,anonima, polemica ed irrazionale ( la storia dice assolutamente il contrario su Marsciano )” Il revisionismo è una delle piaghe di questo secolo.

  • remo ambroglini

    vedo che insisti e allora te lo faccio io il riassunto perchè continui a maneggiare il tuo sterco e non esce altro che puzza….il problema è proprio la tua prima affermazione…no che non ci piove! E’ falsa, antipatica,anonima, polemica ed irrazionale ( la storia dice assolutamente il contrario su Marsciano ) quindi ho messo in discussione la tua razionalità…. e poi caro il mio GIOVANNI FERRARA ma un appassionato qualunque di volley deve parlare solo del Marsciano e offendere me???? mi puzza ancora più!!! comunque io sono un bovaro ma te sei un BUCCIOTTO CON LA MASCHERA!!!!!!!

  • Giovanni Ferrara

    rispiego per gli assenti: La mia prima affermazione è stata: le giovani mangeranno la panchina. E fino a qui non ci piove. La risposta a questa affermazione è stata un qualcosa tipo: “tu non hai cervello”. Tale risposta non è arrivata da un ultras ubriaco sugli spalti, ma da un alto e stimato dirigente. Non mi sembra così difficile capire chi ha fatto la figura del bovaro, purtroppo non sono permessi commenti grafici, altrimenti potevo aiutarmi con qualche disegnino per facilitare la comprensione.

  • franceso fogu

    Vorrei spezzare una gigantesca lancia a favore di Remo, io lo scorso anno a Marsciano sono stato a dir poco benissimo.
    Remo è un uomo con gradissima esperienza e un amico, che mi ha aiutato a crescere e a gestire un gruppo come quello dello scorso Campionato.
    Certo mi sarebbe piaciutoo restare ancora a Marsciano e continuare ad avere un grandissimo aiuto da Remo. Marsciano è certamente una delle Società se non la migliore dove ho lavorato.
    Ciao Remo e in bocca la lupo.

  • remo ambroglini

    …se il mio definirti “bucciotto” come licenza da una tua citazione non è pari alla tua ironia gratuita e non obiettiva sul nostro operato, il tuo continuare a giocare a nascondino e ad offendere la mia persona e cultura…allora ho iniziato io, ma la cronologia degli eventi è sopra riportata e tutto questo lo hai fatto prima te….GIOVANNI FERRARA!

  • Giovanni Ferrara

    “gli insulti… caro GIOVANNI FERRARA hai cominciato te a pubblicarli” va bene che oggi con le assurdità ci si riesce addirittura a governare, ma almeno non così plateali. D’altronde è arcinoto che la mamma de’ bischeri è sempre incinta, come dicono a firenze e dintorni.

  • remo ambroglini

    gli insulti… caro GIOVANNI FERRARA hai cominciato te a pubblicarli, oltre ad una serie di antipatiche ironie gratuite sul nostro operato e la mia persona . Anche le minacce di fracristoforiana memoria lasciale perdere..sono 15 anni che la nostra società svolge, con eccellenti successi, attività agonistiche e sociali, è la prima società in Umbria nel ranking FIpav per il marchio di qualità ed ha sfornato fior di allenatori e giocatrici che ci rendono orgogliosi del lavoro effettuato….. del domani non vi è certezza..comunque crepi il lupo!
    PS…il nostro lavoro infatti è mirato a lavorare più possibile con i giovani e cercare di non fare la fine dei Sorbo ( famiglia benestante folignate dello scorso secolo ( non c’è su GOOGLE!!!)….) A presto GIOVANNI FERRARA!

  • Giovanni Ferrara

    grande manager, continua così. In bocca al lupo e complimenti per i tuoi studi celati in modo egregio. Ora però, oltre agli insulti, puoi anche mostrare qualche argomento. Il mio nome, per quanto possa contare, è qui sopra. Sono un semplice appassionato di volley. Ma credo che chi insulta di argomenti non ne abbia avuti mai. Vedremo cosa combineranno le bimbe marscianesi in panca (e in campo). Per essere più comprensibile mi preme ricordarti che “i pregiutti enno finiti anche ta sorbo.”

  • remo ambroglini

    …..chi baccaglia e sparla non sono io…mi spiace per te cavaliere mascherato ma ho studiato un poco anche io..e chi voleva dare sfoggio di sapienza non è il sottoscritto ma un bucciotto che non ha il coraggio di dire chi è….sei una nullità bamboccio.
    PS io sono un tifoso e me ne vanto! in quanto al manager chiunque tu sia devi pulirti la bocca quando parli di me!

  • john

    il grande manager del volley umbro dà anche lezioni di sintassi e semantica. A Marsciano sono proprio fortunati! (ps: non vale usare google per cercare il significato della parola dummies) (ps-bis: il grande manager del volley umbro è anche un gran signore, si mette a baccagliare sul web come fosse ultras qualsiasi. Che umiltà!)

  • remo ambroglini

    …vedo che non demordi e continui a giocare al cavaliere mascherato! intanto reputo sia legittimo, dopo aver consolidato esperienze importanti in categorie inferiori, provare ad elevare il proprio status e misurarsi in un contesto più importante alimentando anche una logica ambizione personale e comunque parliamo della terza serie nazionale dove non è un dramma stare un pò in panchina e farsi le ossa.
    PS..comunque Professore… rivedi il tuo italiano prima di cimentarti in citazioni straniere…perchè più che un ” manichino ” mi sembri proprio un bucciotto!!!! A presto Zorro!!

  • x tutti..

    secondo me tu john se dici sta cosa nn hai mai giocato a pallavolo…ma cavolo, fare panchina a quell’età e allenarsi con atlete e cimentarsi in un campionato di B1 piuttosto che fare D e crescere zero perchè a livello tecnico fanno cacare sti campionati

  • john

    bè sì, a 16 anni la panchina è il modo migliore per crescere…è scritto pure sul manuale “volley for dummies”, in vendita nelle migliori edicole

  • remo ambroglini

    meglio fare la panchina in B1 a 16 o 17 anni…perchè qualcuno dovrà giocare no??? piuttosto che divrtirsi o rosicare alla tua età e non dire neanche chi sei….le palle amici le palle!!! così vi è un contraddittorio su cui ragionare ammesso che te abbia cervello!

  • john

    “ci sono 8 giocatrici su 13 nate e cresciute nel nostro vivaio” E tutte già pronte a mangiare tanta ma tanta panchina…