Chiappafreddo: la mia Piacenza brillerà in difesa

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 8 Settembre, 2010 10:36
Marangi-Chiappafreddo

la coppia di allenatori umbri Guido Marangi e Mauro Chiappafreddo

L’entusiasmo del primo giorno di scuola, e, con un po’ di differenza rispetto all’avventura sui banchi, anche tanta voglia di cominciare. E’ suonata la prima campanella per la Rebecchi Piacenza, che si è ritrovata alla Palextra di Edo Piazza in via Nasalli Rocca per la prima seduta di squadra della nuova stagione. All’appuntamento, oltre al diesse Mazzari e al dirigente Pugina, erano presenti lo staff tecnico guidato da Mauro Chiappafreddo con il vice Guido Marangi e l’intera rosa di giocatrici, ad eccezione della Scarabelli, impegnata con la nazionale juniores. E’ partita, dunque, la lunga marcia di avvicinamento all’esordio in campionato, fissato per il 28 novembre a Novara contro l’Asystel dell’ex tecnico bluarancio Caprara. A spiegare il programma di queste settimane di allenamenti è il coach Mauro Chiappafreddo, che curerà anche la preparazione atletica di Borrelli e compagne. Partiamo proprio da questo aspetto: dose di lavoro in più personale o vantaggi nella gestione della squadra? “A mio avviso il compito di tener sotto controllo i due aspetti è importante, perché è vero che comunque la mole è doppia, ma si può toccare con mano ogni giorno il lavoro e si ha la responsabilità diretta dei carichi”. Quest’anno il calendario è alquanto anomalo, con una partenza a fine novembre. “Sfrutterò a nostro favore il fatto che si inizierà il 28 novembre per amalgamare meglio la squadra, in particolar modo considerando che ci sono tante giocatrici nuove, tra cui la palleggiatrice. Per questo, abbiamo creato una sorta di preparazione alla preparazione”. In concreto? “Di norma, sono abituato a impostare la preparazione sulla distanza delle otto settimane, mentre qui ne abbiamo ben tredici. Per questo, nei primi quindici giorni di lavoro serviranno per arrivare meglio alla preparazione vera e propria”. Dal punto di vista atletico, qual è l’obiettivo del lavoro che verrà svolto tra palestra e piscina? “Cerchiamo di essere pronti per l’inizio del campionato e di tenere una forma media durante la stagione. Inevitabilmente ci saranno picchi e cali, sui quali interverremo lavorando per esempio sulla forza”. Sei soddisfatto della squadra a disposizione? “E’ una squadra particolare, mi piacciono le formazioni che difendono e penso che questa Rebecchi sia adatta a questo. Lavoreremo molto per rigiocare più palloni possibili, pur sapendo che l’attacco è fondamentale”. Il calendario gioca subito lo ‘scherzetto’ con l’esordio a Novara contro Giovanni Caprara. “Gli auguro ogni fortuna, ma a partire dalla seconda giornata – dice ridendo – inoltre, in quella sfida ci sarà un altro ‘derby’: il suo secondo è Cristiano Camardese, che è il marito di mia sorella”. Dalla tua, hai il vantaggio di aver già conosciuto l’ambiente della Rebecchi nella scorsa stagione come vice. “E’ una società a misura d’uomo e che ti dà la possibilità di lavorare bene. Rebecchi ha creduto in me e nello staff tecnico ed è una possibilità nata l’anno scorso dopo l’esperienza seppur sfortunata in A1”. Infine, l’obiettivo per la nuova stagione? “Il mio primo obiettivo è la salvezza, poi quello che verrà in più sarà meglio. Crediamo nel lavoro che facciamo”.
(fonte La Cronaca)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 8 Settembre, 2010 10:36