I programmi del vivaio maschile a Città di Castello

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 10, 2010 00:01
Brighigna Francesco (coach)

Francesco Brighigna

Se il settore femminile del Città di Castello Pallavolo ha ripreso il lavoro da una decina di giorni, ormai da circa tre settimane sono ricominciati gli allenamenti delle squadre del settore maschile, settore che nella scorsa stagione agonistica ha raggiunto buoni risultati, cioè due finali provinciali con under 16 e under 14. La serie C regionale è guidata per il quinto anno consecutivo da Elvio D’Agostino e cercherà di portare ad un buon risultato la società tifernate anche in ambito umbro. Ma l’attenzione dell’ambiente della Gherardi Cartoedit Svi è rivolta soprattutto alla crescita qualitativa e quantitativa delle squadre under 18, under 16, under 14 ed under 12-13. Quest’ultima sarà allenata da Luca Bondi mentre sarà compito di Massimo Calogeri fra crescere i giovani dell’under 14. Due saranno le squadre che disputeranno il campionato under 16: una alla cui guida sarà Francesco Montacci e disputerà anche il campionato di Prima Divisione, in modo tale da giocare più partite ed alzare il livello di gioco, l’altra formata praticamente dagli stessi componenti dell’under 18 con il coach Francesco Brighigna che disputerà sia il campionato di Lega che quello regionale dell’under 18. Brighigna, coordinatore del settore giovanile maschile della Gherardi Cartoedit Svi, traccia le linee guida per la stagione agonistica 2010-2011:”Per quello che riguarda l’under 18 di Lega e regionale, è chiaro che i ragazzi sono estremamente giovani (ci sono anche ragazzi del ’96 quando il limite d’età è il ’93), perciò dovrò procedere con cautela anche nella distribuzione dello sforzo. Per quello che riguarda l’impostazione del lavoro guarderò più alla crescita tecnica e fisica che non al risultato immediato. Gli obiettivi degli altri gruppi saranno visti strada facendo: certo è che nell’under 16 sarà difficile competere ad alto livello con la Rpa che ha accentrato a Perugia tutti i migliori giovani della regione. L’unico modo di far crescere le prestazioni dei vari gruppi è quello di giocare il più possibile, creare situazioni di gioco lungo l’arco di tutto l’anno agonistico. Purtroppo, non per nostra volontà, abbiamo perso un elemento importante come Tommaso Reali”.
(fonte Pallavolo Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 10, 2010 00:01