I tornei di San Sisto visti dal seggiolone

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 25, 2010 22:11
Varfaj Ina (tempo)

Ina Varfaj

I memorial di inizio stagione hanno dato lo spunto ad una delle protagoniste, Ina Varfaj, di scrivere le righe che seguono per descrivere l’evento. “Come ogni anno, nell’ambito della rassegna delle sagre di San Sisto si sono svolti i Memorial ‘Giuseppe Paltriccia’ e ‘Giacinto Zafferami’. Entrambi i tornei, il primo femminile, il secondo maschile, hanno visto coinvolte rappresentative di squadre di serie C e serie D, che hanno lottato duramente per ottenere un posto in finale. I giochi sono stati aperti martedì, 14 settembre concludendosi con le finali di sabato 18. Le squadre partecipanti si sono dimostrate all’altezza della situazione, regalando emozioni e un gioco alquanto sorprendente che ha meravigliato i tifosi. Grazie a questi ultimi, abbiamo potuto apprezzare un comportamento esemplare, con un tifo civile ed educato nei confronti degli atleti e altresì degli arbitri, cosa ormai abbastanza inusuale in tutti i palasport e stadi del nostro paese. Per quanto riguarda i team femminili, si è fatto valere il San Sisto Volley, nel quale va evidenziata la presenza di giocatrici molto giovani, che hanno dimostrato in campo delle buone capacità. La lotta per il primo posto ha infatti coinvolto la squadra di casa, che ha lottato duramente fino al quinto set con la compagine di Ponte Felcino. Proprio in questa partita si è potuto ammirare la voglia di vincere e lo spirito di lottare fino all’ultimo punto, da parte di entrambe le squadre. Questo è lo spirito che da sempre caratterizza la pallavolo ed attrae soprattutto i più piccoli. Per quanto riguarda il torneo maschile invece, si è assistito a un gioco potente, pieno di colpi di scena, azioni eccellenti, che hanno esaltato le elevate capacità di alcuni giocatori. Nella finale, svoltasi sabato sera si sono affrontate le squadre: Tavernelle contro Corciano. La partita è stata avvincente, giocata punto su punto, accrescendo il patos della platea. Entrambe le compagini hanno dimostrato carattere e voglia di vincere, è prevalsa però la miglior tecnica (dovuta sicuramente alla diversità di categoria), che ha portato L’Etruria a vincere 3-1. Una partita avvincente che ha attirato l’attenzione di molti tifosi. Bisogna sottolineare l’onestà degli stessi giocatori che hanno dimostrato in campo lealtà nei confronti degli avversari. Grazie a questo torneo possiamo affermare convinti, che i principi della pallavolo hanno trionfato sul gioco: lo spirito sportivo, la grinta, la voglia di vincere sempre accompagnata dalla lealtà, hanno vinto su tutto. Eh si, alla fine come sempre accade hanno vinto i migliori, ma l’esaltante spettacolo  ha sicuramente colpito tutti gli amanti della pallavolo, perché solo chi ama questo sport, può davvero apprezzare i suoi valori più profondi. Ringraziamo i partecipanti della manifestazione, i dirigenti che hanno seguito con enfasi le partite, io e Carolina che abbiamo arbitrato i gironi, Paolino Pocceschi  (Csi)  che ha arbitrato la finale, tutti e tre ci siamo impegnati al massimo per non svantaggiare o avvantaggiare nessuno e se c’è stato qualche piccolo reclamo o errore da parte nostra ricordate che errare umanum est. Ormai che il tutto è finito possiamo affermare che le nostre pretese sono state confermate al meglio e speriamo che anche l’anno prossimo si possa ripetere l’esperienza.”

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 25, 2010 22:11