Simone Santi: esserci ai Mondiali è un successo

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 25, 2010 00:07

Simone Santi: esserci ai Mondiali è un successo

Santi Simone (referee)

Simone Santi

E’ cominciato lunedì il Mondiale di Simone Santi, arbitro di pallavolo tifernate che sarà l’unico rappresentante italiano alla manifestazione iridata maschile che prende il via oggi. Ad ospitare l’evento più prestigioso del pianeta è il nostro paese e l’impegno è davvero gravoso per il fischietto umbro: “Indubbiamente è una grande responsabilità, specialmente per il fatto che si gioca in Italia e gli occhi saranno puntati su di noi, ma è un’occasione storica per il movimento e dobbiamo saperla sfruttare”. Lunedì sera c’è stata subito una riunione con la commissione per il briefing sulle nuove regole. “Utilizzeremo un protocollo nuovissimo, in pratica sono previsti due ingressi in campo, il primo 30 minuti prima dell’avvio di gara (come sempre avveniva in passato), il secondo 7 minuti prima del fischio d’inizio che serve più che altro per il pubblico e le televisioni”. E’ arrivato a Torino mercoledì sera, sede che lo vedrà protagonista nella prima fase di questo spettacolare campionato, e gli impegni sono proseguiti con un calendario fittissimo. Mercoledì mattina il primo impegno con il test d’inglese, se non si arriva al 75% di risposte positive sul regolamento si torna a casa. Per la cronaca sulle venti domande (le prime 15 a risposta multipla con una o due risposte giuste, le ultime 5 invece sono descrittive), il voto conseguito da Santi è stato di 96,7%. Nel pomeriggio test fisico: indice di massa corporea, audiofonico, controllo della pressione e naturalmente la vista. Sempre per quanto riguarda le curiosità, se fosse stato scartato un arbitro, come avvenuto ad agosto negli Europei juniores svolti in agosto in Serbia, sarebbe subentrato uno di riserva. Una carriera internazionale cominciata nel 2001 per Santi, che ha cominciato l’attività nel 1982 ed è passato in serie A dal 1994. La preparazione a questo evento avviene con la consapevolezza che sarà per tutti una grande vetrina. “Ci sono le nazionali più forti al mondo, quindi anche l’arbitraggio ha il dovere di essere ai massimi livelli”. Il cammino di Santi dipenderà anche da quello degli azzurri, e se la squadra del c.t. di Anastasi non dovesse brillare, le partite più importanti potrebbero essere dirette proprio da lui. “Spero che la finale la possa seguire al Pala-Lottomatica nella tribuna riservata agli arbitri, spero che vinca l’Italia. Ancora ho 11 anni di carriera e le possibilità per togliermi qualche altra soddisfazioni ci sono ancora”. Una filosofia che pare dire: esserci è già un successo.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Settembre 25, 2010 00:07