Debutto amaro per la Legnami Paolo Orvieto

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 17, 2010 08:45

Debutto amaro per la Legnami Paolo Orvieto

Picchio Simone (alza)

Simone Picchio in palleggio

Parte con una sconfitta il cammino della Legnami Paolo Orvieto nel campionato nazionale di serie B2 maschile. La compagine della rupe, infatti, sul parquet del Jumboffice Firenze capitola per tre a zero. Un esordio, però, che lascia davvero l’amaro in bocca perché gli uomini del duo Ercolani – Carotta nei primi due parziali hanno combattuto fino all’ultimo, per poi lasciare il passo agli avversari solo nel terzo. Il primo set si gioca sul filo dell’equilibrio: agli attacchi di Luca Pasquini e Bastianini da una parte, rispondono dall’altro lato della rete Fondi e Borgia (8-8); Orvieto, con Servettini e Bittoni, allunga successivamente sul 10-12, ma Firenze non ci sta e si porta sul 18-15 grazie ad Onori e Pippi; ci pensa allora ancora Bastianini a ristabilire la parità e con un muro-punto a consentire alla Libertas di passare a condurre sul 22-23; alcuni errori di precisione orvietani permettono ai padroni di casa di impattare e di spuntarla poi ai vantaggi chiudendo per 27-25. Nel secondo parziale gli uomini di Ciampa partono forte e con Stefani ed il solito Fondi vanno sul 10-6; Servettini prima e Vergoni dopo, mettono a terra palloni importanti, ma i fiorentini controllano bene e si arriva al secondo time-out tecnico sul 16-11; grazie a qualche errore di troppo locale ed alla caparbietà di Bastianini e Luca Pasquini, però, il set si riapre ed è lo stesso Luca con una battuta vincente a firmare la parità sul 22-22: saranno, poi, un cambio-palla non sfruttato ed un preciso Pippi a condannare di nuovo la Libertas che stavolta si arrende 25-23. La terza frazione è sicuramente figlia dell’andamento dei set precedenti con gli orvietani che non trovano il giusto approccio per gestire la situazione; è brava ad approfittarne sin da subito Firenze che, grazie a Fondi ed ai muri-punto di Onori, raggiunge senza troppe difficoltà il 13-6; gli orvietani con Chiappini e Bastianini tentano il tutto per tutto, ma Borgia e lo ‘stratosferico’ Fondi trascinano i propri compagni verso un’agevole conquista del set (25-16) e quindi dell’incontro. È stata una gara, dunque, che a conti fatti si può leggere sotto diversi punti di vista, se è vero che questa sconfitta da un lato non ha consentito alla Libertas di muovere la propria classifica, dall’altro, come già sottolineato in precedenza, il duo tecnico Ercolani – Carotta, in diversi frangenti della partita, ha potuto riscontrare buone risposte da parte dei propri giocatori; sussistono certamente ampi margini di miglioramento, ma è anche opportuno ricordare che gli orvietani, alla loro prima in un campionato nazionale, disputavano un match in trasferta contro una formazione di livello con anni di esperienza nella categoria e cinica nel concedere poco o nulla agli avversari nei momenti topici della partita. Ma l’occasione di riscattarsi immediatamente per capitan Alessandro Pasquini e compagni potrebbe presentarsi fin dal prossimo turno quando ad Orvieto arriverà il Bassilichi Cus Siena; incontro non facile, però, perché i senesi si sono dimostrati formazione ostica, ne sa qualcosa il Grosseto (una delle candidate alla vittoria finale) che in vantaggio per 2-0 ha poi perso l’incontro d’esordio al tie-break. Appuntamento per il debutto casalingo, quindi,  sabato 23 ottobre alle ore 21,15 presso il Palazzetto dello Sport di Ciconia.
JUMBOFFICE FIRENZE – LEGNAMI PAOLO ORVIETO = 3-0
(27-25, 25-23, 25-16)
FIRENZE: Fondi 18, Stefani 10, Borgia 9, Onori 8, Pippi 6, Pazzagli 4, Scaruffi (L1), Panarei 1, Salvini, Bracali, Pietropaolo, Conti, Bonami (L2). All. Luigi Ciampa.
ORVIETO: Bastianini 13, Bittoni 6, Pasquini L. 6, Servettini 6, Vergoni 3, Picchio 1, Ciangottini (L1), Pasquini A. 2, Chiappini 2, Graziani, Polloni, Morleschi, Spagnoli (L2). All. Maurizio Ercolani.
Arbitri: Marco Sgro e Marta Mesiano.
(fonte Libertas Pallavolo Orvieto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 17, 2010 08:45