Tomasello: “Impariamo dagli errori per crescere”

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 26, 2010 16:45

Tomasello: “Impariamo dagli errori per crescere”

Tomasello Giacomo

Giacomo Tomasello

Ha ripreso di buona lena il proprio lavoro la Sir Safety Perugia. Archiviata, anche con qualche rammarico, la sconfitta casalinga al tie break contro Genova, la truppa di coach Dall’Olio è tornata in palestra per preparare al meglio il prossimo incontro in programma. Domenica mattina, con inizio del match fissato alle ore 11,30 e diretta televisiva su Sportitalia2, canale 24 del digitale terrestre e 226 della piattaforma Sky (ancora un esordio per i Block Devils, stavolta si tratta di quello televisivo…), i bianconeri sfideranno in trasferta Milano per la terza giornata di serie A2. Perugia lo farà con in cassaforte il buon bottino di 4 punti in classifica, quota importante dopo due gare stagionali, soprattutto in considerazione dell’equilibrio che al momento regna sovrano nel torneo. Certo, dopo il vantaggio di due set contro Genova, i punti in classifica potevano anche essere di più, ma la storia del match dal terzo set in poi ha cambiato volto. Proprio sulla gara di sabato torna il centrale della Sir Giacomo Tomasello, uno dei migliori dei suoi con 15 punti a referto, frutto di 1 ace, 6 muri vincenti e l’80% in fase offensiva. “Secondo me  – spiega il posto tre nativo di Catania – abbiamo giocato i primi due set benissimo, molto concentrati e volitivi. Poi Genova è cresciuta, approfittando anche di qualche errore di troppo nostro. Nel tie break finale c’è stato equilibrio e si sa che il quinto set è sempre una lotteria. Forse ci siamo fatti sfuggire la gara, potevano essere tre punti, ma prediamo la sconfitta come una buona lezione per non perdere concentrazione quando siamo avanti nel punteggio”. La chiave del match, secondo Tomasello, è stato il quarto parziale. “Penso di si. Nel terzo set Genova è partita in vantaggio dall’inizio, mentre nel quarto la situazione era più equilibrata, poi abbiamo commesso alcuni errori di troppo, mentre loro hanno avuto in Antonov il giocatore che ha fatto la differenza, soprattutto al servizio, nei momenti importanti. Ad ogni modo è giusto dire che Genova alla fine è stata più brava, soprattutto a saper approfittare del nostro calo”. Per Tomasello comunque una prestazione da incorniciare. “Sono contento in generale di continuare a crescere come giocatore. Il nostro è un gruppo formidabile che lavora bene e che sono certo farà bene. Poi è ovvio che mi fa piacere aver giocato una buona gara, ma sinceramente preferivo vincere”. Come avvio di stagione, 4 punti in due partite, ad ogni modo si può essere soddisfatti. “Si, l’inizio stagione non è male. Stiamo dimostrando di lavorare bene sia sotto l’aspetto tecnico che sotto quello fisico. È chiaro che uno si rammarica quando perde gare come quella di sabato, però non dimentichiamo che siamo una squadra nuova. Dobbiamo cercare di trovare ancora il nostro miglior gioco e servono anche queste sconfitte per capire dove si è sbagliato. Siamo una buona squadra, possiamo fare buon campionato, e comunque questo è un torneo strano dove puoi vincere con tutti e perdere con tutti, perciò penso che sia importante fare un buon bottino di punti, soprattutto in questa prima fase di stagione, per raggiungere prima possibile il nostro primo obiettivo che è la salvezza”. Messa alle spalle Genova, è il momento di concentrarsi sul prossimo impegno, la difficile trasferta in quel di Milano. “Riguardo all’insolito orario, vedremo di prepararci al meglio. È ovvio che nella pallavolo è una cosa strana. Spesso ci capita di allenarci al mattino, ma una gara da tre punti è un’altra cosa. Per quanto riguarda l’avversario, credo sia una squadra di tutto rispetto. Il che, aggiunto al fatto che giocheremo fuori casa, rende la partita difficile. Ad ogni modo, faremo la nostra gara. Sono convinto che quest’anno le squadre siano piuttosto vicine dal punto di vista tecnico, perciò se affronti il match cercando il massimo, lottando su ogni pallone e cercando di evitare il più possibile gli errori, questo è già un buon punto di partenza. E poi adesso credo sia fondamentale, naturalmente tenendo conto dell’avversario che sta dall’altra parte della rete, andare avanti per la nostra strada, cercando soprattutto di sviluppare il nostro gioco”.
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Ottobre 26, 2010 16:45