Città di Castello, analisi del match col Reggio Emilia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 29 Novembre, 2010 19:38

Città di Castello, analisi del match col Reggio Emilia

Calogeri Massimo (Città di Castello)

Massimo Calogeri

L’appuntamento con la vittoria davanti al pubblico di Città di Castello è ancora rimandato perché la Gherardi Cartedit Svi Città di Castello non è riuscita a far gioire i proprio tifosi. Lo dice, con rammarico, anche l’allenatore Andrea Radici: “E’ stato un vero peccato, ci tenevamo molto a cogliere un risultato positivo davanti al nostro pubblico che aspetta con passione una nostra vittoria piena”. Nelle partite disputate in casa, infatti, i biancorossi hanno vinto al tie break con Milano ed hanno lasciato via libera a Ravenna, Santa Croce (al quinto set) e Reggio Emilia. Nell’analisi del match contro il sestetto di Bonitta pesa molto il fattore battuta, ficcante e potente quella degli emiliani, poco incisiva quella biancorossa. Anche uno degli assistenti Massimo Calogeri è d’accordo: “Noi siamo andati male in battuta, loro benissimo; per noi è stato difficile giocare e così gli ospiti hanno avuto via libera”. C’è poco altro da dire anche per Andrea Radici che continua ad evidenziare l’aspetto dei fondamentali di battuta e ricezione: “Nella lettura dei quattro set pesa tantissimo la loro perfomance in battuta e la nostra, inconsueta fino a domenica scorsa, ricezione ballerina. Tale problematica è emersa soprattutto nel terzo set, quando avevamo ritrovato una buona continuità nel resto del gioco”. La Gherardi Cartoedit Svi si è ritrovata oggi pomeriggio in palestra per un allenamento di scarico, domattina altra seduta e alle 15 partenza in autobus per Genova. Con la squadra viaggeranno il dirigente accompagnatore Antonello Cardellini, il direttore sportivo Mauro Alcherigi e il team manager Valdemaro Gustinelli.
(fonte Pallavolo Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 29 Novembre, 2010 19:38