La Rpa-LuigiBacchi.it San Giustino dura un set a Roma

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 28 Novembre, 2010 23:13

La Rpa-LuigiBacchi.it San Giustino dura un set a Roma

Finazzi Danilo (attacca)

Danilo Finazzi attacca in primo tempo

La Rpa-LuigiBacchi.it San Giustino vince il primo set per 15-25, poi, dalla metà del secondo parziale, sparisce dal campo e la M. Roma conquista con facilità la partita e tre punti. Primo set: 0-2 San Giustino: inizio match positivo per Finazzi e compagni che beneficiano dei primi errori di Roma: 0-3. Con il punto di Dias per lo 0-4 Giani è costretto a richiamare i suoi per trenta secondi. Le battute di Steuerwald, non forzate ma mirate, sortiscono un incredibile ottimo effetto: 1-7. Roma trova il primo punto al centro ma al primo time out tecnico San Giustino è avanti di sette punti. La Rpa-LuigiBacchi.it è ordinata ed attenta: i padroni di casa decisamente spaesati: 3-11. Il primo vero punto di Roma è il quarto per i capitolini ad opera di Zaytsev. Roma recupera qualche punto grazie soprattutto al numero due: 8-14. Anche Cisolla sembra cominciare ad entrare in partita: 9-14: time out Zanini. Il sestetto di Giani si porta a meno quattro. Bene Nikic che spara sulle mani del muro: 12-18: trenta secondi per l’allenatore di casa, ma San Giustino gestisce bene il cambio palla: 15-22. Palla combattuta, ma alla fine chiude Nikic in pipe: 15-23, poi il muro vincente degli ospiti per il 15-24; chiude il set un erroraccio di Roma: 15-25. Secondo set: Dias mette giù il primo punto del secondo parziale, ma Zaytsev pareggia subito il conto. Per la prima volta nella partita Roma è avanti: 3-2 ed incrementa il vantaggio: 6-4 e lo mantiene al primo time out tecnico. Pipe di Maric e punto di Dias: 8-8. Ancora il brasiliano, poi Maric ed un muro vincente: San Giustino si ritrova a più tre e Giani chiama time out sul 9-12 ma al secondo time out tecnico la Rpa-LuigiBacchi.it è sempre avanti di tre lunghezze. Recuperano due punti i padroni di casa e sul 16-17 è Zanini a fermare il gioco per trenta secondi. L’errore di Nikic, che spara fuori, segna il pareggio. Bencz mette giù l’ace che riporta avanti Roma: 18-17. Poey vola per il punto 19. San Giustino insegue. 20-18: ancora time out per gli ospiti. Pasticciano gli altotiberini e Roma ne approfitta: 21-18. Gli ospiti non mollano e fanno sentire il fiato sul collo agli avversari: 22-21: Giani richiama i suoi dopo l’errore di Poey che spara fuori. Il muro su Dias consegna a Roma quattro tre set point: chiude Yosifov: 25-21. Terzo set: Una cinquantina i tifosi della RPA-LuigiBacchi.it che, da San Giustino, si sono spostati nella capitale per seguire la squadra del cuore. 4-2 per Roma: subito avanti i padroni di casa: Poey in battuta non perdona. Il muro capitolino pizzica spesso gli attaccanti ospiti. I padroni di casa sono decisamente più cinici rispetto al’inizio del match: sembra un’altra squadra quella in campo ora: 8-5. San Giustino ci mette del suo non chiudendo quando dovrebbe: cambio in regia per gli ospiti sul 10-6. Le bocche da fuoco di Roma non si fanno più desiderare: 12-7, Zanini richiama i suoi. L’errore di Dias costringe l’allenatore a richiamarlo in panchina: entra Van den Dries. 14-7: il tecnico della RPA-LuigiBacchi.it non aspetta e richiama nuovamente i suoi sul 14-7. San Giustino non chiude più un punto: 16-8. Difesa ospite in bambola: Roma sembra imprendibile. Appena gli umbri tentano un timido recupero, Giani richiama i suoi: 17-12. Zanini richiama Dias in campo, ma per i padroni di casa è una formaltà chiudere il set e portarsi sul due a uno: chiude il parziale Cisolla: 25-15. Quarto set: San Giustino, per rimanere in partita, deve scrollarsi di dosso il terzo set e recuperare un atteggiamento decisamente diverso da quello dimesso del parziale appena concluso. Poey inizia il parziale con un muro vincente su Maric. Il muro dei padroni di casa sale in cattedra, inesistente quello della Rpa-LuigiBacchi.it: 7- 4 time out Zanini, ma non sortosce alcun effetto: la primo time out tecnico Roma è avanti di quattro lunghezze. Provano a forzare gli ospiti, ma non riescono a dare continuità al proprio gioco: 14-9 e Zanini ferma ancora il gioco. Muro dopo muro Roma costruisce la sua vittoria: 16-9 ed il gap sembra decisamente incolmabile. Tutti in bambola nel campo degli ospiti protagonisti di una gran brutta prestazione: 20-9 e i padroni di casa infieriscono con cinismo. Non servono i cambi dell’allenatore ospite: i ragazzi di Giani sono assoluti padroni del campo. Il tecnico di Roma chiama time out sul 20-11 ma solo per far respirare i suoi. Finazzi e compagni sono già con la testa a casa. Chiude l’incontro Bencz: 25-12. Così il tecnico Emanuele Zanini: “Dopo un primo set giocato con disinvoltura, dalla metà del secondo parziale ci siamo innervositi, non siamo stati più compatti. Roma è cresciuta, ma noi siamo scomparsi dal campo. Siamo una squadra che deve lottare su ogni pallone, in ogni set. Non è quella di stasera la mentalità che voglio vedere in campo”.
M. ROMA – RPA LUIGI BACCHI.IT SAN GIUSTINO = 3-1
(15-25, 25-21, 25-15, 25-12)
ROMA: Yosifov 16, Zaytsev 15, Cisolla 14, Poey 11, Corsini 5, Uriarte 3, Cesarini (L1), Paolucci, Bencz  4, Tomatis, Lebl, Saraceni, Corsano (L2). All. Andrea Giani.
SAN GIUSTINO: Dias 19, Nikic 7, Maric 6, Cester 3, Finazzi 3, Steuerwald 2, Giovi (L1), Zhokouski 1, Van Den Dries 1, Bartoletti 1, Braga, Lo Bianco (L2). All. Emanuele Zanini.
(fonte Umbria Volley San Giustino)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley 28 Novembre, 2010 23:13