La Sir Safety Perugia cola a picco col Segrate

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 28, 2010 21:08

La Sir Safety Perugia cola a picco col Segrate

Dokic-Tomasello-Rigoni (muro)

Tomislav Dokic, Giacomo Tomasello e Giacomo Rigoni alzano il muro

La Sir Safety Perugia mostra dei timidi segnali di ripresa ma non riesce a scrollarsi di dosso la maledizione che contro il Segrate Volley 1978 la vuole sempre perdente. La compagine del presidente Gino Sirci perde così ancora qualche posizione in classifica e vede nubi scure sopra il suo cielo. La riedizione della finale play-off promozione di qualche mese fa, sorride ai lobardi e nemmeno la discesa in panchina del presidente Sirci ha potuto scongiurare il triste epilogo. Nel primo set i padroni di casa entrano in campo incredibilmente contratti e commettono delle gravi leggerezze in ricezione consentendo a Cazzaniga (6 punti nel set d’apertura) di spadroneggiare a rete (5-8). Nonostante la classifica dimostri che Segrate ha meno sicurezze degli umbri, riesce a mettere sotto pressione la Sir Safety (9-13). E’ la volitiva difesa ospite a costituire la marcia in più del Segrate, Canzanella si distingue anche in seconda linea e le distanze non accennano a diminuire (16-20). La ricezione dei lombardi è un orologio (74%) e con palla precisa Ronaldo manda a segno i sui centrali con estrema semplicità (17-22). Dokic continua a passare ma ormai è tardi, Segrate incassa il vantaggio con un muro di Russo su una palla scontata e difficilissima da attaccare per Hietanen (il migliore dei bianconeri con 7 punti personali). Alla ripresa Dall’Olio lascia in campo Rigoni, subentrato a Barbareschi nel set precedente. E’ proprio lui a dare la prima scossa con la battuta (anche un ace per lui) mandando avanti i locali (6-3). Quando tutto sembra girare per il verso giusto la Sir Safety incappa in una serie di errori che cedono il timone e provocano brividi sugli spalti del Pala-Evangelisti (11-13). Si tratta di un attimo però perché gli umbri tornano ad incidere con la battuta e mettono a nudo le pecche dei settentrionali che si beccano diverse murate e vengono sorpassati di slancio (20-16). Ricci tenta la carta Argilagos, con lui in campo e grazie ad un infinito Canzanella, Segrate ritrova coraggio riuscendo ad annullare il gap (23-23). L’arrivo è in volata ma stavolta Hietanen si riprende con gli interessi quello che gli era stato sottratto stampando col muro ad uno Argilagos e impattando i conti. Nella terza frazione Segrate torna in campo più determinato che mai. E’ Cazzaniga dal servizio a scavare il fossato costringendo Dall’Olio ad inserire Barbareschi al posto di Hietanen per quadrare il cerchio in ricezione (o ricevuzione?). In questa situazione l’attacco è con palla scontata è Dokic commette tanti errori (0-7). I tifosi sono gelati e per riscaldarli ci vogliono le difese acrobatiche di Prandi che permettono a Rigoni e Barbareschi di trasformare, è proprio quest’ultimo ad operare l’aggancio (13-13). L’uomo in più è Giacomo Rigoni che riesce a disimpegnarsi in ogni fondamentale e nelle peggiori situazioni, togliendo le castagne dal fuoco (20-17). Ma un passaggio a vuoto per eccesso di sicurezza rimette in asse (21-21). Si arriva allo sprint, Segrate dispone della prima palla-set, Perugia della seconda, Segrate ancora della terza e della quarta, quella decisiva con un ace di Ronaldo che sorprende Prandi. Il quarto frangente di gioco è in asse sino al 7-7. Segrate acquisisce qualche lunghezza di margine grazie al solito Cazzaniga (9-13). I tentatavi di rimonta sono neutralizzati dal muro lombardo che fa buona guardia e costringe l’attacco perugino all’errore (12-18). Non c’è più rabbia negli occhi dei block-devils il cui attacco s‘infrange sui muri lombardi. Gli ultimi tre punti sono arpionati dal muro ospite che con Alletti sancisce la definitiva fine dei giochi.
SIR SAFETY PERUGIA – VOLLEY SEGRATE 1978 = 1-3
(23-25, 27-25, 26-28, 16-25)
PERUGIA: Dokic 18, Hietanen 13, Barbareschi 11, Tomasello 7, Curti 6, Serafini 1, Prandi (L1), Rigoni 7, Ranghieri.
N.E. – Morelli, Bagnolesi, Lattanzi, Fusaro (L2).
All. Francesco Dall’Olio e Francesco Sacchinelli.
SEGRATE: Cazzaniga 19, Alletti 13, Russo 12, Canzanella 7, Temponi  6, Ronaldo 4, Gallosti (L1), Argilagos 9, Guemart, Caprotti (L2),
N.E. – Castellani, Giglioli, Bellini, Fontana.
All. Daniele Ricci e Marco Camperi.
NOTE – Spettatori 500.
Durata dei set: 30’, 33’, 36’, 25’.
Arbitri – Alessandro Perdisci (OR) e Silvano Valeriani (RM).
SIR SAFETY (b.s. 14, v. 2, muri 11, errori 19).
VOLLEY 1978 (b.s. 12, v. 6, muri 16, errori 17).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 28, 2010 21:08