Legnami Paolo Orvieto dura solo un set a Pisa

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 29, 2010 14:26

Legnami Paolo Orvieto dura solo un set a Pisa

Pasquini-Servettini (muro)

Alessandro Pasquini e Daniele Servettini a muro

Torna a casa senza nemmeno un punto la Legnami Paolo Orvieto che, nella trasferta domenicale al cospetto del Cus Pisa e di fronte ad un palazzetto gremito, viene sconfitta in rimonta dai toscani col punteggio di tre ad uno dopo aver disputato un primo set impeccabile. Nel primo parziale, infatti, la compagine della rupe inverte la tendenza negativa che finora l’aveva contraddistinta; finalmente si comincia con il piede giusto: grinta, determinazione e cattiveria agonistica permettono l’impatto ideale alla partita, con gli orvietani bravi ad interrompere l’equilibro a metà set sul 12-12 passando quindi a controllare senza oggettive difficoltà la frazione, nonostante dall’altro lato della rete l’opposto Piccinetti già cominci a far vedere il suo potenziale; gli ottimi turni al servizio di Servettini prima e di Bastianini poi (per entrambi anche un aces) consentono a Luca Pasquini, Bittoni ed allo stesso Bastianini, da seconda linea, di andare ripetutamente a punto (13-20); i pisani tentano una timida reazione, ma Orvieto grazie a Vergoni e Servettini chiude brillantemente a proprio favore sul 19-25. Il secondo set vede gli uomini del duo Ercolani – Carotta portarsi subito sullo 0-4 e successivamente 1-5; i cussini, però, memori del parziale precedente stavolta si rimettono subito in carreggiata tanto da passare a condurre fino al 12-9; ma, è ancora Servettini con le sue battute ficcanti a mettere in seria difficoltà la ricezione dei padroni di casa ed insieme agli attacchi ed i muri-punto di Bastianini a consentire di ricucire lo strappo e passare in vantaggio (12-14); in un soffio il Cus, sfruttando soprattutto i propri centrali, ribalta nuovamente la situazione fino ad arrivare 21-18; Luca Pasquini e Servettini impattano, coach Lazzaroni quindi si gioca la carta Croatti al servizio, mossa vincente perché il numero 2 realizza un ace ed unitamente a Piccinetti permette ai propri colori di infilare un parziale di quattro punti con gli orvietani che non riusciranno più a fare un cambio-palla (25-21). Nel terzo parziale Pisa parte subito forte e grazie al solito Piccinetti (peraltro autore di ben 6 punti) va sull’11-6; la Libertas cerca di stare al passo con Bittoni e Vergoni; nonostante questo, però, gli uomini di Lazzeroni controllano bene (18-14); Pasquini ed ancora Bittoni ci riprovano e si arriva così fino al -2 sul 18-20 per i cussini: questa volta, invece, è il servizio di Piccinetti (per lui anche un ace) a far male ed a permettere allo stesso opposto da seconda linea ed al centrale Castelli di mettere a segno 5 punti consecutivi e di aggiudicarsi la frazione 25-18. Il quarto set inizia con errori da ambo le parti: in maggioranza, però, sono quelli orvietani e sul primo time-out tecnico si va a riposo 8-6 per Corrias e compagni; si riprende ed i padroni di casa aumentano il vantaggio con il mancino Montemurro fino al 10-6; Orvieto non molla ed impatta, ma per l’ennesima volta è Piccinetti a trascinare i suoi sul15-11; un muro di Servettini prima e di Vergoni poi, insieme agli attacchi di Bittoni fanno rimanere il sestetto della rupe attaccato al match (17-18); in delicate situazioni di equilibrio purtroppo anche il primo fischietto può metterci del suo: questo tuttavia non deve essere assolutamente un alibi perché per quanto ci sia stata una decisione dubbia, non è possibile che gli avversari in attimo riescano a scappare sul +5 (22-17); la reazione rabbiosa di primo set del sestetto della rupe si ricomincia di nuovo a vedere sul 24-19 per i padroni di casa; due punti messi a terra da Pasquini (tra cui un muro) fanno arrivare Orvieto al -3; ma è davvero troppo tardi: ovviamente ci pensa Piccinetti a mettere il sigillo finale firmando il definitivo 25-21 e regalando al Pisa il successo pieno. Gara, dunque, dal rendimento altalenante per la Libertas: ad un ottimo primo set non ha seguito quella continuità che invece ha avuto il Cus dopo la rimonta e che gli ha permesso di conquistare i tre punti; ciò che è mancato finora agli orvietani è la capacità di gestire con la giusta lucidità i frangenti del match quando si arriva punto a punto; forse se si riuscisse ad invertire questo trend negativo si potrà assistere a quel salto di qualità che, in gare equilibrate come quelle del girone D soprattutto in trasferta, può fare la differenza. Adesso l’essenziale è concentrarsi immediatamente sul prossimo turno: tra meno di sette giorni, infatti, ad Orvieto arriverà il Grosseto; sulla carta una delle favorite alla vittoria finale ma, come evidenziato dai risultati del campionato fino a questo momento, ogni formazione può misurarsi alla pari con qualsiasi avversario anche il più quotato. L’appuntamento, quindi, è per sabato 4 dicembre alle ore 21,15 presso il palazzetto dello sport di Ciconia.
CUS PISA – LEGNAMI PAOLO ORVIETO = 3-1
(19-25, 25-21, 25-18, 25-21)
PISA: Piccinetti 31, Castelli 14, Montemurro 9, Corrias 5, Masini 3, Guiggi 2, Falaschi (L), Croatti 1, Lumini, Da Prato. All. Lazzeroni e Grassini.
ORVIETO: Bastianini 20, Servettini 13, Bittoni 13, Pasquini L. 9, Vergoni 7, Pasquini A. 2, Ciangottini (L), Picchio 1, Polloni, Graziani, Morleschi. All. Ercolani e Carotta.
Arbitri: Claudio Rosadoni ed Antonella Santoro.
(fonte Libertas Pallavolo Orvieto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Novembre 29, 2010 14:26