Andrea Acciacca: la Volley Spoleto vuole giocarsela

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 24, 2011 10:54

Andrea Acciacca: la Volley Spoleto vuole giocarsela

Acciacca Andrea (testina)

Andrea Acciacca

Cerca di guadagnarsi la salvezza la Volley Spoleto che al momento è penultima nella classifica della serie D femminile ma a breve distanza dalle squadre che la precedono. Una missione difficile per il tecnico Andrea Acciacca che è salito in corsa sulla panchina biancoverde per sostituire coach Sorrenti a dicembre, ma lui è fiducioso: ”Nonostante alcuni infortuni e defezioni stiamo lavorando per migliorare alcuni aspetti del gioco che non hanno permesso alla squadra finora di esprimersi come potrebbe. Il calendario ora ci presenta una serie di partite da dentro o fuori che dobbiamo affrontare tutte come finali, il nostro obiettivo attuale è evitare la retrocessione diretta, e realisticamente acquisire una buona posizione in vista dei play-out se poi venisse qualcosa di più, tanto meglio. Secondo me, tolte tre o quattro squadre di vertice, le altre partite sono tutte giocabili. Il livello generale dei campionati si è abbassato rispetto a qualche anno fa ma questo penso non sia una novità, ci sono come dicevo delle buone squadre che occupano i quartieri alti della classifica e che credo se la possano tranquillamente giocare con le formazioni di bassa graduatoria della serie C, il resto del mazzo non è a un livello eccelso. Il problema principale dei campionati è che il ricambio generazionale non c’è, e poi c’è tutta la zona del ternano che sta disputando categorie di alto livello senza che il territorio produca delle giocatrici in grado di soddisfare la richiesta, non è un caso che le squadre stazionano stabilmente agli ultimi posti in tutte le categorie. Il motivo di ciò è una scarsa attenzione ai settori giovanili, alla promozione e al reclutamento, ma questo credo sia un problema generalizzato che si manifesta a livello provinciale, regionale e nazionale”.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 24, 2011 10:54