Città di Castello abbatte l’Aeronautica Roma

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 15, 2011 23:28
Orduna Santiago (esulta)

l'esultanza del regista tifernate Santiago Orduna

Trentuno sono i punti in classifica della Gherardi Cartoedit Svi Città di Castello dopo il tre a uno inflitto al Club Italia Aeronautica Militare Roma. Le due squadre sono in campo con i sestetti annunciati: i padroni di casa devono, forzatamente, fare a meno di Ravellino e schierano Di Benedetto al centro in diagonale con Rossi, Orduna è l’alzatore con Nemec opposto, capitan Rosalba e Vedovotto sono gli schiacciatori e “Totò” Rossini il libero mentre Gigi Schiavon manda in campo De Giorgi in regia con Vettori opposto, gli schiacciatori Lanza e Paris, i centrali Mazzone e Postiglioni e il libero Pesaresi. L’inizio del primo set vede i ragazzi in maglia bianca avanti (4-6) ma il turno in battuta di Nemec riporta avanti la Gherardi Cartoedit Svi al primo time out tecnico (8-7). Il muro di Di Benedetto e il successivo slash dello stesso centrale toscano sull’attacco di Luca Vettori porta a dodici i punti dei tifernati (contro 8), costringendo Gigi Schiavon al time out. Alla seconda interruzione tecnica è 16-11 per i ragazzi di Radici dopo la battuta sbagliata da Postiglioni. Un errore in ricezione dei biancorossi consente al Club Italia di accorciare a tre i punti di distanza (18-15) che tornano però quattro (21-17) grazie alla diagonale vincente di Vedovotto. Il muro di Nemec su Vettori regala cinque palle set alla formazione di casa che chiude alla prima occasione con il mani out dell’opposto slovacco. Il muro di Di Benedetto apre il secondo set nel quale Schiavon conferma in regia Pinelli, entrato a metà del primo set al posto di Michele De Giorgi. Si arriva, quindi, al primo time out tecnico con la squadra del presidente Joan avanti (8-6); da questo momento Città di Castello inizia una marcia spedita e si porta sull’11-7 (time out di Schiavon). L’allenatore del Club Italia toglie anche Vettori, in campo Preti, quando il promettente giocatore schiaccia out l’attacco del 14-9 per i padroni di casa ma la battuta di Nemec è ancora letale (16-10). I ragazzi azzurri, stasera in maglia bianca, cominciano anche a sbagliare in attacco e lanciano il sestetto tifernate verso una facile conclusione del set, tanto che coach Radici regala qualche scampolo di A2 anche al giovane Leonardo Benedetti. Nemec mette a terra la palla del 24-14 e Vettori spara in rete il servizio che chiude la seconda frazione (25-15).  Il primo break in avvio di terzo set (3-1) è firmato, in coabitazione, da Di Benedetto e Rosalba che schiacciano a terra una ricezione sbagliata di Lanza, poi ci pensa Rossi a murare Vettori (5-2). Schiavon chiama subito time out (6-2) dopo un ace, ancora di Di Benedetto. Come spesso accade quando va in battuta, Nemec spara un servizio violentissimo che frutta l’8-3 per i biancorossi. Il Club Italia recupera qualche punto (10-8) con un muro di Lanza su Nemec e con l’errore dello stesso slovacco (12-11) ma al secondo time out tecnico la Gherardi Cartoedit Svi è ancora avanti nettamente (16-13). Un attacco di Lanza dalla zona sei riavvicina gli ospiti (18-17) che pareggiano con l’ace di Postiglioni e vanno anche in vantaggio (20-21) ancora con una battuta vincente, targata Lirutti, entrato a dare equilibrio al gioco del sestetto di Schiavon. Il passaggio a vuoto della squadra tifernate prosegue ed il Club Italia si porta sul 21-24: Rossi annulla due palle set ma Lanza chiude la frazione. Si riparte nel quarto set con gli umbri che hanno maggior piglio (8-5 al primo time out tecnico), grazie soprattutto alla buona vena di Vedovotto che mette a terra anche la palla dell’11-7. Ma il Club Italia non è quello dei primi due set e rimonta (12-11), mettendo in evidenza un ottimo Lanza. L’ace di Nemec manda le sue squadre al secondo time out tecnico sul 16-13 ed è ancora il giocatore slovacco a fare un altro break, quello del 19-15. La resistenza del Club Italia si chiude praticamente sul punto di Vedovotto del 22-16, dopo una bella difesa di capitan Rosalba. Nemec si incarica di attaccare la palla del 24-18 e Rossi chiude set e incontro.
GHERARDI CARTOEDIT SVI CITTA’ DI CASTELLO – CLUB ITALIA AERONAUTICA MILITARE ROMA = 3-1
(25-19, 25-15, 23-25, 25-18)
CITTA’ DI CASTELLO: Vedovotto 20, Nemec 19, Rosalba 9, Di Benedetto 9, Rossi 7, Orduna 1, Rossini (L), Lipparini, Marini, Benedetti. N.E. – Marino, Ravellino, Nardi. All. Andrea Radici.
ROMA: Lanza 18, Vettori 12, Postiglioni 11, Mazzone 6, De Giorgi 1, Paris 1, Pesaresi (L), Pinelli, Fedrizzi, Preti, Lirutti 5, Sperandio. All. Luigi Schiavon.
Arbitri: Bertoletti (RM) e Morgillo (NA).
Città di Castello (b.v. 3, b.s. 14, muri 9, errori 8).
Club Italia (b.v. 3, b.s. 21, muri 5, errori 9).
(fonte Pallavolo Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 15, 2011 23:28