Città di Castello, bilancio al termine dell’andata

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 4, 2011 04:01
Gustinelli Valdemaro

Valdemaro Gustinelli

Con il netto tre a zero inflitto in trasferta a Pineto, si è chiuso il girone di andata della Gherardi Cartoedit Città di Castello. Una prima fase della stagione caratterizzata da belle prestazioni e da qualche gara meno brillante, anche se nessuno degli avversari affrontati può dire di aver messo sotto nettamente Rosalba e compagni. C’è però da sottolineare che il passaggio a vuoto tra la fine di novembre e la metà di dicembre è coinciso con l’assenza proprio del capitano e le condizioni fisiche non perfette di altri componenti della rosa a disposizione di Radici. Nella partita di ieri a Pineto, come domenica scorsa contro Gela e nella seconda parte del match prenatalizio a Sora, si è rivista la squadra di inizio stagione che, con l’umiltà che la contraddistingue, lotta su ogni palla per portare a casa il punto e la vittoria. Il bottino finale quindi dell’andata è di 24 punti, che, senza infortuni, avrebbero potuto essere 4 o 5 di più.  Andrea Radici inizia parlando del match di ieri:“Direi che a Pineto la partita è stata caratterizzata da un primo set giocato bene dalla Gherardi Cartoedit, con una buona partenza segno di forte personalità, tesa ad aggredire le fonti principali del gioco avversario; seppure venuta su misura la vittoria del primo set ha dato certezze per il prosieguo della gara. Nei due set successivi abbiamo messo in campo le nostre migliori armi, i migliori riferimenti in attacco e il risultato rispecchia le differenze in campo. Abbiamo dimostrato di aver fatto passi avanti a livello del gioco, l’avversario avrebbe avuto bisogno di una super prestazione per confrontarsi alla pari. Abbiamo chiuso bene l’andata con una vittoria convincente e una condizione generale buona. Il bilancio dell’andata è puramente teorico perché non si può riflettere vista la vicinanza di impegni importanti: l’aspetto positivo è che la squadra ha avuto sempre nelle sue corde la capacità di giocare ad alto livello, anche nelle partite perse. A livello numerico qualche piccolo rammarico c’è per aver giocato alcune partite in formazione rimaneggiata ma fa parte del gioco anche perché la classifica è buona, abbiamo sempre mantenuto la zona play-off. Perciò prendiamo come riferimento l’andata per correggere eventuali carenze, per crescere e migliorare”.  Il team manager Valdemaro Gustinelli fa un’analisi più articolata: “Ovviamente commentare adesso rischia di confondere le idee perchè siamo in un buon momento visto che veniamo da tre vittorie di fila, frutto della condizione fisica buona da parte di tutti i giocatori. Questo finale di anno ci dà il valore oggettivo di questa squadra che può stare appena dietro le primissime della classe con il valore aggiunto delle capacità di singoli che possono decidere le sorti dei set giocati punto a punto. L’andata rispetta le aspettative, anche se potevamo fare qualcosa di più ma siamo comunque contenti perché la squadra ha risolto quel momento non facile. Sono contento dei risultati raggiunti e anche del rendimento dei singoli: Vedovotto ha un rendimento ottimo ed è positivo anche l’inserimento di Rossi, giocatore dalla gran fisicità. La costanza di Orduna, Nemec e Rossini è sotto gli occhi di tutti mentre Ravellino sta diventando protagonista assoluto, dall’alto della sua esperienza; quello che ci aspettiamo dal girone di ritorno è di avere Rosalba in buone condizioni fisiche visto che lui può fare quello che vuole in un campionato come questo. La società tenta di migliorarsi sempre, in mezzo a tante difficoltà anche per la presenza di una squadra di A1 a due passi: non dobbiamo temere nulla dal punto di vista dell’affetto della gente e della presenza del pubblico, semmai temere le capacità organizzative ed economiche. L’obiettivo rimane quello di fare una grande stagione per capire anche quello che potrà avvenire nel futuro”. L’analisi finale è del direttore sportivo, Mauro Alcherigi: “Approdiamo al giro di boa del campionato con il nono posto a pari merito, a 4 soli punti dall’accesso alle finali di Coppa Italia; è una posizione  di classifica non rispondente al valore della squadra, ma figlia degli infortuni avuti nel periodo più intenso di gare tra metà novembre e metà dicembre.  Oggi, con il recupero di Rosalba e Vedovotto, la squadra ha trovato equilibrio, fiducia e tranquillità e ha ripreso una marcia spedita. Ci attende un girone di ritorno dove vogliamo e possiamo fare bene perché a squadra e cresciuta molto sul livello di gioco individuale e collettivo. Il gruppo è coeso e anche l’ingresso dei nuovi Rossi Andrea e Claudio Nardi è stato vissuto come una spinta propulsiva. La pallavolo è uno sport spesso difficile da decifrare, ma sicuramente la Gherardi Cartoedit Svi sarà protagonista di questa seconda parte della stagione anche grazie ad un  pubblico magnifico che ci viene invidiato da tutti e a un grandissimo presidente come Arveno Joan. Per questi obiettivi  lavoriamo cercando di dare sempre il meglio delle nostre energie”. Si torna in palestra domani: il match contro Segrate del 6 gennaio è da non sbagliare.
(fonte Pallavolo Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 4, 2011 04:01