Città di Castello in festa per la vittoria a Ravenna

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 30, 2011 23:21

Città di Castello in festa per la vittoria a Ravenna

Rosalba Simone (ricezione)

Simone Rosalba in ricezione

Una splendida vittoria, due punti fondamentali e un’impresa, come quella che hanno portato a termine i ragazzi di Radici  in quel del Pala-Costa, restituendo alla Marcegaglia la sconfitta patita in casa. Si parte con i sestetti annunciati e con un’assenza per parte: in casa Gherardi Cartoedit Svi Città di Castello non c’è Ravellino sostituito da Di Benedetto mentre Ravenna deve fare a meno di Plesko ma Babini ritrova Sirri in sestetto.  La Marcegaglia Ravenna si porta avanti di due lunghezze (4-2) con Salgado poi è Di Benedetto che pareggia i conti a muro (5-5), consentendo alla formazione di Radici di condurre (7-8) al primo time out tecnico. Città di Castello è in partita e tiene testa ai padroni di casa (11-11), viaggiando punto a punto fino al 14-14 poi è un servizio vincente di Castellano a regalare il break prima del secondo time out tecnico (16-14). Il capitano Simone Rosalba, cresciuto pallavolisticamente a Ravenna, mette a segno il punto del 17-17 in un set equilibratissimo e molto combattuto fino a questo momento. Un contrattacco di Stefano Moro dà ancora il doppio vantaggio alla Marcegaglia (19-17) che va sul 21-19 anche grazie ad un tocco a muro chiamato dal secondo arbitro su cui i tifernati non sono d’accordo. Un attacco out di Vedovotto porta i romagnoli sul 23-20 ed allora Andrea Radici chiama time out ma la Marcegaglia non si scompone e porta a casa il set, ancora con Moro (25-20), autore di 10 punti nel set. Nel secondo set Rosalba spinge il primo vantaggio di Città di Castello (0-2) che si porta sullo 0-4 con due muri di fila di Nemec e Rossi. L’opposto slovacco schiaccia anche il punto dell’1-5, costringendo la Marcegaglia ad inseguire sul 2-7 e sul 3-8 al primo time out tecnico. Gli emiliani si riavvicinano fino al 6-9 poi ci pensa Vedovotto con super attacco a riconsegnare alla Gherardi Cartoedit Svi un vantaggio di cinque punti (6-11) che diventano sei dopo un muro di Nemec su Mengozzi (7-13). Al secondo time out tecnico è più sette per Rosalba e compagni (9-16). Babini toglie Sirri ed inserisce Gherardi, non potendo contare sull’infortunato Plesko e Ravenna mette a segno tre punti di fila (15-18) sul servizio di Salgado. Andrea Radici chiama time out e la squadra si riprende immediatamente con Nemec sugli scudi (16-23): ci pensa un servizio out di Castellano a regalare la parità a Città di Castello (17-25). Subito grande battaglia in avvio di terzo set: gli ospiti si portano sull’1-3 ma Ravenna non si scompone e pareggia (4-4). Salgado sale in cattedra portando i suoi in vantaggio di due punti (8-6) al primo time out tecnico; il gap diventa di quattro lunghezze (11-7) ed allora Andrea Radici ferma subito il gioco. Martin Nemec tenta di scuotere i suoi che accorciano sul 13-14, sfruttando anche un fallo di posizione sanzionato alla Marcegaglia che è comunque avanti (16-14) al secondo time out tecnico. E’ ancora Nemec a mettere a terra la palla della parità (16-16) e Di Benedetto a murare Salgado per il vantaggio biancorosso (17-18). La Marcegaglia trova con Moro in battuta il punto del 20-20 e consentire anche il sorpasso (21-20); Ravenna va sul 24-23 con Sirri e Radici ferma il gioco. Al rientro Nemec annulla la prima palla set, Sirri ne guadagna un’altra ma poi sbaglia il servizio (25-25), Moro ne mette a terra altre due e alla quarta occasione la Marcegaglia conquista il terzo set. La quarta frazione si apre con qualche difficoltà in ricezione (5-7) per la Gherardi Cartoedit Svi che comunque cerca di stare a contatto con i ragazzi di Babini (8-8, dopo un muro di Orduna). Rosalba e Nemec accendono il turbo e la formazione di Radici mette la freccia (10-12) tanto che Babini chiama time out per riportare ordine nelle fila della sua squadra. Ci riesce, per poco, visto che Castellano pareggia ma poi lo stesso ex spoletino attacca out e vede sfilare la battuta di Di Benedetto che frutta il 12-15. Alla seconda interruzione è 13-16 per la squadra del presidente Joan che vola sul 13-18, costringendo Babini al secondo time out. Due punti di Salgado (attacco e muro) fruttano il 18-21 ma poi lo stesso cubano sbaglia il servizio, consegnando quattro palle set ai tifernati: Mengozzi annulla la prima, Rosalba mette a terra la seconda (8 punti nel set per lui) e si va al tie break. L’inizio del quinto e decisivo set è fulminante per gli umbri che mettono in difficoltà la Marcegaglia con la battuta di Nemec (2-5); Ravenna non ci sta, pareggia con due muri di fila e sorpassa (7-5). Il parziale di 5-0 per i padroni di casa sembra micidiale da sopportare ma Città di Castello non molla e al cambio di campo è 8-7. Ancora un sorpasso biancorosso (8-9) con due punti di ‘Pippo’ Vedovotto che si ripete con un’altra doppietta in attacco (9-11) aprendo un break importantissimo. Rosalba mette a terra due attacchi meravigliosi, firmando l’11-14 e le tre palle match per i tifernati. Salgado annulla la prima palla set, il capitano Rosalba manda in visibilio i sostenitori di Città di Castello giunti fra mille difficoltà atmosferiche in terra romagnola. Da notare che la squadra è scesa in campo con un nuovo marchio sulle maglie, quello della Toyota Material Handling Italia.
MARCEGAGLIA RAVENNA – GHERARDI CARTOEDIT SVI CITTA’ DI CASTELLO = 2-3
(25-20, 17-25, 28-26, 21-25, 12-15)
RAVENNA: Moro 25, Castellano 16, Salgado 15, Mengozzi 11, Sirri 10, Corvetta 2, Tabanelli (L), Gherardi 1, Zamagni, Rambelli. N.E. -Kovalchuk, Monti, Saviotti. All. Antonio Babini.
CITTA’ DI CASTELLO: Rosalba 26, Nemec 22, Vedovotto 17, Rossi 9, Di Benedetto 7, Orduna 1, Rossini (L), Marini, Lipparini, Marino. N.E. – Nardi, Ravellino, Benedetti. All. Andrea Radici.
Arbitri: Carrara (GO) e Simbari (MI).
Ravenna (b.v. 6, b.s. 14, muri 10 errori 12).
Città di Castello (b.v 3, b.s. 9, muri 13, errori 13).
(fonte Pallavolo Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 30, 2011 23:21