Città di Castello nella tana del Milano

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 8, 2011 17:49
Radici Andrea

Andrea Radici

Che solidità mentale, che rabbia e che rimonta! La Gherardi Cartoedit Svi Città di Castello vista contro Segrate è piaciuta a tutti i propri tifosi e sostenitori per quello che ha messo in campo, dopo un primo set in cui i lombardi sembravano padroni della situazione. La squadra, opportunamente sistemata in campo da coach Radici dopo la defezione di Nemec, ha risposto alla grande, guidata in campo dal suo capitano Simone Rosalba che ha fatto impazzire i sostenitori tifernati per le perfette giocate in attacco e difesa; ma il merito va suddiviso equamente tra tutto il sestetto a cominciare da Marco Lipparini, che ha dato equilibrio alla seconda linea e giocato bene anche in attacco, per continuare con Orduna, lucidissimo nelle scelte nei momenti delicati del match, con Rossini, straordinario in difesa, con Ravellino e Rossi, solidi a muro e in attacco, e per finire con Vedovotto, sempre più determinante quando la palla scotta. “Siamo stati bravi e ci siamo uniti nelle difficoltà – dichiara il d.s. Mauro Alcherigi – ed abbiamo usufruito anche di un pubblico caldo, caldissimo come poche altre società hanno in A2”. E proprio dal pubblico parte l’analisi del presidente Arveno Joan: “E’ stato e sarà sempre il nostro settimo uomo in campo ma mi preme sottolineare come questa vittoria sia stata la vittoria del gruppo, di un gruppo unito e affiatato che staff tecnico, società ed atleti stessi sono riusciti a plasmare. Abbiamo creato in questa stagione uno staff di persone che stanno vicine alla squadra con grande competenza pallavolistica di cui la città deve essere orgogliosa. Stiamo facendo molto, grazie all’aiuto degli sponsor, cercando di creare qualcosa per il futuro di questo sport. Ma vorrei anche ricordare e ringraziare Claudio Nardi: è un orgoglio per noi e per lui tornare in A2 a 45 anni, guarda caso ci ritroviamo in serie A io e lui, dopo tanti anni! Mi piace anche parlare di un altro giocatore e cioè di Marco Lipparini che ha dimostrato di aver recuperato appieno dal grave infortunio, e vorrei anche dire che la prestazione del capitano Rosalba meriterebbe spazio su tutti i quotidiani sportivi nazionali. Infine ringrazio i dirigenti di Segrate che, con molta sportività, hanno riconosciuto il nostro valore dimostrato in campo, accettando sportivamente la battuta d’arresto”. Ovviamente ad Andrea Radici, coach tifernate, spetta l’analisi tecnica del match contro Segrate: “E’ stata una partita importante, perché la squadra ha dimostrato di essere in un  momento molto positivo; c’è mancato Martin Nemec per la prima volta e non era facile trovare subito la convinzione dopo il primo set in cui l’avversario ha dimostrato di essere forte e di avere sicurezza di gioco. Il secondo set è stato tirato e difficile anche se abbiamo fin da subito provato a gestire al meglio le risorse e a mettere a proprio agio Lipparini e Vedovotto che operavano in situazioni per loro inconsuete. La bravura di tutti, trascinati dal condottiero Rosalba, ha fatto sì che venisse fuori una prestazione di alto livello, che ci dà morale per il futuro”. Un futuro che è già presente visto che il prossimo avversario di Rosalba e compagni già si profila all’orizzonte, si tratta della Che Banca Milano del grande ex, Enzo di Manno. I ragazzi di coach Fumagalli hanno gli stessi punti in classifica dei tifernati, 27, frutto di dieci vittorie e sei sconfitte. Neopromossa in A2, la Che Banca ha subito dimostrato di voler fare le cose per bene, acquistando, oltre all’opposto ex Città di Castello, l’alzatore Mattera e il centrale Insalata da Castellana Grotte, lo schiacciatore slovacco Janusek e il libero Durante. Completano il 6+1 lombardo il bulgaro con passaporto italiano Angelov e il centrale Vajra. Radici si esprime così sullo scontro di domenica: “E’ la terza partita della settimana e, come già accaduto, cercheremo di recuperare energie nel poco arco di tempo che ci separa dal fischio d’inizio. Siamo consapevoli delle difficoltà che Milano ci proporrà, speriamo che da parte nostra ci sia l’atteggiamento giusto per affrontarle: dovremo essere bravi per confrontarci con loro visto che è la partita più complicata delle ultime settimane”. Così in campo: (Palasport di Cinisello Balsamo, domenica 9 gennaio ore 18, arbitri Massimo Florian di Treviso e Ciro Falivene di Rapallo). Milano: Mattera-Di Manno, Janusek-Angelov, Vajra-Insalata, Durante (L), a disposizione Morelli, Vecchiato, Barsi, Jago, Robbiati, Cauteruccio (L2). All. Marco Fumagalli. Città di Castello: Orduna-Nemec, Rosalba-Vedovotto, Rossi-Ravellino, Rossini (L), a disposizione Lipparini, Marini, Marino, Di Benedetto, Nardi. All. Andrea Radici. Radiocronaca diretta su Rts a partire dalle ore 18, differita tv su Trg martedì 11 gennaio a partire dalle ore 22,30.
(fonte Pallavolo Città di Castello)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Gennaio 8, 2011 17:49