La Emma Villas Chiusi è coriacea ma cede

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 28, 2011 10:53

La Emma Villas Chiusi è coriacea ma cede

Cateni Giorgio

Giorgio Cateni

Che non fosse una partita facile lo diceva la classifica e i nomi stessi dei giocatori ospiti della Grifo Volley Perugia. Gente tosta e di esperienza come Alejandro Luis Romanò ex nazionale argentino ed ex giocatore della Pet Company Perugia che conquistò la serie A1, e poi Cappelletti, Bondini, Cipolletti, Sherko… Per la Emma Villas Chiusi che comunque in casa aveva lasciato la posta solo al Terni, un impegno complicato, proibitivo quasi. E’ finita 3-0 per i perugini, ma la squadra di casa non ha demeritato, giocando con discreta intensità e facendo vedere a tratti una buona pallavolo. Presentatasi in campo senza l’allenatore Marchettini appiedato dalla varicella e sostituito nell’occasione dal tecnico delle giovanili Roberto Civitelli, e senza l’opposto titolare Fongo, uomo di maggior esperienza della formazione, la Vitt ha provato a vendere cara la pelle e c’è pure riuscita, al di là di quanto dica il punteggio. Con Fongo in campo e senza qualche mossa poco comprensibile o precipitosa dell’improvvisato coach Civitelli, consigliato dall’allenatore in campo Benicchi, forse la partita avrebbe anche potuto prendere una piega diversa. Sia alla fine del primo set, che a metà del secondo, con l’incontro ancora abbastanza equilibrato e giocato punto su punto il duo Civitelli-Benicchi ha optato per il cambio in regia togliendo Lorenzoni fino a quel momento tra i migliori insieme a Bartolucci e Micheli che aveva innescato a dovere, per far entrare Giorgio Cateni ed ha sostituito il giovane opposto Faleri che faticava ad entrare in partita con l’altro giovanissimo Scricciolo, impiegato però in un ruolo non suo. Il terzo avvicendamento (Nofroni per Meconcelli) è durato poco per un infortunio all’ex Orvieto costretto subito alla resa. Il cambio di giocatori che ha suscitato qualche perplessità tra gli spettatori non ha impresso il cambio di marcia sperato, anzi. La Vitt ha smesso di giocare al centro dove era passata più frequentemente e Bartolucci, finalmente continuo e determinato per tutta la gara, ha dovuto cantare e portare la croce. Grande partita, quella del capitano, ma non è bastata per riequilibrare le sorti dell’incontro, anche se il terzo e ultimo set è finito 26-24 ed è stato combattuto fino alla fine, con il castiglionese che ha messo palla a terra da tutte le posizioni. La Grifo Volley è apparsa solida, come sempre in ricezione e nella fase difensiva, ma non trascendentale in attacco, dove l’allenatore-giocatore Romanò ha fatto sì la sua bella partita, ma senza sfracelli. A dirla tutta, meglio Bartolucci. La Emma Villas ha dimostrato di potersela giocare alla pari anche con squadre più esperte e quadrate. Scricciolo pur mostrando qualche titubanza ha messo a segno colpi di classe e di potenza rari in ragazzi della sua età; Micheli finché è stato servito e chiamato in causa è stato devastante; Daniele Cateni ha alternato, come spesso gli succede, giocate stratosferiche a pallette improbabili o sprecate per eccesso di confidenza. Coach Civitelli avrebbe forse dovuto avere più pazienza con Faleri e Meconcelli, due ragazzini che di fronte a mostri sacri come Romanò o Cappeletti è normale che sentano un po’ tremare il braccio… Quanto alla regia, Giorgio Cateni ha forse più grinta di Lorenzoni, ma nella distribuzione del gioco, nella precisione del palleggio e stavolta anche in fase di difesa è apparso meno efficace del compagno. Per questo, alla fine la sostituzione in corsa è apparsa inspiegabile. Così come è apparsa precipitosa la sostituzione di Faleri. E’ vero che Civitelli si è trovato catapultato in panchina all’improvviso per il forfait di Marchettini e forse ha agito d’istinto; se ha fatto i cambi che ha fatto avrà avuto le sue buone ragioni (magari dettate dagli allenamenti dei giorni precedenti) e avrà pensato di far bene, ma la sensazione che siano stati commessi degli errori tecnico-tattici, di ‘lettura’ della partita, è netta. Nessuno  tra i giocatori ha fatto drammi, il gruppo è solido e coeso, ma situazioni del genere rischiano di minarlo e di creare incomprensioni e situazioni di turbativa di cui la squadra non ha certo bisogno… Non possono esserci in una squadra, tanto più in una squadra che non deve vincere il campionato, giocatori che non possano permettersi di sbagliare nulla.
EMMA VILLAS CHIUSI – GRIFO  VOLLEY PERUGIA = 0-3
(19-25, 17-25, 24-26)
(fonte Prima Pagina Chiusi)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Febbraio 28, 2011 10:53