Despar Perugia, è l’ora di stringere i denti

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 31, 2011 20:22

Despar Perugia, è l’ora di stringere i denti

Despar Perugia (unite)

le ragazze della Despar Perugia unite a centro campo

Dopo la sconfitta in casa della capolista Bergamo la classifica della Despar Perugia è tornata a scurirsi. Non è tanto lo stop in terra lombarda (peraltro ampiamente preventivabile, ndr), ad aver riportato le nubi sopra il cielo umbro, ma è il punto conquistato da Piacenza contro Conegliano Veneto ad aver ricacciato al penultimo posto le biancorosse. Quando mancano solo cinque giornate al termine della regular season, le ragazze del presidente Alfonso Orabona sono appaiate in graduatoria alle piacentine (che hanno una vittoria in più) e al Modena (che gode di un miglior quoziente set), tutte a 16 punti. Tradotto in parole povere, se il campionato di serie A1 femminile finisse oggi la gloriosa società sportiva Sirio sarebbe retrocessa. Ma per fortuna ci sono altre cinque gare da disputare, con quindici punti potenzialmente in palio, e tutto ancora può succedere. In effetti, oltre a Piacenza ed a Modena, nello sprint di fine stagione bisogna includere una quarta squadra, quel Castellana Grotte che ora precede il trio di due lunghezze e non può ancora dirsi fuori dalla lotta. A guardare bene il calendario, però, non c’è da essere troppo ottimisti. La Despar è quella con gli impegni più difficili sulla carta. Le avversarie che deve affrontare sono tutte di prima e seconda fascia. Le umbre nell’ordine dovranno giocare con Pesaro, Novara, Conegliano Veneto, Busto Arsizio ed Urbino. Non che siano formazioni imbattibili, per carità, ma pur sempre squadre che hanno dimostrato qualcosa rispetto alle altre, pertanto con qualche certezza in più nel gioco. Insomma, in questo epilogo di campionato sembra proprio che non ci sarà spazio per annoiarsi. Volendo avanzare un’azzardato pronostico, la salvezza si trova a quota 22 punti, leggermente più alta che negli anni passati. Perciò Perugia deve assolutamente conquistarne altri sei punti per sperare. Calcoli statistici a parte, come è stato ricordato, non si dovrà guardare in faccia a nessuno.
(fonte La Nazione)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 31, 2011 20:22