La Legnami Paolo Orvieto sfiora il colpaccio col Fucecchio

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 6, 2011 15:28

La Legnami Paolo Orvieto sfiora il colpaccio col Fucecchio

Servettini Daniele (muro)

il centrale Daniele Servettini a muro

Non è bastata una bellissima ed entusiasmante rimonta alla Legnami Paolo Orvieto: la compagine della rupe, infatti, dopo essersi trovata sotto due a zero ha comunque ceduto in dirittura d’arrivo a Lo Stivale Fucecchio perdendo il decisivo tie-break. Negli scambi iniziali di primo set sono gli ospiti con Lusci e Poli a prendere l’iniziativa nonostante la Libertas vada a segno con Servettini e Luca Pasquini (5-9); il sestetto di coach Benvenuti sembra più in partita e, sfruttando anche il turno al servizio di Garino, mantiene le distanze (8-13); è però proprio il punto del +5 avversario, realizzato dallo stesso schiacciatore grazie ad un ace alquanto dubbio (la palla di fatto era terminata fuori), che farà da preludio alla serata poco felice dei due fischietti, soprattutto del primo (ci sarà più di un’occasione nel match in cui si renderanno protagonisti). Tornando alla cronaca dell’incontro una caparbia Orvieto riesce con Servettini a muro e con Bittoni, Vergoni e Bastianini in attacco a rosicchiare qualche lunghezza (14-17); ma Lusci da vero trascinatore aumenta il gap (14-21); da qui in poi un regolare cambio-palla porterà la frazione sino al definitivo 19 a 25 per i toscani. Anche nel secondo parziale Fucecchio parte subito forte passando a condurre 0-4 grazie alle battute vincenti di Garino e alle schiacciate di Lusci; Bastianini, Servettini, Luca Pasquini e Bittoni non mollano, ma il team bianconero amministra il suo vantaggio (7-12); alcuni errori di troppo e la puntualità da prima linea di Bastianini e Pasquini unita al secondo tocco di capitan Alessandro Pasquini consentono agli uomini del duo Ercolani – Carotta di impattare (15-15); si incomincia a giocare sul filo dell’equilibrio: ad un super Servettini preciso in tutti i fondamentali risponde dall’altra parte un attento Boldrini (20-20); la situazione di sostanziale parità si spezza quando i gialloblu raggiungono il set-point sul 24-23: Lusci annulla e si va ai vantaggi dove alla fine la spunteranno gli avversari proprio grazie ad un ace dello stesso opposto 25 a 27. La Legnami Paolo, però, sembra stavolta non essere quella formazione opaca e con poco smalto vista nell’ultima uscita casalinga; ne è una dimostrazione l’avvio di terza frazione nella quale gli orvietani prendono in mano sin da subito le redini del gioco: i blocks vincenti di Servettini e Chiappini insieme agli attacchi Bastianini e Bittoni mandano i propri colori sull’8-4; il break decisivo, però, viene propiziato da un ottima sequenza alla battuta di Luca Pasquini (per lui anche un ace) che permette agli stessi Bastianini e Chiappini e a capitan Alessandro Pasquini di finalizzare importanti muri e contrattacchi (15-6); gli ospiti sono decisamente storditi: un monumentale Servettini ed ancora Bastianini, pertanto, affondano il colpo con la pratica che va in archivio su un eloquente 25 a 14. Quanto di positivo fatto nel parziale precedente si riconferma anche nel quarto: Servettini a muro e Luca Pasquini firmano il 5-1; Lusci tenta di far rimanere i suoi in scia, ma i padroni di casa allungano (10-6); gli ospiti si rifanno pericolosamente sotto sino al 10-8; viene poi raggiunto anche il -1 perché l’arbitro decide di punire una protesta orvietana con un cartellino giallo (rimostranza da ritenere comunque giustificabile perché ultima di una serie di chiamate fino a quel momento praticamente tutte contro i gialloblu); la decisione del primo fischietto, però, non affossa i padroni di casa, anzi dà loro una nuova carica: Servettini e Bastianini, infatti, riportano la Libertas avanti (17-11) e, sebbene i neo-entrati Montagnani e Cei tentino il tutto per tutto (22-15), sono Bittoni ed ancora una volta Servettini a mettere il sigillo sul 25 a 19. Nel tie-break è Fucecchio a prendere subito il largo grazie anche alle battute di Rocchini e ad un inspiegabile calo di tensione orvietano (7-1); Bastianini, Pasquini e Chiappini cercano di stare al passo, ma il sestetto toscano con Lusci e Montagnani (riconfermato in campo dopo il buon finale di quarto set) è ben vigile dal farsi sorprendere (6-13); Bittoni e Bastianini fino all’ultimo non allentano la presa (11-14): è Lusci, però, a siglare il punto risolutivo dell’11 a 15. Incontro dunque che, per come si era evoluto, alla fine ha permesso di ottenere un punto e di rimuovere la classifica. Purtroppo l’appuntamento con il successo casalingo manca ancora all’appello da inizio anno, per non parlare di quello al quinto set che resta ancora un tabù; è stato importante, comunque, rivedere in campo una squadra che, nonostante le avversità, ha saputo reagire e ritrovare un proprio equilibrio. Ovviamente la sconfitta non è da imputare assolutamente al pur discutibile arbitraggio (tra l’altro è la prima volta che in un articolo sulla formazione orvietana si fa riferimento all’operato dei direttori di gara), anzi una nota di merito è giusto darla a Fucecchio che ha dimostrato di essere formazione competitiva anche con le cosiddette seconde linee. Il riconoscimento più speciale, però, va tutto al pubblico orvietano, vero settimo uomo in campo che ha sempre incitato calorosamente i propri giocatori soprattutto nei frangenti di partita più difficili. E adesso sotto con il prossimo avversario: tra sette giorni, infatti, si andrà a far visita alla seconda della classe Ongina, in una delle trasferte più lunghe e ostiche del campionato. L’appuntamento, quindi, è per sabato 12 marzo alle ore 21 presso il palasport della cittadina emiliana.
LEGNAMI PAOLO ORVIETO – LO STIVALE FUCECCHIO = 2-3
(19-25, 25-27, 25-14, 25-19, 11-15)
ORVIETO: Servettini 21, Bastianini 18, Bittoni 9, Pasquini L. 8, Chiappini 7, Pasquini A. 2, Ciangottini (L), Vergoni 1, Rubini, Graziani, Polloni, Morleschi. All. Maurizio Ercolani e Davide Carotta.
FUCECCHIO: Lusci 21, Rocchini 10, Garino 8, Riccetti 7, Poli 6, Boldrini 4, Arrigoni (L), Montagnani 4, Cei 3, Pallesi 1, Benvenuti D., Vescovi, Verbeni.  All. Federico Benvenuti e Maurizio Riccioni.
Arbitri: Francesco Postorino ed Antonella Verrascina.
(fonte Libertas Pallavolo Orvieto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 6, 2011 15:28