La Legnami Paolo Orvieto termina il digiuno

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 20, 2011 15:49

La Legnami Paolo Orvieto termina il digiuno

Ciangottini Diego (ricezione)

una ricezione del libero Diego Ciangottini

Nella gara d’andata la Legnami Paolo Orvieto era riuscita ad imporre il suo gioco solo nel primo set (il match terminò 3-1 in favore del Cus Pisa); stavolta invece, si è registrato l’esatto opposto: dopo aver perso il primo parziale, infatti, gli uomini del duo Ercolani – Carotta hanno conseguito la vittoria disputando una bella prova di grande carattere e agonismo che per il momento li allontana dalla zona ‘calda’ della retrocessione. La partita si apre all’insegna dell’equilibrio: a Bastianini, Luca Pasquini e Rubini da una parte rispondono dall’altra Lumini, Piccinetti e Montemurro (9-9); a spezzare la parità, però, è Pisa che piazza grazie allo stesso Lumini e a Castelli un break di +4 (13-9); i gialloblu cercano di rifarsi sotto ancora con Bastianini e L. Pasquini, ma gli ospiti controllano bene (16-14) prima di portarsi grazie a Masini ed alla complicità di qualche errore orvietano sul +5 (19-14); Bittoni e Servettini non desistono, tuttavia alla fine è il team di Lazzeroni che riesce a chiudere sul 25-20. Mentre negli ultimi incontri casalinghi andare sotto 1-0 non si era rivelata una situazione di buon auspicio questa volta, al contrario, il trend negativo viene finalmente sovvertito: la giusta reazione si incomincia a vedere già dagli scambi iniziali di secondo set con la compagine della rupe che, entrata in campo con un piglio diverso, è abile a firmare grazie anche a Bittoni il 3-1; gli universitari restano sempre col fiato sul collo, ma Bastianini, Luca Pasquini, Vergoni e lo stesso Bittoni trascinano i propri colori sul 12-8; il vantaggio tuttavia dura poco perché Castelli e tre errori-punto della Legnami Paolo consentono ai pisani di impattare (12-12); Bastianini e Servettini chiamati in causa da capitan Alessandro Pasquini (subentrato sul 13-12) vanno a segno (16-14); gli avversari però, non ne vogliono proprio sapere di mollare (18-18) e, nonostante Montemurro sigli il 20-22, Orvieto è brava a non farsi raggiungere: frazione in archivio 25-22. Sull’1-1 il terzo parziale molto spesso può fare la differenza; la consapevolezza di poter conquistare tre punti importantissimi spinge ancora più in alto la Libertas che parte a razzo: Bittoni, Vergoni, i buoni recuperi del libero Ciangottini ed un super Luca Pasquini fanno volare i padroni di casa sul 9-4; il Cus è letteralmente stordito: ne approfittano di nuovo Vergoni, capitan Alessandro Pasquini, Bittoni e Servettini (autore di due splendidi blocks vincenti)  che affondano il colpo portandosi 16-6; il gap continua poi ad aumentare anche perché Corrias e compagni commettono diversi errori (19-7); Bastianini firma il 23-9 e, sebbene qualche piccola sbavatura orvietana permetta ai toscani di “accorciare” relativamente le distanze (13-23), lo score viene fissato da Bittoni su un eloquente 25-13. Nel quarto set i gialloblu vanno subito avanti grazie a Bittoni, Servettini e a due aces realizzati da capitan Pasquini (4-1); gli ospiti, però, non vogliono far ‘scappare’ la Legnami Paolo e, dopo aver impattato, passano grazie a Castelli e a Piccinetti a condurre 13-10; il team della rupe, però, non si disunisce e pazientemente tenta di risalire la china con Vergoni, Bastianini e Bittoni (13-15); gli sforzi si concretizzano quando Servettini (con un servizio vincente) e lo stesso Bastianini firmano il sorpasso (17-15); da qui in poi il match è un continuo valzer di emozioni con vantaggi da una parte e dall’altra che vengono ripetutamente annullati: si arriva così sino al 24-23 per Orvieto; ci pensa quindi Lumini a siglare una nuova parità che si interromperà solo quando Luca Pasquini ed un errore pisano sanciranno il definitivo 27-25. Sfida, dunque, ricca di pathos per la compagine del dirigente Vincenzo Spagnoli: finalmente il tanto sospirato successo fra le mura amiche è tornato e soprattutto quel gruppo unito, grintoso e determinato che si era ricominciato a vedere negli ultimi impegni ha dato prova di essere cresciuto dove finora era venuto meno ovvero nei frangenti di partita punto a punto. Un plauso spetta di diritto a tutto lo staff della Legnami Paolo, quello più speciale, però, merita di essere riservato al pubblico orvietano anche stavolta protagonista di un tifo eccezionale durato dal primo all’ultimo scambio. Adesso bisognerebbe cercare di dare continuità di risultati anche se l’impegno del prossimo week-end si presenta alquanto ostico: Alessandro Pasquini e compagni, infatti, andranno di scena a Grosseto ed affronteranno la prima della classe (toscani in vetta alla classifica insieme ad Ongina); la speranza, comunque, è quella di continuare a trovare in campo una squadra attenta, decisa e compatta. L’appuntamento, quindi, è per sabato 26 marzo alle ore 21 presso il palazzetto dello sport della città maremmana.
LEGNAMI PAOLO ORVIETO – CUS PISA = 3-1
(20-25, 25-22, 25-13, 27-25)
ORVIETO: Bastianini 23, Bittoni 15, Pasquini L. 12, Servettini 11, Vergoni 5, Pasquini A. 4, Ciangottini (L), Rubini 1, Chiappini, Graziani, Morleschi. All. Ercolani e Carotta.
PISA: Castelli 16, Piccinetti 16, Lumini 11, Montemurro 7, Da Prato 5, Masini 3, Falaschi (L), Corrias 1, Guiggi 1, Croatti 1. All. Lazzeroni e Grassini.
Arbitri: Dario Epifani e Francesca Ferri.
(fonte Libertas Pallavolo Orvieto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 20, 2011 15:49