L’Etruria Corciano recrimina per la gara ‘viziata’

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 13, 2011 17:17

L’Etruria Corciano recrimina per la gara ‘viziata’

Camardese Simone

Simone Camardese

Una buona Etruria Corciano perde amaramente la sfida con la quotatissima Grifo Volley Perugia. Infatti se la classifica lasciava presagire una partita a senso unico, quella andata in scena a Corciano è stata, invece, gara vera, con i corcianesi a giocarsela alla pari per tutta la partita. Priva di Romanò la squadra ospite parte bene e riesce a portarsi avanti fino al 16-11 ma un ottimo turno in battuta di Sarnari consente ai ragazzi di Montazemi di riagguantare gli ospiti e portarsi avanti fino al 21-20. A questo punto sale in cattedra l’arbitro (peraltro autore di una prestazione imbarazzante e già contestata nell’ultimo turno casalingo) che fischiando due falli di doppio tocco al palleggiatore Camardese decreta prima il vantaggio degli ospiti sul 21-22 e poi la fine del set col punto del 23-25. Il set si chiude con le legittime proteste di tutti i presenti, tecnico, giocatori e pubblico sugli spalti, ma, non paga della sua opera, l’arbitro, all’inizio della seconda frazione ammonisce Camardese e Menetti (gli stessi ammoniti nell’ultima gara arbitrata dalla stessa!) scaldando ulteriormente gli animi. Il secondo set prosegue punto a punto fino al 21 pari. A quel punto qualche disattenzione dei ragazzi del dirigente Mauro Ciangottini spianano la strada a una più cinica Grifo Volley che si porta a casa anche il secondo set. Nel terzo parziale Romanò sostituisce il palleggiatore Bregliozzi con l’esperto Sordini che, entrato a freddo, commette alcuni plateali falli di palleggio incredibilmente non rilevati dal primo arbitro che, fino a quel momento, aveva adottato un metro, a dir poco discutibile nella valutazione del palleggio di Camardese. L’Etruria perde la testa e il set scivola via agevolmente a favore dell’ottima squadra di San Marco che porta a casa la posta piena. Ai corcianesi rimane il rammarico di essere riusciti a giocare alla pari con una squadra fra le più quotate del campionato, ma di essersi visti portare via la possibilità di giocarsela fino in fondo, per l’atteggiamento, a dir poco prevenuto (che a volte sembra trascendere nell’astio personale dati i precedenti), del primo arbitro, che si è nuovamente reso autore di una prestazione davvero faziosa e inadeguata agli standard minimi richiesti in un campionato di serie C. E in attesa di scoprire le motivazioni e le conseguenze delle due ennesime ammonizioni a Camardese e Menetti, l’Etruria riparte per preparare la difficile sfida di sabato prossimo contro il Clitunno sperando che stavolta i protagonisti della gara siano gli atleti in campo e non chi siede sul seggiolone.
ETRURIA VOLLEY CORCIANO – GRIFO VOLLEY PERUGIA = 0-3
(23-25, 22-25, 19-25)
CORCIANO: Camardese, Ceccagnoli, Ciangottini, Costamagna, Martino, Menetti, Montazemi, Sampaoli, Sarnari, Tognellini, Zampolini (L).  All. Puya Montazemi.
PERUGIA: Amantea, Bondini, Bregliozzi, Cappelletti, Iaccarino, Plumbi, Romanò, Sordini, Bartolini (L). All. Giuseppe Castellano.
(fonte Etruria Volley Corciano)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 13, 2011 17:17
  • pallavolista

    gioco da diverso tempo la serie c e sinceramente degli atteggiamenti del genere non li avevo mai visti. Credo che alla fine siamo noi giocatori qualche volta a esagerare, ma prendere decisioni solo per ripicca mi sembra fuoriluogo, decade il principio dell’imparzialità! e poi queste signorine riescono a fare arrabbiare anch le squadre “favorite” da tali decisioni, anche perchè a nessuno piace vincere grazie ad errori macroscopici. Non si parla di decisioni opinabili ma vere e proprie carenze da conoscenza del regolamento! e poi non ti dico se c’è un giocatore che a loro non va a genio. Perchè poi, cara federazione, arbitrano sempre partite di cartello? non volete vedere? tanta umiltà, ci vuole tanta umiltà e poi vedrete che anche gli errori possono essere dimenticati. Per restare in tema… CARTELLINO GIALLO!

  • bug

    Da tifosa della Grifo Volley devo dire che la doppia di Camardese sul 23-24 non era proprio da fischiare, queste due signorine continuano a fare danni in lungo e in largo per tutta la regione e a dimostrare di essere assolutamente inadeguate per la categoria come ci è capitato anche a noi nel girone d’andata contro il Foligno e contro il Selci.

  • atleta

    parliamoci chiaro.. La cosa fa proprio incazzare.. lo sbaglio ci sta, ma quel cazzo di atteggiamento alla “ahò, so tutto io..tu non ci capisci, io sono l’ARBITRO”…vabbè dai.. state serene… per l’appunto fate l’arbitro, e in serie C.. ci vorrebbe un atteggiamento un pò più umile e collaborativo, e non sempre votate allo scontro!! poi noi giocatori a volte siamo teste di cavolo, nessuno vuol perdere.. però atteggiamenti così altezzosi o gradassi si vedono di rado, e non tutte le sante partite di quell’atleta!

    Taba e Grechi antisportivi?? ma su, via….

  • Fabio

    Io c’ero venerdì sera, sono entrato subito dopo i cartellini:purtroppo,avendo avuto lo stesso primo arbitro la settimana precedente, non mi sono meravigliato. Taba e Grechi ammoniti per comportamento antisportivo!!!HiiHii

  • angelo

    due doppie a bardascio consecutive? mi sa che non gliele ho vista fare una in un anno intero passato insieme…
    p.s.
    bardascio ma che sei dimagrito?!?! ahahhahahahaaaaaaa!!!

    Angelo Murri

  • MatteoMoroni

    Se parli di Daniel Milardi, credo sia passato nazionale…

  • Arbitri penosi

    de siati, fois, cammarano, lotito, alunni (ma il vecchio non e’ ora che si ritira?) se invece di voler lasciare un segno del loro passaggio (come attila, dopo passato non cresceva piu’ l’erba) perdessero 5 minuti per leggere il regolamento non sbaglierebbero anche le piu’ elementari regole di questo sport, cosa che peraltro, i suddetti fanno in maniera sistematica.
    ma il problema non sta nel giudicare un dentro-fuori, un tocco-non tocco…. sta nell’atteggiamento che i suddetti settimanalmente mettono in mostra!
    Grugno di superiorita’ che mal si concilia con quello che sono chiamati a fare…e cioe’ non farsi notare!
    A proposito, che fine ha fatto il nano ternano spocchioso (non ricordiamo il nome) che ogni sabato rischiava di essere menato e che ha rovinato partite su partite?