Una volenterosa Legnami Paolo Orvieto cede ad Ongina

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 13, 2011 15:47

Una volenterosa Legnami Paolo Orvieto cede ad Ongina

Servettini Daniele (contrasto)

Daniele Servettini

L’impegno alla vigilia si preannunciava davvero molto ostico: il Canottieri Ongina, infatti, forte del suo secondo posto in classifica presentava un curriculum casalingo pressoché perfetto (nessuna sconfitta e 23 punti su 24 disponibili conquistati); la Legnami Paolo Orvieto però, al cospetto di quella che al termine della diciannovesima giornata diventerà la neo-capolista (dato che Grosseto nello scontro diretto è stata stoppata fra le mura amiche dal Firenze), ha disputato una prova tutt’altro che incolore anche se alla fine si è arresa. Negli scambi iniziali di primo set sono gli emiliani a dettare il gioco: Orvieto parte contratta e il team di Bruni grazie a Boniotti e a Bozzoni vola sino al 9-1; Bastianini e Servettini rosicchiano qualche punto, ma i padroni di casa controllano bene (13-7); Vergoni ed ancora Bastianini vanno a segno e, con i piacentini che commettono anche qualche errore di troppo, si arriva al 15-12 Ongina; le distanze, però, vengono subito ristabilite perché Merli e capitan Tencati (fratello di Luca, celebre atleta di serie A1) piazzano un break di +5 (20-12); Graziani (nel frattempo subentrato a Bittoni) ed un ottimo turno al servizio di Servettini (per lui due aces) cercano di far rimanere in scia la Libertas: i gialloneri comunque non si lasciano sorprendere e chiudono sul 25-19. Nel secondo parziale è l’equilibrio a farla da padrone: a Bastianini, Pasquini, Vergoni e Graziani da una parte rispondono dall’altra Boniotti, Tencati, Codeluppi e Merli (9-9); la parità si mantiene costante ed Orvieto arriva al secondo time-out tecnico sopra di uno (16-15); gli emiliani, però, non ci stanno e forti della loro caratura tecnica passano avanti (19-17). Luca Pasquini e Vergoni mettono a terra punti, ma i padroni di casa sono bravi a porre il sigillo finale sul 25-22 con Codeluppi ed il solito Boniotti. La giusta determinazione e la combattività, però, non mancano alla compagine della rupe che, per merito di Graziani, Servettini e dei tre muri punto di Vergoni si porta in vantaggio sul 7-4; il Canottieri, tuttavia, ricuce lo strappo e si riparte con un nuovo equlibrio: Bastianini e Servettini si fanno sentire, ma Boniotti, Codeluppi e Bozzoni rispondono presente (12-12); sono poi gli uomini del duo Ercolani – Carotta a ritrovarsi ancora a condurre sul 15-14; Tencati e compagni riescono comunque a scavare un gap di +5 sfruttando anche svariati errori orvietani (19-15). Bastianini e capitan Alessandro Pasquini tentano fino all’ultimo di restare nel match (18-21) con i padroni di casa che, trascinati prima da un super Boniotti (vero mattatore dell’incontro) e successivamente dal neo-entrato Pastorelli, conquistano la frazione fissando lo score sul definitivo 25-21. Gara dunque che, risultato a parte, ha visto in diversi frangenti una formazione orvietana ritrovata; il gruppo si è dimostrato unito, dinamico e motivato. Purtroppo ancora una volta nelle fasi calde della partita si paga pesantemente dazio: al momento, infatti, manca quel valore aggiunto capace di far fare il famoso salto di qualità; l’importante, comunque, è prendere in considerazione gli spunti positivi e ripartire da queste certezze che possono essere una buona base soprattutto in vista della gara interna contro il Pisa del prossimo week-end. L’appuntamento, quindi, è per sabato 19 marzo alle ore 21,15 presso il palazzetto dello sport di Ciconia.

CANOTTIERI ONGINA – LEGNAMI PAOLO ORVIETO = 3-0
(25-19, 25-22, 25-21)
ONGINA: Boniotti 21, Merli 10, Bozzoni 8, Codeluppi 7, Tencati 4, Ferraguti 2, Butturini (L), Pastorelli 1, Premoli, Fiorentini, Lucotti, Azzarà. All. Bruni e Bandirali.
ORVIETO
: Bastianini 14, Vergoni 10, Servettini 8, Pasquini L. 2, Pasquini A. 1, Bittoni, Morleschi (L), Graziani 4, Rubini, Ciangottini. All. Ercolani e Carotta.
Arbitri: Claudio Daccò ed Umberto Schinchirimini.
(fonte Libertas Pallavolo Orvieto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 13, 2011 15:47
  • tifoso

    E meno male che: “la gara dunque, risultato a parte, ha visto in diversi frangenti una formazione orvietana ritrovata; il gruppo si è dimostrato unito, dinamico e motivato.” Altrimenti che si faceva si perdeva 4 a 0 ? I punti ci servono, no le belle parole scritte negli articoli!