La Despar Perugia è tornata, anche Novara va giù

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 10, 2011 22:50

La Despar Perugia è tornata, anche Novara va giù

Angeloni Veronica (attacca)

attacco della schiacciatrice Veronica Angeloni

La Despar Perugia in versione colomba pasquale porta la pace tra i suoi tifosi. Al Pala-Evangelisti cade la Asystel Novara che scende in campo con Cristiano Camardese alla sua guida (causa squalifica di Caprara, ndr). Un esordio difficile per il tecnico ternano che si è dovuto scontrare con un team che conosce bene e che è forse nel suo momento migliore della stagione. Ancora un successo al tie-break, ancora due punti per le biancorosse che sevono da linfa vitale per i propositi salvezza, anche perché sia Modena che Piacenza hanno fatto il pieno e la penultima posizione è sempre molto vicina. Dopo il fischio d’inizio è Perugia a cercare di scappare con Angeloni in buona evidenza (7-4). Gli ottimi interventi di attacco di Barun ed Horvath ribaltano il punteggio (10-13). Novara scava il solco approfittando degli errori perugini (14-20). Nessun sussulto nel finale con Asystel che passa alla cassa. Invertiti i campi la Despar si fa notare a muro, ne prende due consecutivi che valgono il 7-5. Le settentrionali rovesciano ma poi tornano a subire il servizio forzato di Paraja Ramos che porta avanti le padrone di casa (15-12). La parità arriva nuovamente con Barun capace di imprimere l’accelerazione che vale il 19-19. Veronica Angeloni, ex di turno, fa ripartire il team locale (23-21). Le prime due palle set le ha Perugia e le sciupa. Poi ne ha due Novara ma vengono neutralizzate dal muro. E’ Rinieri a risolvere con gli ultimi due attacchi che portano al pareggio. Il terzo parziale comincia con il muro di Leggeri efficacissimo (8-4). Prova a cambiare regia Novara che spedisce in campo Camera, ma l’attacco novarese fatica e il margine rimane immutato (17-13). Con il muro perugino che diventa invalicabile è un gioco al massacro per l’Asystel che affonda (23-17). Il punto di vantaggio è ancora di Leggeri, ancora a muro. Nella quarta frazione le piemontesi partono con Lombardo al posto di Barcellini. Sono sempre i muri di Perugia a fare la differenza (7-5). Quello di Paraja Ramos su Velikovic vale l’11-8. Quello di Leggeri su Horvath il 17-13. Ma proprio quando sembra che tutto gira per il meglio, arrivano gli errori inattesi che rovesciano (16-17). Poi è Veljkovic a trovare efficacia a muro (19-20). Il finale è incandescente, anche a causa di discutibili decisioni arbitrali, e premia le ospiti. Al tie-break è lotta di nervi. La Despar parte meglio trovando il primo break, ma viene ripresa, poi riparte con la straripante Angeloni che piazza l’ace del 9-6. La ritrovata Quaranta sancisce con il suo attacco l’ulteriore allungo (11-7). Tutto però torna in gioco con la pungente Barun  (11-10). Rinieri porta al match-point (14-12). Leggeri piazza il suo settimo muro e fa scorrere i titoli di coda.
DESPAR PERUGIA – ASYSTEL NOVARA = 3-2
(18-25, 29-27, 25-18, 23-25, 15-13)
PERUGIA
: Angeloni 24, Quaranta 21, Rinieri 18, Leggeri 14, Paraja Ramos 13, Callegaro 1, Fartade (L1), Lukovic, Arcangeli (L2).
N.E. – Sacco, Ihnatsiuk, Tomassi.
Allenatori Zoran Terzic e Francesco Tardioli.
NOVARA
: Barun 24, Horvath 19, Veljkovic 13, Paolini 7, Barcellini 4, Bechis 4, Sansonna (L1), Lombardo 7, Nesovic 2, Folie 1, Camera, Zardo (L2).
Allenatori Cristiano Camardese.
NOTE – Spettatori 1000.
Durata dei set: 24’, 32’, 25’, 28’, 18’.
Arbitri – Giampiero Perri (RM) e Gianluca Cappello (SR).
DESPAR (b.s. 7, v. 2, muri 17, errori 20).
ASYSTEL (b.s. 10, v. 5, muri 9, errori 10).
httpv://www.youtube.com/watch?v=sAVuRQ_0I8g

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 10, 2011 22:50