La Emma Villas Chiusi esce sconfitta a Corciano

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 29, 2011 22:14
Meconcelli Alessandro

Alessandro Meconcelli

Difficile vincere e anche giocare se hai gli uomini contati giusto per scendere in campo, senza possibilità di cambi. Ancora più difficile se gli uomini contati sono pure, in alcuni casi, fuori ruolo. E’ quanto è successo mercoledì sera alla Emma Villas Chiusi chiamata alla sfida infrasettimanale in trasferta con l’Etruria Corciano. Un quasi derby, tra due squadre che si sono sempre affrontate a viso aperto e con una certa rivalità. Coach Marchettini si è presentato al palasport corcianese con sette giocatori soltanto, il libero Benicchi schierato nell’antico ruolo di banda e il centrale Fabio Nofroni come unico cambio possibile. Oltre ai lungodegenti Daniele Cateni e Peruzzi, non hanno risposto all’appello, per ragioni di lavoro o di studio capitan Bartolucci, Faleri, Giorgio Cateni, Marco Nofroni. In campo i due ex corcianesi ora chiusini Fongo e Micheli. Nonostante la formazione risicata e rimaneggiata la compagine chiusina ha cercato comunque di onorare l’impegno e per lunghi tratti della gara ha risposto punto a punto ai padroni di casa, che alla fine però hanno vinto, meritando i 3 punti. L’airone Menetti dall’alto dei suoi 206 cm è stato determinante in attacco, ma tutta la squadra umbra ha giocato a livelli visti raramente quest’anno. Il clima da quasi derby di cui dicevamo deve aver motivato a dovere i giocatori che hanno sfruttato al meglio le difficoltà della Emma Villas che ha venduto cara la pelle, cedendo solo nel finale dei tre set, più per stanchezza e qualche episodio sfavorevole (compresa qualche svista arbitrale) che per scarsa convinzione. Ci ha provato insomma la Vitt, soprattutto con il gioco al centro dove Micheli e il giovane Meconcelli hanno messo a terra palloni importanti. L’opposto Fongo, su cui il palleggiatore Lorenzoni ha insistito molto soprattutto nel terzo set, nella speranza di raddrizzare la partita, ha fatto come sempre la sua parte, ma ha sbagliato qualche palla di troppo, per stanchezza e scarsa lucidità nel momento dell’attacco… Marchettini ha urlato molto, chiedendo concentrazione e grinta. Ma nelle condizioni in cui si è presentata la sua squadra francamente non poteva chiedere di più (e lui lo sa). Quando la ricezione ha funzionato la Vitt ha fatto vedere anche una buona pallavolo con schemi interessanti e giocate di classe. Lo stesso Benicchi tornato a schiacciare in banda dopo anni in cui si è occupato solo di difendere non si è tirato indietro. Tre punti dunque all’Etruria e Chiusi che deve ora vincere in casa contro Città di Castello e sperare che Acquasparta perda a Monteluce il 7 maggio, per centrare i play-off. La combinazione è possibile. E pazienza se l’ottavo posto non dovesse arrivare. Già chiudere con la salvezza matematica con una squadra ridotta ai minimi termini è un risultato da non disprezzare. Il martello Bartolucci  è mancato troppo spesso, l’altro schiacciatore Daniele Cateni non si è praticamente mai visto tra infortuni e giornate no; i giovani rincalzi (Guarino, Meoni, Scricciolo) si sono presto dileguati; Peruzzi ha cominciato con una mano sola e si è rotto pure quella, oltre ad un ginocchio (la sfortuna a volte si accanisce)… Sono rimasti a tirare la baracca i due ex Etruria Fongo e Micheli; i vecchi Monni e Benicchi; Lorenzoni rimasto spesso palleggiatore unico e i giovani Meconcelli e Faleri, con Giorgio Cateni e i fratelli Nofroni a dare una mano quando hanno potuto e hanno potuto raramente. Bene che vada, cioè in caso di ottavo posto e certezza dei play off, la Vitt dovrebbe vedersela con la prima in classifica, Terni. Le speranze di passare il primo turno sono praticamente zero, viste le partite precedenti contro Taba e compagni però, i play off fanno sempre storia a sè e sarebbero comunque una vetrina per i giocatori e un’occasione per la società chiusina di chiudere in bellezza, di fronte alla squadra che probabilmente otterrà la promozione in serie B2. Vale insomma la pena di provare ad ottenerlo, questo ottavo posto. E poi giocare due belle partite contro Terni, per lo spettacolo, per la pallavolo, per ridare fiducia all’ambiente dopo un’annata così così…
ETRURIA CORCIANO – EMMA VILLAS CHIUSI = 3-0
(25-18, 25-17, 25-20)
CORCIANO: Menetti 30, Zampolini 9, Sarnari 7, Ceccagnoli 4, Costamagna 2, Camardese 1, Bovari (L), Ginocchini 1, Tognellini, Sampaoli, De Vincenti. All. Puya Montazemi.
CHIUSI: Benicchi, Fongo, Lorenzoni, Meconcelli, Micheli, Monni, Nofroni. All. Massimo Marchettini.
(fonte Prima Pagina Chiusi)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 29, 2011 22:14