L’Avis Magione batte Todi e si riprende la terza piazza

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2011 10:47

L’Avis Magione batte Todi e si riprende la terza piazza

Avis Magione (staff)

l'organico atlete, tecnici e dirigenti della Avis Magione di serie D femminile

La sfida della ventiseiesima giornata del campionato di serie D femminile tra Avis Magione e Sbernicchia Todi è il confronto tra due formazioni in gran forma, lanciatissime verso i play-off e reduci rispettivamente da 5 e 4 vittorie consecutive. In avvio di gara, l’equilibrio iniziale è presto spezzato dalla formazione ospite, che allunga fino all’8-14 sfruttando molti errori delle avversarie sia in attacco che in ricezione. Le schiacciate di Elisa Orsini e Luisa Castellini spingono verso la rimonta il Magione che si rifà sotto con cinque punti consecutivi, ma il nuovo allungo del Todi sul 17-21 costringe coach Chiabolotti a chiamare il secondo time out. Al rientro in campo Cammarano e Castellini sembrano riaprire i giochi ma il successivo errore in battuta è il preludio alla conclusione del set, che va in archivio con il punteggio di 20-25. Nella seconda frazione sembra di assistere ad un film già visto, con l’allungo iniziale della formazione ospite sul 2-7; i colpi di Orsini e Cardinali permettono al Magione di ritrovare la parità sull’8-8, ma come in precedenza è la fase centrale del set quella decisiva per il Todi, che con un importante break passa a condurre sul 16-21. Il secondo time-out di Chiabolotti non serve a cambiare l’inerzia del set, che va in archivio sul 18-25. Al cambio campo il Magione si presenta più determinato e trova subito un importante break sul 4-0 grazie anche ad un ace in battuta della palleggiatrice Federica Bertinelli, autrice di una prestazione straordinaria anche in fase difensiva per tutta la partita. Il Todi però non demorde e con ottime ricezioni e attacchi precisi recupera il gap fino al 18-18. Da lì in poi il match si gioca punto a punto con Irene Cardinali ed Elisa Orsini sugli scudi. E’ proprio quest’ultima a regalare la prima palla set sul 24-23 ma non basta; inizia la roulette dei vantaggi ed il Todi può servire due palle match sul 26-27 e sul 28-29 ma rispettivamente Elisa Nucciarelli ed Elena Cammarano riescono ad annullarle. Il successivo errore in attacco delle rivali e il punto vincente di Cardinali permettono al Magione di esultare per la conclusione positiva del set, riaprendo una partita che sembrava quasi compromessa. Al rientro in campo infatti la spinta psicologica lancia fin dalle prime battute il Magione, che allunga sull’8-3 e poi sul 12-5 con un ottimo lavoro al centro di Alessia Ravacchioli e le schiacciate di Elisa Nucciarelli ed Elena Cammarano. Il set non ha storia con il Todi che resta sempre a distanza di sicurezza prima di arrendersi all’ace di Ravacchioli per il 25-17 finale. Il tie-break è condizionato inizialmente da tanti errori da una parte e dall’altra (anche in battuta) e si mantiene all’insegna dell’equilibrio fino al cambio campo sull’8-6 per la formazione di casa. Alla ripresa Irene Cardinali ed Elena Cammarano suonano la carica e trovano il break che sembra decisivo, regalando alle compagne un buon vantaggio da gestire sul 13-8. Ma il Todi continua a crederci, con le ultime energie rimaste e quattro punti consecutivi si rifà sotto prima che Elisa Orsini metta a terra la palla del 14-12 ed Elena Cammarano chiuda definitivamente i conti sul 15-13, dopo oltre due ore e venti di partita. Il Todi esce comunque dal campo a testa alta e potrà recitare un ruolo importante in vista dei playoff. Per il Magione invece la sesta vittoria consecutiva significa nuovamente terzo posto solitario in classifica a quota 56 con due punti di vantaggio sull’Ellera, sconfitta tre a zero a Fossato. Proprio il Fossato con la decima vittoria di fila entra prepotentemente nella lotta al terzo posto, toccando quota 53. Le ultime quattro giornate di campionato promettono scintille in questa entusiasmante battaglia in vista dei playoff e già nel prossimo weekend le carte potrebbero nuovamente rimescolarsi con Ellera e Magione impegnate nelle difficili sfide alle battistrada Libertas Perugia e Chiusi, mentre il Fossato farà visita al fanalino di coda Spoleto per approfittare di eventuali passi falsi delle rivali. In tutto ciò a guadagnarci sarà senz’altro lo spettacolo che certamente non mancherà in questo ultimo mese di campionato, destinato a regalarci emozioni ed incertezza fino all’ultimo secondo.
AVIS MAGIONE – SBERNICCHIA TODI = 3-2
(20-25, 18-25, 31-29, 25-17, 15-13)
(fonte Polisportiva Magione)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2011 10:47
  • Elena

    Penso sia proprio arrivato il momento di finirla con tutti questi commenti che hanno oltrepassato il limite del ridicolo.
    MA BASTA! NON SE NE PUò PROPRIO PIù!!
    Come hai scritto tu “in questo momento un punto per voi è prezioso” bene allora accontentati poteva andare peggio.

  • X tifoso

    già il regolamento … Troppe cose non si conoscono … Ma in questo caso qualcuno ha messo la malafede dove non c’era? … Ma si sa … La cultura dell’alibi fa parte della mentalità del perdente no? E sopratutto chi pensa male è colui che per primo non si comporta come dovrebbe

  • Rita Santi

    Federica..beh nn vorrà chiudere la discussione con questo commento insensato?mi sembra anche poco rispettoso di tutte le belle parole usate da drigenti allenatori e tifosi del Magione che giustamente difendono il loro operato…Magari il rimprovero sarà per qualcuno di quelli che difende ma io nn mi sento toccata e credo anche che il rispetto nn abbia età…per cui nn so di chi parla quando cita “persone più grandi” ma dando un commento così disattento nn vorrei che faccia credere chissà cosa al lettore che forse nn vorrà rileggersi tutta la discussione..perciò la prossima volta che intende scrivere magari legga bene i commenti che la precedono…Cmq ribadisco che forse l’unica ad essere insultata è stata proprio la sottoscritta che al limite risponde a tono e nn si offende per cose dette da chi nn la conosce e che pertanto lasciano il tempo che trovano…Poi naturalmente la mia opinione su quanto accaduto è ben chiara e è stata un pò coperta di fumo con cose che nn c’entrano e che servono a sviare…per cui chiarito a tutti l’accaduto ognuno si saprà fare la sua idea, per cui gli amici del Magione nn hanno nulla da temere!!!A presto!!!

  • Federica

    purtroppo se la partita fosse andata a favore delle ospiti tutto questo non sarebbe successo, invece bisogna trovare pretesti… va bè io direi che la discussione è arrivata ai limiti dell’indecente e del ridicolo soprattutto perchè sono state insultate persone più grandi. inoltre avete fatto una figura pessima poichè la vostra EDUCAZIONE LASCIA DESIDERARE. ora è bene che tutti noi pensassimo a giocare piuttosto che perdere tempo su certe cose.
    in bocca al lupo

  • Gianluca Chiabolotti allenatore Magione volley

    chiedo perdono a smile…ho confuso il suo commento con quello di “daniele”…

  • Gianluca Chiabolotti allenatore Magione volley

    Rispondo a Rita Santi, visto che “smile” potrebbe essere chiunque, magari chissà, anche un buffone di corte, con i campanelli in testa e uno smile da ebete stampato in faccia.
    Tornando a noi, sarei felice di andare a braccetto con lei non avendo mai pensato di insultarla ne come persona ne come giocatrice, (chiamato in causa ho dovuto difendermi, no?!) però, mi perdoni, non può insistere nel dire che io abbia insultato una giocatrice: ha proprio frainteso alla grande!
    Parliamoci chiaro: non esiste che applicare una regola di gioco significa ingannare l’avversario! Inoltre non risulta da nessuna parte che io abbia denigrato l’operato dell’arbitro, che è stato di sicuro preso alla sprovvista nell’applicare una casistica molto particolare…con tutto il caos che ne ha conseguito…certo dispiace molto che questo abbia messo in discussione la mia buona fede e quella della società.
    A questo punto io chiudo la discussione, suggerendo ad entrambi di concentrarsi sulle partite che ancora si devono affrontare, anche se, purtroppo, io e lei militiamo in serie Z!!!

  • Valentina

    Ma un bel deferimento ai tesserati che scrivono su questo post permettendosi di insultare altri tesserati?!? Che ne dite?!? Chissà se il giudice unico legge pianetavolley ?!? E chissà che il buon Aglietti non possa dare alla procura federale gli IP degli accessi?!?

  • Che pena

    ormai con queste accuse infondate al Magione siete largamente scaduti nel ridicolo e continuate imperterriti a dimostrarlo a tutti quelli che leggono questa pagina. continuate pure ad insistere non accettando la sconfitta ed insultando gli avversari che vi riesce davvero bene, sicuramente meglio che fronteggiarli in campo. forse avere l’ultima parola in questa discussione assurda che avete scatenato era il vostro principale obiettivo stagionale e nessuno l’aveva ancora capito. che tristezza è davvero l’unico commento che si può aggiungere.

  • Rita Santi

    Ribadisco a TIFOSO che basterebbe vedere il referto per accorgersi che qualcosa nn va e finalmente Mister Chiabolotti ha dato la giusta spiegazione..magari ci sarà STATO UN ERRORE DI TRASCRIZIONE NEL REFERTO…dove tutti si sono dimenticati del secondo libero….beh cercate almeno di nn mettere l’arbitro ancora di più nei casini…noi nn lo abbiamo fatto e ora degnatevi di nn farlo voi…e nn aggiungo altro!!!E poi un’ultima cosa al Mister che ahimè mi costringe a rispondergli…di allenatori che danno la mano alle avversarie a fine gara ne ho visti molti…nn so lui che campi ha frequentato…cmq nn è certo quello necessariamente un indice di rispetto..La parola INSULTO cmq io l’ho usata riguardo a quanto da Lei urlato dentro al campo ad una sua giocatrice dalla quale ha avuto la medesima risposta (è stato esilarante ma devo dire che nn sembrava un giochino di parole…anche perchè la parola era una sola)…però se lei vuole farci una lezione di educazione facciamo finta di crederle…Per ciò che riguarda me nn mi sento di certo insultata da Lei…nn potrei….perciò ammettendo un mio grosso limite voglio dire che sì a volte sono arrogante e visto quanto da Lei detto, alla prossima partita, la prenderò in braccetto….mmm…fa pure rima!!!!

  • Smile

    Che tristezza!

  • Daniele

    “Daniele” almeno se commenti non mettere lo stesso nome di una persona che ha già commentato!! Visto che siamo due persone diverse..
    Comunque siete tutti bravi ad andare contro Rita (che secondo me oltre ad essere una giocatrice valida e una persona che la pallavolo la conosce e anche una brava ragazza) solo perchè ha colto pienamente la verità!! Io penso che lei il regolamento lo conosce bene e soprattutto la sportività cosa che palesemente non hanno i fenomeni del Magione!!
    Comunque leggendo i vostri commenti si capisce che oltre a essere persone di una certa età siete anche abbastanza immaturi e veramente ignoranti riguardo la pallavolo!!
    Se veramente credevate di avere ragione e soprattutto se vi sentite cosi superiori pallavolisticamente (dal 1988 a oggi allenare in serie z significa essere allenatori forti!!) secondo me neanche perdevate tempo a rispondere a Rita ma la cosa non vi avrebbe toccato minimamente!!

  • Daniele

    Si ringrazia la Sig.na Rita che con l’ultimo intervento ha confermato quello che ormai sta pensando tutta la Provincia di Perugia che legge questo blog: Disprezza ciò che vorrebbe… proprio una pena!!!!!!
    Andata e ritorno: 2 sconfitte!!!!
    Ancora parli?
    Non bisogna cercare scuse ma accettare i propri limiti!!!
    ..forse a forza di guardae Mila e Sciro ci si monta la testa!!!!

  • Gianluca Chiabolotti allenatore Magione volley

    INNANZI TUTTO IO NON INSULTO NESSUNA GIOCATRICE!! Non è nel mio stile..forse la signorina è abituata ai maleducati della sua palestra, ma mi dispiace deluderla…oltre alla mia educazione metto in campo anche il rispetto per gli avversari..devo ancora vedere colleghi allenatori che vanno a stringere la mano agli avversari a fine partita, persa o vinta che sia!! Scambiare un gioco di parole con un insulto vuol dire essere in male fede..Inoltre, cara signorina, per sua conoscenza ho il cartellino da allenatore dal 1988 quando lei ancora giocava con la palla a battimuro..quindi si risparmi pure la lezione della donna vissuta..con me non è credibile!! Comunque ciò che mi interessa ribadire è che il mistero esiste solo per lei..ancora non ha capito
    (e ciò mi stupisce alquanto, vista la grande esperienza di giocatrice-allenatrice-raccattapalle che ha maturato in questi anni di volley) che è l’arbitro e non l’allenatore o il segnapunti che mette a referto l’evento straordinario…del resto l’ignoranza va a braccetto con l’arroganza…ma forse non è il suo caso.

  • Rita Santi

    Ah ah ah….che simpatico allenatore….ha finalmente risolto l’arcano!!!E infatti ha dato esattamente le risposte che pensavo…nn ho altro da aggiungere finalmente e ho ristabilito il mio equilibrio psicologico perchè davvero per un paio di giorni ho pensato che esistessero i fantasmi…perciò per concludere consiglio al mister di seguire la procedura la prossima volta fecendo mettere a referto l’infortunio del secondo libero almeno per dare una parvenza di regolarità alla farsa che ci ha appena confessato…cmq so per certo che è abbastanza palese a tutti gli interessati del nostro campionato e questo mi basta…Vi confesso che l’unico intento era di far sapere a tutti le vostre magie e ora devo dire sono soddisfatta!!! Riguardo agli attacchi alla sottoscritta devo dire che mentre scrivo sono presa da una discreta ilarità e nn so davvero come rimediare all’offuscamento della mia immagine di giocatrice dal presente incerto!!!Magari il Mister nn conosce molto bene la sottoscritta come io del resto di lui ho solo un ricordo vago sui campi del San Marco nelle fila del caro Pincicatti che di sicuro ancora lo rimpiangerà, ma vorrei rassicurarlo sul fatto che il mio presente è più che certo come anche il mio passato e il futuro sinceramente nn mi preme così tanto essendo arrivata agli sgoccioli della mia carriera pallavolistica che di soddisfazioni me ne ha regalate molte e di delusioni credo nessuna, anche per il fatto di aver imparato ad accettare le sconfitte inflitte da chi si guadagna la vittoria!!!Per il resto nn conosco le dinamiche della vostra società e se in Lei hanno trovato un salvatore pur avendo perplessità mi limito a congratularmi..Certo le dinamiche viste in campo e i vari insulti che si scambia con le sue giocatrici (il vai a quel paese reciproco urlato in partita è stato emozionante…) nn dovrebbero farla stare così tranquillo… però contento lei…… Sui miei limiti?ne ho uno grandissimo…nn sopporto la stupidità…sui limiti di gioco…tanti…infatti ormai gioco in serie D e mi accontento…ma guardandomi intorno a Magione devo dire che mi tengo il mio metroesessanta e sono più che orgogliosa…Ma guardi glielo dico proprio sul serio…sono proprio convinta….:-))) In bocca al lupo per il suo futuro da allenatore…le assicuro che vincere un campionato da allenatori dà grossissime soddisfazioni…dia retta ad uno che l’ha già provato!!!;-)))

  • Tifoso

    Premetto che non c’ero a vedere la partita,conosco molto bene il regolamento tant’è che ogni volta che vado a giocare ne ho sempre una copia nel sacco…ci tengo a precisare una cosa…l’arbitro non è un medico, quindi se una giocatrice gli dice di essersi fatta male lui non può( e deve assolutamente) credergli, quindi nel caso del libero consentire la sostituzione…da quello che leggo qui la situazione mi sembra assolutamente regolare…il problema è che c’è molta ignoranza del regolamento…..sono veramente in pochi a conoscerlo,e di conseguenza sono quei pochi ad essere avvantaggiati…

  • Gianluca Chiabolotti allenatore Magione volley

    Disobbedendo alle direttive della mia società, provo a rispondere, in maniera esaustiva, al tormentone che sta assillando questo blog: “che fine ha fatto il secondo libero del Magione?”
    Molto semplice: la ragazza in questione ha 13 anni ed è stata convocata in prima squadra per i suoi meriti sportivi di U16, ma soprattutto per l’impegno e la tenacia che dimostra negli allenamenti in serie D.
    Ultimamente ha un grave problema alla mano sx che le impedisce di poter giocare senza dolore. Inoltre l’assenza improvvisa del libero titolare (Favilli) ha obbligato la presenza di Silvia Tamburi a referto come libero, malgrado le sue precarie condizioni fisiche. Purtroppo il dolore al ginocchio a fine 1°set non le ha permesso di continuare la partita: abbiamo chiesto il cambio straordinario visto che entrambi i liberi erano inutilizzabili. Onestamente sacrificare la Castellini ( una delle migliori giocatrici del campionato di serie D)come libero è stata una scelta difficile, ma obbligata.
    In definitiva c’era poi un arbitro che ha diretto e deciso.
    Ora spostiamo l’attenzione sulla sig.na Rita Santi… la mia convinzione è che tutta questa polvere è stata alzata per nascondere qualcosa di ben più grave: non saper accettare le proprie responsabilità e i propri limiti!
    La mentalità vincente di una squadra si misura sulla capacità di reagire alle difficoltà colpendo la palla più forte degli avversari, e non a colpi di reclami o di chiacchiere… la cultura dell’ alibi miete molto vittime e se la nostra squadra si trova dove si trova, con lo stesso collettivo dell’anno scorso, significa che ha cambiato mentalità e modo di confrontarsi con la realtà sportiva che la circonda… saper migliorare lavorando sulle proprie capacità e motivazioni .
    Prima si combattono le proprie paure, poi si lotta contro l’ambiente che ci circonda e poi si prova a vincere contro l’avversario, in campo. Tutto questo per dire che ogni sconfitta ci deve insegnare qualcosa: come evitare gli stessi errori, come riconoscere i propri limiti e quindi come poterli migliorare.
    Mi auguro, ora, di aver chiarito una volta per tutte l’arcano mistero, sperando di aver ristabilito, con qualche consiglio, gli equilibri psicologici di una giocatrice di sicuro avvenire, ma dal presente un po’ ”incerto”…
    poi, ognuno si sceglie il tipo di corda con cui impiccarsi…

  • Rita Santi

    Apprezzo i toni pacati e riappacificatori del sig. Taborchi ma visto che sono state dispensate tante parole per repliche e controrepliche continuo a domandarmi, anche a costo di sembrare ripetitiva che fine ha fatto il secondo libero…e smetterò di scrivere quando mi sarà data una risposta sensata a questa mia semplice domanda…senza saccenza e senza polemica…è una semplice domanda cui visto che siete nel giusto e avete fatte le cose regolari dovreste sapermi rispondere…altrimenti divento matta davvero…fatemi questo favore, anzi Mister Chiabolotti me lo faccia lei…nn chiedo mica tanto…sa com’è, mi piacciono le questioni di principio!!! Sui vostri podi nn commento, spero per voi che possiate mantenerli quando sarà il momento di salirvi!!!Ancora è un pò prestino però…A presto allora!!

  • Roberto Taborchi

    Speriamo davvero di rincontrarci a formazione completa, un pò come all’andata, quando terzo e quarto set sono finiti rispettivamente 14-25 e 15-25 in poco pù di 20 minuti l’uno. x il resto non c’è nulla da aggiungere alle parole del coach che ha già detto tutto e sicuramente non inserirò ulteriore repliche a queste polemiche sterili e senza fondamento anche xchè chi continua ad alimentarle e ad attaccare sul personale una persona nello specifico non ci sta facendo una gran figura e spero se ne renda conto. come ben detto dalla signorina Santi chi ha visto la partita sa come sono andate le cose sia in relazione ai cambi che all’arbitraggio, non sto qui a ribadirlo xchè non mi ritengo un dispensatore di verità. quanto poi al discorso regolarità e sportività, se si guardano i provvedimenti presi dai giudici nel corso della stagione si può vedere come il Magione oltre che sul podio della classifca sia anche certamente sul podio della regolarità e della sportività stesse, senza aver mai avuto problemi relativi a sconfitte a tavolino o altri provvedimenti in cui invece sono cadute altre squadre. Concludendo, ne approfitto ancora una volta per fare i complimenti al Todi insieme agli auguri x il finale di campionato. In bocca al lupo per le prossime partite con l’auspicio di sfruttare anche meglio rispetto a questa occasione situazioni di emergenza degli avversari, ottenendo vittorie che possano risollevare la vostra classifica. Auguri!

  • Rita Santi

    Spero di nn dover replicare ulteriormente alle fandonie scritte e ringrazio Daniele per avermi anticipato nel riportare le regole fipav sul cambio del libero…Il primo libero, se infortunato deve essere sostituito dal secondo e solo se anche questo è infortunato può entrare un altro giocatore nominato al momento dall’allenatore. In questo caso nn vi è stato alcun infortunio del secondo libero che era seduto in panchina e se anche assurdamente fosse successo ciò dovrebbe essere scritto nel referto…ciò nn è stato e si tratta di un palese errore tecnico di cui noi abbiamo fatto le spese…Se fosse entrato il secondo libero o fosse rimasto il primo sarebbe finita presto la partita e ben lo sapeva il mister prima di privarsi di un prezioso laterale….ma veramente dico io, smettiamola di prendersi in giro, avete fatto un trucchetto che vi è riuscito per errore dell’arbitro e nostro che nn abbiamo fatto reclamo…Se il sistema fosse serio il Giudice Unico potrebbe prendere provvedimenti d’ufficio per un caso del genere…se così nn sarà ringraziate il cielo e per favore nn continuate a dire sciocchezze… Se il Todi entrerà nei playoff e dovrà scontrarsi con il Magione sarà ben lieto di ripetere una bella partita che mai si è negato esserlo stata e sul cui risultato sinceramente siamo più che soddisfatti nonostante tutto… Io nn accetto le irregolarità, nn il risultato della partita e ribadisco che nn abbiamo niente per cui rosicare!Ma per favore, visto che il mister Chiabolotti vuole rispondere alle mie domande, ci dica sto poro secondo libero che fine ha fatto, perchè così ci mettiamo l’anima in pace…
    Beh alla ragazza che ha visto un’altra partita dò pienamente ragione: HAI VISTO UN’ALTRA PARTITA!!! A parte gli scherzi nn aggiungo altro perchè sarebbe inutile…chi c’era sa e chi nn c’era credo abbia capito…io ho detto cose vere e scritte, il resto sono chiacchiere e di certo nn mi taglio le vene se ho sbagiato una palla e si è perso 31 a 29 il terzo set…sono molto contenta della mia prestazione e nn credo che la Tamburi sia contenta di fare a cambio con il mio di ginocchio…nn glielo consiglio…e so che significa giocare (e saltare!!!) con le ginocchia che fanno male…ma nn è di questo che parliamo…ognuno si tenga i suoi acciacchi e mi auguro davvero che ci si possa rincontrare a formazione completa!!!

  • Gianluca Chiabolotti allenatore Magione volley

    Visto che il Volley non ha bisogno di “questa roba” suggerisco di accettare con sportività l’esito dell’incontro tra l’altro molto ben giocato dalle due squadre viste le difficoltà contingenti di entrambe…ma sopratutto abbassare i toni della discussione dato che, cito Rita Santi:”dopo telefonate varie (nn si sa bene a chi) arriva la conferma che tutto era regolare e noi presi dalla partita e confuse dalle mille rassicurazioni nn abbiamo avuto prontezza di fare reclamo”…si cade nel ridicolo: la telefonata è stata fatta al commissario arbitrale della federazione e qualsiasi reclamo sarebbe valso nullo vista la regolarità dell’accaduto…
    Quindi: meglio stare zitti dando l’impressione di essere stolti, piuttosto che darne la conferma, parlando!

  • Gianluca Chiabolotti allenatore Magione volley

    La vera “sfortuna” è dover commentare ciò che si scrive in questo blog, visto che non solo alcuni si nascondono dietro false credenziali (forse recidivo starà per “perduro nell’ignoranza” (da ignoro=non conosco)) ma chi è del settore dovrebbe conoscere le regole del “gioco”. Quindi posso accettare il pubblico-parente-amico-fidanzato che spesso fa difficoltà ad interpretare una decisione arbitrale perché non conosce a fondo il regolamento, ma non accetto il pallavolista “saccente”(=colui che ostenta una sapienza superiore a quella realmente posseduta). Non c’è cosa per me più misera da dover sopportare…. Quindi, solo per i “saccenti & insofferenti”, il cambio straordinario per infortunio di entrambi i liberi è ammesso (vedi FIPAV – REGOLE DI GIOCO E CASISTICA 2009 – 2012 cap. 19.3.3.1 c.3 e succ. casistica c.4.b ( lo consiglio come lettura prima di coricarsi la sera )) ed è quindi regola di gioco.

    Per concludere vorrei rispondere agli strani interrogativi della Rita Santi:
    1) rispondo alla sua domanda ” a me non va mica tanto bene?” : suggerirei di notificare al direttivo FIPAV la modifica delle regole scomode(??) visto i fastidi che queste, in vigore, recano;
    2) l’atleta che ha sostituito il libero titolare è la giocatrice con maggiore esperienza e bravura della squadra (situazione svantaggiosa..forse..poi x chi..mah..?!?).
    Concludo con l’augurio e la speranza di ritrovarsi come avversari ai PlayOff, dove il Magione onorerà la partita senza “biechi tatticismi o trovate dell’ultim’ora”, e magari con la squadra al completo…ok? Un abbraccio..

    Ps: chiedo scusa alla redazione se qualcuno si è offeso e se l’ho fatto, ne faccio ammenda, ma mi è sembrato opportuno SCHIARIRE alcuni “concetti” un pò annebbiati.

  • Allora ho visto un’altra partita

    Mamma mia quanta roba, premetto che sono una giocatrice e non del Magione e che sabato ero presente a vedere la partita, e vorrei puntualizzare un paio di cosette credo per onesta’ di tutti, intanto conosco la Tamburi da una vita e se esce lo fa perché evidentemente non stava bene e si vedeva pure, la seconda il Magione ha effettuato un cambio e l’arbitro lo ha autorizzato quindi non vedo dove sia la colpa del Magione , e tale cambio avrebbe dovuto sicuramente favorire il Todi visto che il libero e’ diventata una forte laterale. Il Todi ha avuto 2 o 3 palle match e se non ha fatto punto dovrebbe prendersela con l’e proprie giocatrici che scrivono bene ma altrettanto lo dovrebbero fare anche quando schiacciano. Poi mi pare strano che la ragazza del Todi abbia omesso gli errori o orrori arbitrali che ha subito il Magione.. Strano che un’attenta analisi abbia tralasciato questo particolare, quante doppie non vi hanno fischiato o mi sto sbagliando… Ora potete dire quello che volete ma non m’importa se mi criticherete perché non essendo tesserata ne col magione ne con il Todi ho la coscienza a posto..
    E un’ultima nota credo servirebbe più umiltà quando si scrivono certe cose , ma posso capire che perdere una partita in quel modo sia fastidioso , ma e’ bene cercare di capire i propri sbagli e non arrampicarsi sugli specchi con delle scuse da prima elementare , caro Todi hai perso una buona occasione in effetti per vincere la ma colpa e’ solo tua….

  • Daniele

    Il regolamento parla chiaro (dal sito della Federvolley si puo leggere il regolamento 2009-2012).
    Se si inizia una gara avendo a referto il doppio libero e uno dei due si infortuna, la squadra continua la gara con un solo libero; se anche questi successivamente si infortuna, in modo che non puo continuare a giocare si prospettano due casi:
    1- se il primo libero può riprendere la gara allora si continua la gara con un solo libero
    2-se il primo libero non è in condizioni di riprendere il gioco e quindi non può sostituire il secondo libero infortunato allora l’allenatore puo decidere di proseguire la gara senza libero oppure può nominare un nuovo libero con un atleta in panchina al momento della richiesta.

    E’ facile capire leggendo il regolamento magari almeno una volta nella vita (o almeno ad ogni aggiornamento), da quale parte c’è sportività e da quale invece ignoranza!!

  • Roberto Taborchi

    La regolarità dei cambi effettuati è stata accertata dal direttore di gara durante la partita consultando il regolamento, poi ognuno può dire quel che vuole e se invece che ciò non fosse regolare aveva modo di segnalarlo. Ma i fatti purtroppo x voi sono questi ed i fatti dicono anche che se c’è stato qualcosa di antisportivo è sicuramente il comportamento tenuto da alcune persone a fine partita, di sicuro non quello in campo del Magione. Imparate ad aver rispetto degli avversari e ad accettare le sconfitte, ve lo consiglio di cuore. è l’unica cosa che vi serve, x il resto siete una buona squadra. e poi, come scritto espressamente anche su pianeta volley in un articolo sulla moderazione dei commenti, evitate di attaccare direttamente delle persone e fare polemiche quando non hanno modo di esistere. nelle mie repliche come può ben vedere non ci sono attacchi nè insulti, ma anzi solo complimenti ad allenatore e dirigenti del Todi. Lo Sport è anche una questione di Stile e forse è necessario che qualcuno prenda qualche lezione in merito.

  • Rita Santi

    p.s. Dimenticavo…come detto dal Sig Taborchi….il Volley nn ha bisogno di questa roba!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Rita Santi

    Non so se il signor Roberto scrive sapendo ciò che dice oppure tanto per ribattere qualcosa su cui non nn avrebbe nulla da replicare. Dopo aver accertato quanto successo durante la partita leggendo il referto e il regolamento personalmente, posso dire ufficialmente che quanto combinato dal Magione era irregolare oltre che antisportivo…lasciando perdere la sportività che a questo punto nn è del vostro mondo parliamo della regolarità…il primo libero se si infortuna deve essere sostituito dal secondo qualora sia presente. Ed era presente! ma come detto dalla Tamburi nn poteva entrare perchè incapace…e così mettendo nei casini il povero malcapitato Alunni cui è stato ribedito più volte che già era stato fatto e si poteva fare, dopo telefonate varie (nn si sa bene a chi) arriva la conferma che tutto era regolare e noi presi dalla partita e confuse dalle mille rassicurazioni nn abbiamo avuto prontezza di fare reclamo….e così probabilmente le amiche del Magione se la caveranno mentre le conseguenze della loro scorrettezza potevano essere ben più gravi!!!Per cui silenzio…ribadisco che fareste più bella figura!!!!!!!La verità è solo questa e voi amici del Magione lo sapete bene…e infatti stranamente nei vostri commenti nn si fa cenno a quel povero secondo libero che aleggiava come un fantasma sulla vostra panchina…come mai?dicci qualcosa se sai cosa gli è successo??? Vi do un consiglio…nn scherzate troppo sugli infortuni, nn è carino e nn è di buon auspicio…e poi se proprio decidete di fare una paraculata (scusate l’eufemismo!!) leggetevelo bene il regolamento che gli avversari, questa volta un pò ingenuotti, si sono adeguati, ma nn sempre vi andrà così bene!!!!!!

  • Roberto Taborchi

    Caro il mio anonimo, questo libero nella sua carriera ha giocato con contratture, dita rotte, caviglie slogate ed in mille altri modi ma questo ovviamente tu non lo sai. Se a 35 anni vuole uscire dopo il primo set x affaticamento o x qualsiasi altro motivo non sei certamente tu a dovergli dire se fa bene o sbaglia e quando parli di lei sei invitato a farlo con maggiore rispetto xchè la sua carriera e la sua persona lo meritano. e cercate di capire tutti quanti una volta x tutte che LE DECISIONI SULLE FORMAZIONI DEL MAGIONE LE PRENDE L’ALLENATORE DEL MAGIONE, gli avversari si adeguino e pensino solo a giocare, non a dire questa qua può stare in campo e questa no. basta chiacchiere sterili e polemiche inutili, il mondo della Pallavolo non ha bisogno di questa roba!

  • Recidivo…

    Questo libero è proprio sfortunato! Non è la prima volta che si fà male e tocca sostituirlo dopo il primo set!
    Che sfortuna!!!!!!

  • Roberto Taborchi

    Innanzitutto complimenti per la sportività dimostrata sia con questo commento che con quelli a caldo nel dopo partita in cui invece che fare i complimenti alla squadra vincitrice molta gente non ha saputo fare nulla di meglio che insultare alcuni tesserati del Magione, una in particolare. Le decisioni prese dai tecnici della Società in merito alla sostituzione del libero titolare che in questa partita era assente non riguardano la società Todi nè nessun altro, se qualcuno non le condivide può dire ciò che vuole ma ciò che è avvenuto in partita è stato fatto nel rispetto del regolamento come verificato anche durante la partita stessa. Invece c’è chi deve farsi un bell’esame di coscienza ed imparare ad accettare le sconfitte con sportività e nel rispetto degli avversari, cosa che molti sabato sera non hanno fatto. Fortunatamente non tutti, infatti tecnico ed alcuni dirigenti del Todi hanno difeso la giocatrice del Magione attaccata indegnamente a fine partita. Di questo bisogna dare atto e a loro va la mia personale stima. Per il resto non bisogna aggiungere nulla, certi episodi si commentano da soli e fanno solo male allo Sport.

  • Rita Santi

    Beh analisi giusta della partita…peccato aver sorvolato su tutti gli infortuni o presunti tali capitati al Magione….anzi ai liberi del Magione….al punto che si sono dovuti privare di un laterale che ha dovuto indossare la maglia da libero dopo aver perso malamente il primo set…una serata proprio sfortunata per Tamburi che nn si sa se per una giornata storta come ammesso dalle sue compagne o per un infortunio al ginocchio, ha dovuto lasciare la maglia di libero…il bello sta nel capire a chi?Beh come da lei ammesso alla sottoscritta, non al secondo libero, che era una under incapace di giocare, ma ad altro giocatore che nel frattempo faceva meno comodo in campo, visto l’arrivo in ritardo della prima banda che nel frattempo era pronta ad entrare..A questo punto ci si domanda..che stava a fare il secondo libero?perchè nn è stato fatto entrare secondo quanto stabilito nel regolamento?spero che qualcuno prima o poi dia una risposta perchè a me sembra che nn vada mica tanto bene…no???In tutto questo il Todi più che correttamente ha continuato a giocare senza fare polemiche, perdendo per infortunio (questa volta vero) l’opposto titolare Colonnelli (scusate se poco!)…e nonostante questo dopo aver vinto 2 set ha lottato fino all’ultimo punto del tie-break, perdendo poi 13-15…ma quali alibi?ma chi rosica?almeno dopo la buffonata che avete fatto degnatevi di rimanere in silenzio che credo fareste più bella figura…Ora mi assale la paura di essere insultata dall’autore dell’articolo che così scriveva su fB “se la prossima volta vogliono vincere facile lo dicano che mettiamo in campo l’under 13.. provassero a mette i commenti sotto il mi articolo su PV che li incenerisco più de quanto già glie ho fatto ieri sera”.
    Ci manca solo che siate voi ad insultare noi!!!!!…che comica!!!!