L’Avis Magione capitola in casa

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 26, 2011 23:28
Bertinelli Federica (alza)

la regista Federica Bertinelli in palleggio

Inizia nel peggiore dei modi il cammino dell’Avis Magione nella semifinale playoff del campionato di serie D femminile. Al termine di una prestazione estremamente negativa, sicuramente una delle peggiori della stagione, le ragazze biancoverdi cedono in casa al Volley Acquasparta, che vince con pieno merito annullando in un colpo solo il fattore campo e i 21 punti di distacco in classifica maturati al termine della regular season. Il primo segnale negativo sull’esito dell’incontro c’era già stato nel corso dell’ultimo allenamento due giorni prima della partita, in cui Elena Cammarano con una brutta caduta sotto rete si era procurata un infortunio alla caviglia, che l’ha costretta a dare forfait. Le sue condizioni fisiche andranno monitorate con maggiore attenzione nei prossimi giorni ma il suo recupero per gara-due di domenica prossima appare un’utopia. Non basta comunque la sua assenza a giustificare la prestazione del Magione, che ha buttato via l’incontro con una quantità incredibile di errori sia difensivi che offensivi, oltre che con diverse infrazioni fallose, ravvisate dai direttori di gara. La coppia arbitrale ha tenuto in pugno il match con autorità e decisione, fischiando senza timore doppie, errori di rotazione ed invasioni da una parte e dall’altra, garantendo un trattamento equo ad entrambe le squadre; le poche incertezze avute, peraltro normali nel corso di una partita, non hanno influito sul risultato finale. Sembrava tutto facile all’inizio per il Magione, che ha condotto il primo set facilmente, aumentando progressivamente il distacco e lasciando presagire una partita in discesa. Due muri consecutivi di Elisa Orsini ed Irene Cardinali permettono di trovare il primo break 6-1, con un vantaggio che si dilata grazie al punto del 14-6 ancora di Cardinali e il 19-10 di Luisa Castellini. Alessia Ravacchioli al centro mette a terra il pallone del 24-13 anticipando la fine del set, che va in archivio 25-15 con l’errore in battuta della formazione ospite. Al cambio campo, il capitano Elisa Nucciarelli porta avanti le compagne 3-2 con un ace in battuta ma l’Acquasparta grazie anche all’avvicendamento in regia sembra rigenerata e comincia a macinare gioco e punti portandosi sul 6-11, incrementando poi il vantaggio fino al 9-16. Il muro di Cardinali permette al Magione di rifarsi sotto sul 13-16 ma due aces consecutivi in battuta riportano le ospiti a più sei sul 13-19. Coach Chiabolotti chiama il time out ed opera poi un avvicendamento al centro, con Ellen Baldelli che prende il posto di Alessia Ravacchioli. Ma l’Acquasparta continua ad allungare fino al 15-23 e sul 18-24 ha ben sei palle set per chiudere positivamente il parziale; il Magione annulla le prime cinque ma deve arrendersi al punto del 23-25 che rimette in perfetto equilibrio la gara. Anche la terza frazione inizia con le ospiti che provano subito ad allungare sul 7-10; Cardinali riequilibra il match sul 10-10 e da lì in poi la partita si gioca punto a punto. E’ ancora Irene Cardinali a mettere a terra il pallone del 21-19 ma le ospiti ribaltano nuovamente il risultato e sul 21-23 coach Chiabolotti chiama il time out. La prima palla set è per l’Acquasparta sul 23-24 ma è ancora Cardinali ad annullarla. Si va dunque ai vantaggi e il Magione ha per tre volte l’opportunità di chiudere a proprio favore il parziale ma i set point conquistati da Luisa Castellini e per due volte da Elisa Orsini vengono sempre annullati dalle avversarie, che ritrovano la parità 27-27 e chiudono i conti 27-29. C’è incredulità negli occhi dei tifosi della formazione di casa, accorsi al palazzetto in gran numero per questa importante partita e che certamente non si aspettavano di vedere la propria squadra così in difficoltà. La reazione delle ragazze biancoverdi nel quarto set è doverosa ed infatti arriva puntualmente. E’una frazione molto simile alla prima, con il Magione che si mantiene costantemente in vantaggio, tenendo le avversarie sempre a distanza di sicurezza. Nucciarelli e Cardinali allungano fino all’11-5, le ospiti si rifanno sotto 13-11 ma l’attacco di Castellini ed il pallonetto di Orsini riportano le compagne avanti 18-14. E’ ancora Orsini a mettere a terra il punto del 24-16, che permette a coach Chiabolotti di dare spazio alle giovani Francesca Valeri e Cecilia Baldoni, facendo così tirare il fiato alle titolari Federica Bertinelli ed Elisa Orsini in vista del tie-break. L’Acquasparta segna cinque punti consecutivi ma è proprio la tredicenne Cecilia Baldoni a chiudere i conti 25-21 e rinviare il giudizio finale al quinto set. Alla ripresa il Magione rientra in campo con il sestetto titolare ma sono nuovamente le ospiti a dettare il ritmo acquisendo subito un buon vantaggio che permette loro di andare al cambio campo sul 2-8 . Elisa Orsini sbaglia molto in attacco ed appare in difficoltà; coach Chiabolotti decide così di rimettere nuovamente in campo la giovane Cecilia Baldoni. Alla ripresa il Magione cerca il disperato recupero con i punti di Ellen Baldelli e Federica Bertinelli; l’ace di Baldoni riporta sotto le compagne 7-8 ma le speranze di rimonta sono subito soffocate dalle avversarie che tornano a condurre il gioco e a fare punti. L’ultimo acuto è di Nucciarelli sul 10-13 ma non c’è più spazio per la rimonta; con altri due punti consecutivi l’Acquasparta chiude meritatamente a proprio favore il match e fa un importante passo avanti verso la finale. Per il Magione nulla è compromesso ma ora le ragazze biancoverdi sono costrette a far risultato pieno in gara-due nella trasferta di domenica prossima, per riportare la serie a Magione e giocarsi così tutto nel confronto spareggio di martedì 31 maggio. Non più tardi di un mese fa nella penultima giornata di campionato la formazione di coach Chiabolotti tornava proprio da Acquasparta con una bella vittoria per 3-0, che le garantiva il terzo posto in classifica. E a giocare quell’incontro erano state le stesse ragazze scese in campo in gara-uno dei playoff, con la stessa maglia biancoverde addosso ma con un atteggiamento mentale totalmente diverso. E’ necessario ripetere quell’impresa per evitare di buttare al vento nove mesi di allenamenti, di fatica e di sacrifici restando per sempre con il rimorso di non averci creduto e provato fino in fondo, proprio in un anno in cui le premesse per puntare alla promozione sembravano esserci tutte. E quelle premesse ci sono tuttora, a patto che a scendere in campo domenica prossima sia il Magione vero perché il tempo delle prove d’appello e degli errori ormai è finito, non ne saranno concessi più. Dovranno vedersi in campo solo concentrazione e determinazione su ogni pallone per cercare di vivere fino in fondo questa avventura, evitando che il sogno svanisca ancora prima di cominciare.
AVIS MAGIONE – VOLLEY ACQUASPARTA = 2-3
(25-25, 23-25, 27-29, 25-21, 10-15)
MAGIONE: Ravacchioli, Baldelli, Cardinali, Nucciarelli, Castellini, Bertinelli, Favilli (L), Valeri, Orsini, Baldoni. N.E. – Pettirossi, Riganelli. All. Gianluca Chiabolotti.
ACQUASPARTA: Raspetti, Romani L., Pecorari, Isidori, Michini, Toni, Guerrini, Todini A., Carletti, Todini S., Bravini, Romani J., Ciliani. All. Consuelo Petrocchi.
(fonte Polisportiva Magione)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 26, 2011 23:28
Write a comment

1 Comment

  1. sebastiano Maggio 27, 11:21

    una giornata storta puo capitare.in bocca al lupo per la prossima

View comments

Write a comment

<