Promovideo Perugia ai play-out, non riesce il miracolo

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 7, 2011 23:59

Promovideo Perugia ai play-out, non riesce il miracolo

Schepers Lena (muro)

Lena Schepers si oppone a muro

La tanto criticata gara tra la Promovideo Perugia e la Tecnocaravan Orvieto, dopo i ripetuti spostamenti che si sono succeduti durante la settimana e che hanno avuto anche risvolti poco chiari, è finalmente andata in scena alle ore 18, come tutte le alte partite. Se qualcuno nutriva dei dubbi circa lo spirito sportivo delle due squadre è stato sicuramente disatteso perché al palazzetto di Sant’Erminio si è assistito ad una partita vera dove entrambe le compagini hanno fatto di tutto per vincere. Tra le perugine c’è il rammarico di aver buttato letteralmente al vento il primo set condotto sempre in vantaggio, con un finale di set decisamente deludente. Forse se avessero vinto il primo set la partita sarebbe andata diversamente, ma siccome con i se e con i ma non si raggiungono risultati, si deve prendere atto della sconfitta guardando avanti agli imminenti play out che vedranno impegnate le ragazze di Monteluce contro Marsciano, quindicesima squadra classificata. Lasciateci dire che, pur non facendo testo la nostra visione delle cose in quanto di parte, ci sembra assurdo che una squadra debba giocarsi la permanenza in serie C tutto in una gara di andata/ritorno  dopo aver disputato 30 gare totalizzando un punteggio che lo scorso anno le avrebbe valso addirittura la sesta posizione e la partecipazione ai play-off. Ma tant’è, e come è successo per gli orari delle gare, prima posticipate, poi anticipate, poi lasciate com’erano, ossequiosamente si prende atto delle volontà federali e si va avanti. La gara, come detto, ha la sua chiave di volta nel primo set. La Promovideo parte forte con Truffarelli e sfrutta gli errori delle orvietane (12-6). Le ragazze di Stefania Dalla sono concentrate e giocano bene la fase difensiva soffrendo solo gli attacchi di Veritieri mantenendo sempre a distanza le avversarie. A metà set le ospiti riescono a rosicchiare punti sul vantaggio acquisito portandosi sul 14-10. Il punteggio si riequilibra ma nel finale le perugine mettono avanti la testa con Luciani (24-22). Dopo il timeout chiesto da Petrangeli le ragazze di Monteluce vanno in black-out. Un contrattacco della solita Veritieri ed un macroscopico errore arbitrale (un evidentissimo doppio in palleggio) rimettono la gara in parità (24-24); poi ancora un muro di Veritieri ed un erroraccio di Pausini danno la vittoria alla Tecnocaravan. La Promovideo accusa il colpo ed inizia nervosamente il secondo set durante il quale soffre terribilmente in ricezione, mentre in attacco Fiorucci, non nella migliore delle giornate, non riesce ad incidere (11-16). Il set pur combattuto, visto il vantaggio accumulato dalle ospiti, sembra compromesso e nonostante una incisiva Pausini,  fa andare Orvieto sul 2 a 0 (19-25). Sotto di due set affiora un po’ di sconforto tra le fila del Monteluce. Dalla, allora, per risollevare gli animi mette in campo Letizia e le giovani Bazzurro e Giugliarelli; le nuove entrate fanno appieno il proprio dovere e, complici gli errori delle orvietane che nel frattempo si sono un po’ sedute, cercano di dare dimostrazione di orgoglio. Le padrone di casa devono fare a meno anche del libero Ponti che si infortuna, ma la grinta delle nuove protagoniste tra le quali spicca Letizia, fa la differenza e Luciani a muro chiude definitivamente il set a favore di Monteluce. (25-21). Quarto set giocato un po’ stancamente da entrambe le formazioni con Perugia che, anche a causa dell’assenza del libero va in difficoltà in ricezione. Truffarelli prova a resistere tenendo su Monteluce, ma Veritieri, al contrario della tanto attesa Fontanella, è implacabile e mette giù tutti i palloni che gli capitano. Pur tirando i remi in barca, Orvieto porta a casa la vittoria del set della gara conquistando la sesta piazza che gli destina, ai play-off, l’Ars Perugia. Numerose le attenuanti, quali l’infortunio di Ponti, le cattive condizioni fisiche di Luciani e la giornata storta di Fiorucci, che hanno trasformato la grintosa squadra che sette giorni fa aveva espugnato San Sisto nella timorosa, insicura e nervosa compagine che oggi ha ceduto le armi all’Orvieto, pur disputando un ottimo primo set. Ma non c’è tempo per piangere sul latte versato, visto che già nel prossimo fine settimana (domenica 15 maggio ore 18,30) andrà in scena il primo atto dei play-out contro Marsciano.
PROMOVIDEO PERUGIA – TECNOCARAVAN ORVIETO = 1-3
(24-26, 19-25, 25-21, 19-25
PERUGIA: Letizia 12, Pausini 11, Truffarelli 9, Luciani 9, Fiorucci 5, Schepers 2, Ponti (L), Brugiati 3, Schippa 2, Bazzurro 2, Giugliarelli 2. All. Stefania Dalla.
ORVIETO: Veritieri 20, D’Andreagiovanni 15, Fontanella 11, Grasselli 7, Zurri 4, Tocca 3, Cecci (L). N.E. – Valentini I., Valentini C., Macari, Pontremoli, Trequattrini, Taddei (L2). All. Francesco Petrangeli.
PROMOVIDEO (b.s. 6, aces 5, muri 8 errori 31).
TECNOCARAVAN (b.s. 10, aces 5, muri 6, errori 20).
(fonte Polisportiva Monteluce)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 7, 2011 23:59
Write a comment

2 Comments

  1. stefano vagnetti Maggio 9, 13:16

    Rileggendo l’articolo scritto a caldo, non trovo nè “pianti” nè pretesti, come purtroppo mi tocca rilevare settimanalmente in altri articoli.
    Mi sembra una lucida disamina di quanto è successo in campo, con una meritata vittoria di Orvieto, e fuori con l’esternazione del disaccordo per il meccanismo scelto dal Comitato, già criticato ben prima dell’inizio del campionato e condiviso in una recente riunione federale dalla maggior parte delle società. Una delle motivazioni principali riguarda il fatto che ogni anno viene studiato un sistema diverso e non sempre le ragioni per cui si applicano, purtroppo, sono tecniche. Quello di quest’anno è figlio di necessità economiche.
    Per quanto riguarda gli arbitri, non mi sembra di aver ecceduto nella loro critica; ho solo evidenziato che hanno fatto un errore non prendendosi la responsabilità di fischiare un fallo netto sul 24-23, sul quale peraltro conveniva anche l’allenatore orvietano, e questo ha inciso sull’economia del primo set.
    Quindi siccome mi sembra chiaro che non conosci bene l’ambiente di Monteluce, ti invitiamo caldamente a gara 1 dei play out.
    Saluti

  2. leonillo Maggio 8, 11:00

    Ma quanti pianti!!!!!!!! Non è un po’ troppo facile e anche poco corretto prendere alibi di ogni tipo per le proprie prestazioni deludenti?? Vi ricordo che il regolamento è lì dall’inizio dell’anno e potevate criticarlo per tempo se ne aveste avuto veramente l’intenzione! Anche gli arbitri sono gli stessi dall’inizio… stai a vedere che vi hanno mandato loro ai play-out!! Vediamo un po’ come ve la caverete adesso contro le ragazzine di Marsciano, chissà se non ci sarà l’occasione per predersela con qualcun altro, chessò con quegli scorretti di San Feliciano e Ternana che sono voluti proprio retrocedere dalla B2…

View comments

Write a comment

<