Romano Giannini sarà il tecnico di Isernia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 20, 2011 08:49
Giannini Romano (coach)

il coach Giannini Romano

Un altro allenatore protagonista in Umbria nelle ultime stagioni lascia la regione. Si tratta di Romano Giannini che nella prossima stagione agonistica andrà a guidare la panchina della Fenice Volley Isernia, squadra di serie A2 maschile. Nato a Recanati il 27 agosto 1970, ma originario di Porto Potenza Picena, Giannini nasce come allenatore nel 1995 proprio nel Volley Potentino: dopo qualche anno nelle categorie minori tra Macerata, Caldarola e Porto Recanati, nel 2002 fa il suo esordio in A2 con Grottazzolina: entrato come assistente allenatore si ritroverà a guidare il team fino al termine della stagione, ottenendo la salvezza con ben tre giornate d’anticipo. Da lì riparte con la B1: Castelfidardo (2004/05), nel 2005/06 torna a Grottazzolina, dove resta per due stagioni, poi passa a Terni in B2, a Biella in B1 (sfiora i play off), ad Ancona nel settore giovanile, a Bastia Umbra in B1 (promozione sfiorata) e nella stagione attuale è stato il responsabile tecnico del settore giovanile di San Giustino. Nell’ultimo torneo è stato direttore tecnico del settore giovanile del San Giustino con il quale sta terminando la collaborazione . “Isernia è per me un’opportunità importante – spiega il neo tecnico – credo molto nella passione e il volley è soprattutto questo. Dopo sette anni in B, voglio mettermi in gioco. Gli addetti ai lavori ritengono che Isernia sia la piazza giusta per me e che io sia il tecnico giusto per lei, ma non amo i luoghi comuni, preferisco rimboccarmi le maniche, testa bassa e lavorare sodo. Un messaggio per i tifosi? So che i sostenitori molisani chiedono tanto alla squadra e l’allenatore, bene: io posso dire che metterò tanto cuore e il 110% di me stesso”. Isernia, così, volta pagina dopo l’esperienza positiva con il tecnico argentino Jorge Cannestracci (altro ex bastiolo) che ha guidato i biancoazzurri prima ad ottenere la salvezza e poi su, nei play off fino ai quarti di finale. Al sanguigno trainer sudamericano, da parte del club vanno i migliori auguri per le sue nuove sfide professionali che lo vedranno sulla panchina del Santa Croce.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 20, 2011 08:49
Write a comment

5 Comments

  1. uno qualunque Giugno 9, 01:22

    Grazie Francesco per la lezione filosofica sul vincere subito, è la stessa che ha seguito la pallavolo italiana degli ultimi anni. Da quanti anni non si vince più un titolo di qualsiasi genere? prendere l’uovo oggi è stato uccidere la gallina di domani credo che ci sia da meditare e molto. In quanto alle “gufate” puoi stare tranquillo non ne faccio io sono molto campanilista e veder vincere “gli altri” non mi fa mai piacere.Evidentemente vincere il titolo under 16 di società non è garanzia di buona riuscita anche nel trofeo delle regioni visto i risultati degli anni precedenti.Quindi facendo di nuovo gli auguri a Giannini aspettiamo il nome del prossimo allenatore del San Giustino giovanile che sarà ovviamente anche quello della rappresentativa regionale

  2. francesco Giugno 8, 12:32

    Secondo me “uno qualunque” stà talmente a rosicà per i successi di Romano, che ora attacca pure la Fipav Umbria!!!!!!!!!! Per il Trofeo delle Regioni non serve la continuità. Occorre vincere subito. Le rappresentative durano un anno.Non è come programmare il lavoro all’interno di una società.
    Io auguro a Romano di raggiungere a Torino gli stessi successi ottenuti a Potenza anche se sarà più difficile( ci saranno pure le “gufate” di uno qualunque)!

  3. Elisabetta Puccetti Giugno 7, 21:05

    La Fipav Umbria per la selezione regionale ha scelto il miglior tecnico presente in Umbria.
    Tanto bravo da essere stato chiamato in serie A, tanto bravo da aver portato un gruppo di ragazzi umbri “normali” non solo a qualificarsi per le finali nazionali, ma addirittura a piazzarsi al terzo posto, con 5 vittorie e una sola sconfitta per 3-2.
    C’è qualcuno che avrebbe potuto far meglio?
    C’è veramente qualcuno che ha ancora dei dubbi sulla scelta del tecnico per la rappresentativa?
    E perché non si dovrebbe scegliere il tecnico della società che detiene saldamente, da anni, il titolo regionale Under 16?
    Che brutta cosa l’invidia!

  4. Chiara Giugno 7, 20:40

    Se l’RPA fin’ora ha dimostrato di avere i tecnici migliori per il settore giovanile c’è poco da meditare.. Mi pare che anche hanno scorso siano stati raggiunti traguardi importanti, certo non si può dire lo stesso per il femminile che comunque continua ad avere lo stesso allenatore.

  5. uno qualunque Maggio 20, 22:44

    Auguri a Giannini per questa sua nuova avventura, e complimenti allo staff della Fipav Umbria che per la terza stagione consecutiva ha scelto un selezionatore della rappresentativa che se ne va. Ma dimenticavo la continuità non è un requisito interessante ma solo essere tecnici dell’RPA (anzi ex RPA).Meditate gente meditate

View comments

Write a comment

<