Simone Rosalba sarà ancora il capitano di Città di Castello

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 21, 2011 17:09

Simone Rosalba sarà ancora il capitano di Città di Castello

Ioan-Rosalba

Arveno Ioan e Simone Rosalba

Per il terzo anno consecutivo Rosalba giocherà a Città di Castello. Il capitano della Gherardi Cartoedit Svi ha sottoscritto nella giornata di ieri il contratto che lo lega per due altre stagioni alla maglia biancorossa. L’annuncio è stato dato dal presidente Ioan nel corso della cena organizzata dal comitato ‘Orgoglio Tifernate’ svoltasi venerdì sera. C’è grande soddisfazione nell’ambiente del Città di Castello Pallavolo per il raggiunto accordo con il giocatore che è il simbolo del volley in città e che, come è stato ampiamente dimostrato dalla stagione scorsa, fa la differenza in campo. Simone Rosalba è felice: “Sono contento perché ci siamo messi d’accordo, abbiamo trovato velocemente un’intesa, per merito di tutti e due, mio e della società”. Dopo la prima parte di stagione scorsa, nella quale i problemi fisici lo avevano frenato, ‘Ros’ ha incominciato a macinare punti e, da buon capitano, ha trascinato i compagni verso le semifinali. “Quando non stavo bene, non ero utile né alla squadra né a me, ed allora mi sono fermato per tre partite. Poi sono stato in grado di dare il contributo ed è stato un crescendo; quando sto bene riesco a fare qualcosa di utile per tutti”. Poi al capitano preme anche parlare della festa di ieri sera. “E’stato un momento incredibile, una grande festa, un’emozione che sinceramente non m’era mai capitato di provare, un affetto di tutta la città dimostrato così evidentemente per una squadra che, alla fine, non ha vinto nulla per sfortuna, nonostante il gran campionato. Malgrado questo, i tifosi hanno fatto vedere di voler bene a tutti, alla pallavolo in generale, hanno dimostrato come si tifa anche quando la squadra è in difficoltà. Ieri sera c’era un’atmosfera casalinga, eravamo un gruppo di amici che si ritrovano, è questo il bello dell’ambiente”.  E sulla prossima stagione. “Mi piacerebbe rifare la serie A2 – chiude il giocatore di origine calabrese – con la stessa squadra perché ci sarebbero le possibilità di fare bene con la base già pronta, comunque dipenderà molto dalla squadra che si farà, l’intenzione è migliorare e questo significherebbe la possibilità di untare alla serie A1”. Era commosso Arveno Ioan quando ieri sera è arrivato alle Logge Bufalini nella piazza principale di Città di Castello e ha visto quello che il comitato d’azionariato popolare ‘Orgoglio Tifernate’ è riuscito a fare, una cena per tanti appassionati di volley, in un luogo interamente addobbato di biancorosso, con gigantesco striscione che  pendeva dal palazzo, visibile in tutta la piazza, la foto di Andrea Ioan che sorrideva, la buona musica di Silvia Epi, il maxi schermo che proiettava immagini di una stagione stupenda. E poi la cena e i cori che si sono susseguiti ininterrotti, in un ambiente caldo ed accogliente, il vero ambiente sportivo. Arveno Ioan, premiato dai tifosi come ringraziamento per la bella stagione passata come anche Filippo Vedovotto, giovane rivelazione del campionato, è ancora emozionato: “Che devo dire? È stata una serata commovente per la serietà dell’organizzazione per l’impegno di tutti i tifosi e i ragazzi che si sono adoperati per la riuscita. C’è quasi un pizzico d’invidia, buona ovviamente, per questo comitato che in pochissimo tempo si è costituito ed ha messo in piedi un’organizzazione del genere. La mia famiglia ha vissuto tutto in modo commovente. Non so in quante località italiane ci sono queste iniziative, non fini a se stesse. Non voglio fare retorica ma la partecipazione è stata incredibile, c’erano il sindaco Luciano Bacchetta, c’era lo sponsor Gherardi. Un ragazzo mi ha detto: quello che ha lasciato Andrea per noi è qualcosa di grande e soprannaturale”.
(fonte Città di Castello Pallavolo)

Orgoglio Tifernate

Orgoglio Tifernate

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Maggio 21, 2011 17:09
Write a comment

No Comments

No Comments Yet!

Let me tell You a sad story ! There are no comments yet, but You can be first one to comment this article.

Write a comment
View comments

Write a comment

<