Il commiato del tecnico Romano Giannini

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 13, 2011 13:01
Giannini Romano (coach)

il coach Giannini Romano

Siamo ufficialmente ai saluti, con il terzo posto della squadra under 16 alle finali nazionali, la stagione del settore giovanile del club Umbria Volley San Giustino si chiude. Un’annata dai contorni da favola che è risultata essere una delle migliori degli ultimi anni grazie alla salvezza nel campionato di serie C , la terza fase di Lega del torneo under 18, la medaglia di bronzo alle finali nazionali con under 16 ed il secondo posto regionale con la under 14. Romano Giannini, direttore tecnico del settore giovanile, disegna un bilancio di questa magnifica annata: “Dire che abbiamo sfiorato la perfezione non è un’esagerazione, sono felicissimo di come sono andate le cose in questa stagione, tutto quello che potevamo fare con i nostri mezzi è stato raggiunto. Ai ragazzi chiedo sempre il massimo senza badare ai nostri ‘centimetri’, perché solo credendoci e con spirito di sacrificio si può arrivare lontano e noi ci siamo arrivati, non solo per i risultati conseguiti. Al di là dei bellissimi piazzamenti in tutte le categorie, la crescita tecnico-tattica di tutti i gruppi è stata esponenziale. La qualità del lavoro svolto dal sottoscritto, da De Paolis e da Randone è sotto gli occhi di tutti, abbiamo dato l’anima e la nostra esperienza, i ragazzi hanno risposto presente, sempre. Va  sottolineata la crescita costante di almeno 2-3 giocatori per ogni fascia d’età che fa ben sperare per il futuro e chissà che quel futuro per qualcuno di loro un giorno si chiami Alta Valle del Tevere, San Giustino”. Giannini analizza l’annata nei vari gruppi. “La serie C ha ottenuto un gran risultato, quella salvezza, che all’inizio dell’anno in molti non credevano, vista la giovane età del gruppo e vista l’inesperienza di alcuni ’95 nella categoria (Troiani e Margaritelli). In under 18 con lo stesso gruppo di atleti si è andati oltre ogni più rosea aspettativa, passando come secondi classificati, dietro a Macerata, al primo turno, classificandoci terzi al secondo turno dietro la stessa squadra marchigiana ed a Treviso, e perdendo nella terza fase contro la corazzata Cuneo divenuta poi campione d’Italia, che ha segnato il capolinea di un’annata quasi perfetta. Quello che poi siamo riusciti a fare con la under 16 è una cosa fantastica, partendo dal titolo regionale, passando per gli interregionali di Chieti mai in discussione, sino ad arrivare alle finali nazionali con il risultato di maggior rilievo: la squadra era importante, sia io che tutto lo staff dirigenziale, Banella e Sartoretti in primis, credevamo molto in questo gruppo e già dai primi mesi della stagione puntavamo il dito sull’epilogo della manifestazione come una meta raggiungibilissima, almeno l’accesso era fattibile. Durante il percorso il sottoscritto ha pensato realmente che il gruppo era in grado di vincere lo scudetto. Ci abbiamo  provato sino all’ultimo e solo per due palloni ci siamo fermati alla semifinale. La under 14 ha compiuto un percorso netto di spessore buono, purtroppo però, non lo possiamo negare, l’assenza per tutto l’anno di Alessandro Marta, che ha combattuto con la sindrome dell’Osgood-Schlatter ha influito molto sul risultato finale che è pur sempre gratificante. A margine di tutto ciò non posso esimermi dal ringraziare tutti quelli che hanno permesso che questa annata fosse così bella, a cominciare dai giocatori che mi hanno sopportato e so benissimo con quanto amore l’hanno fatto; ringrazio poi tutti quelli che hanno permesso a me e alla società di lavorare tutti i giorni a 360° su questi gruppi : i genitori ! Grazie a tutti, lascio la squadra per tuffarmi in un’altra bellissima avventura ma dimenticare una stagione cosi sarà difficile.
(fonte Umbria Volley San Giustino)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley giugno 13, 2011 13:01