Slobodan Kovac: “E’ un onore essere qui”

Pianeta Volley
By Pianeta Volley agosto 12, 2011 10:56

Slobodan Kovac: “E’ un onore essere qui”

Kovac Slobodan (dirige)

Slobodan Kovac

Il caldo scenario del Pala-Evangelisti ha tenuto ieri a battesimo la nuova Sir Safety Perugia. Dopo la cena conviviale di mercoledì, ieri subito doppia seduta per i bianconeri (e così sarà, eccetto un paio di giorni a cavallo di Ferragosto, per tutta la prima fase di preparazione) che hanno cominciato a prendere confidenza con l’impianto di Pian di Massiano, casa della Sir. Sala pesi al mattino, parquet nell’allenamento del pomeriggio. Una parte ancora atletica, seguendo le direttive del nuovo preparatore atletico Carlo Sati, ed una parte con la palla. Nel silenzio del palasport la voce di Boban Kovac, coadiuvato dal vice Carmine Fontana e da tutto lo staff tecnico al completo con la preziosa collaborazione degli scout Gianluca Carloncelli e Francesco Monopoli e del massaggiatore Emilio Giusti. Tutti in buone condizioni i block-devils, vogliosi di cominciare e di mettere benzina in corpo in questa fase di preparazione fondamentale per il campionato che verrà. Al termine il tempo di festeggiare i ventinove anni di Luca Bucaioni e di scambiare le prime impressioni con coach Slobodan Kovac, che sfoggia il suo ottimo italiano frutto di undici stagioni passate a suon di ricezioni e schiacciate nel Bel Paese. Ora per il quasi quarantaquattrenne serbo (li compirà a settembre), dopo aver allenato in patria, un’altra grande affascinante avventura: “Dopo tanti anni passati qui come atleta sento in me una grande responsabilità e soprattutto un grande onore nel far parte nuovamente della pallavolo italiana. Come giocatore le cose sono diverse, adesso so di avere molte più responsabilità. Sono qui per fare bene, darò il massimo per guadagnarmi rispetto, cercando di imparare ogni giorno ed allo stesso tempo di mettere in pratica tutto quanto ho appreso in tanti anni di pallavolo”. Kovac appare come quando aveva pantaloncini e maglietta: sicuro di quello che fa. Ed anche di quello che dice. Fare discorsi e voli pindarici su quanto sarà, dopo appena un giorno di lavoro, non fa per lui. Di certo in alcune questioni le cose sono chiare. Quella estremamente evidente è che in questa fase ci sarà parecchio sudore per i block-devils. “In questa prima fase di preparazione il nostro lavoro sarà piuttosto semplice: molto lavoro atletico per mettere le basi al nostro campionato e tanta tecnica di base. Poi inseriremo le situazioni di gioco perché prima di saltare ci vogliono i muscoli”. Questo il pensiero di Kovac che regala le ultime impressioni prima di tornare nella sua nuova casa di Perugia. “Sono qui da appena due giorni e per ora posso dire una sola parola: complimenti. Alla società ovviamente che, seppure sia solo al secondo anno di serie A, dimostra entusiasmo, grande organizzazione e cura nei minimi dettagli. A me ed ai ragazzi non manca nulla davvero per poter lavorare al meglio e tutti noi, io per primo ed i ragazzi a seguire, dovremo fare di tutto per cercare di avere lo stesso passo della società. Parlare di campionato? Non ora. Quello che posso dire è che sono uno che vuole vincere. Ero così da giocatore e lo sono ora da tecnico. Farò perciò il mio massimo per trasmettere la mia mentalità ai ragazzi e per preparare la squadra per arrivare più in alto possibile”. Buon lavoro Boban!
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley agosto 12, 2011 10:56