Ivo Fongo: «La Edilizia Passeri Bastia punta in alto»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 19, 2011 12:39
Fongo Ivo

Ivo Fongo

Ruotano le lancette dell’orologio che fanno scorrere il tempo della preparazione e per la Edilizia Passeri Bastia è tempo di semina, lavorare bene in questi primi mesi della stagione agonistica significa poter raccogliere frutti in seguito, una filosofia che la dirigenza ha sposato da tempo. E chi si è impegnato a fondo durante l’estate è certamente il direttore sportivo Ivo Fongo, che ripercorre le tappe degli ultimi mesi: «Si è lavorato molto, è stato un periodo intenso quello relativo al mercato. Il primo passo della società sportiva è stato quello di incontrarci e di valutare con gli sponsor quali fossero le prospettive. Una volta stabilito il budget a disposizione si è deciso di confermare lo staff tecnico, integrandolo con l’inserimento di un preparatore atletico specializzato nella disciplina. Terminata questa prima parte ci siamo incontrati con gli allenatori ed abbiamo stilato una serie di nomi che potevano rientrare tra gli obiettivi di mercato». In un periodo difficile dove la crisi sta mettendo alle corde anche le società più blasonate il sodalizio bastiolo pare una felice eccezione: «La nostra situazione è solida e devo dire onestamente che oltre alle giocatrici papabili individuate nel taccuino abbiamo provato a sondare il terreno anche con alcuni nomi di spicco, ma sono stati tentativi fatti per capire che indirizzo aveva preso il mercato. Guardiamo ad un progetto di medio periodo che ci possa potare nella categoria superiore nel giro di qualche stagione, in quella attuale vogliamo recitare un ruolo di primo piano. Un po’ per la scaramanzia un po’ per il rispetto delle avversarie siamo portati a sperare che in questa stagione si possa migliorare quanto fatto in precedenza, se verrà di meglio saremo contenti ma non partiamo con l’etichetta di squadra da battere. Restiamo dunque coi piedi per terra, abbiamo fatto le nostre scelte e le nostre valutazioni, giuste o sbagliate lo decreterà il campo. Sicuramente pensiamo di aver allestito un organico competitivo, ed altrettanto di sicuro il gruppo sta lavorando con entusiasmo, le premesse insomma sono buone». Per un club che punta molto sui rapporti interpersonali, la decisione di operare dei cambiamenti non è mai semplice come conferma il responsabile del clan biancoceleste: «Dispiace sempre quando le strade si dividono da alcuni elementi. Se qualcuna non è stata confermata, anche se con estremo dolore, è per un discorso tecnico e non certamente e non caratteriale. Con tutte le giocatrici abbiamo parlato e spiegato le nostre ragioni, condivisibili o meno, ma abbiamo cercato di lasciarci mantenendo i buoni rapporti umani». La soddisfazione per l’organico allestito traspare dalle parole di Fongo che aggiunge: «Credo che i nomi di atlete di curriculum possano rappresentare una garanzia, ma le giovani hanno più voglia e a noi piace puntare su quelle che desiderano dimostrare. Abbiamo in ogni ruolo diverse alternative e non credo che ci siano delle titolari ed una panchina ben definita, cercheremo di farci valere ma in campo andrà chi merita. Abbiamo anche ringiovanito il collettivo, l’età media è di 23 anni e crediamo che l’esperienza che matureranno queste atlete sarà importante». Dal mese di luglio la dirigenza si è mossa anche sulle altre squadre ed il lavoro da svolgere è stato tanto, una grande mano l’ha data il coordinatore tecnico Fabrizio Raspa che ha svolto un efficace attività di pianificazione. In questo ultimo periodo la Libertas Pallavolo Bastia ha dovuto operare anche sul lato dei trasferimenti e dei prestiti, quattro elementi sono stati ceduti ad Assisi e tre a Petrignano per giocare in serie D, due a Cannara per la prima divisione. Sta iniziando una sorta di collaborazione nel comprensorio e alla dirigenza piace l’idea di intessere legami stretti con le società limitrofe. Altre atlete hanno preso strade diverse ed alcune sono state oggetto di attenzioni da parte di altre realtà più distanti, ciò significa che l’impegno e l’investimento fatto nel settore giovanile sta avendo i suoi effetti.
(fonte Libertas Bastia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 19, 2011 12:39