San Giustino perde al debutto, Starovic kappao

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 25, 2011 22:03

San Giustino perde al debutto, Starovic kappao

Urnaut Tine (attacco)

Tine Urnaut in attacco

In occasione della prima giornata di gare, anche al Pala-Kemon è stato osservato un minuto di silenzio, prima del fischio di inizio, per rendere omaggio ai militari italiani caduti in Afghanistan, associandosi alla disposizione del Coni. Esordio amaro per la Energy Resources San Giustino che perde al tie-break contro la Tonno Callipo Vibo Valentia e, soprattutto, deve fare subito i conti con l’infortunio dell’opposto Sasa Starovic. Vibo schiera in avvio, come opposto, Klapwijk. Inizio punto a punto: Petkovic serve al centro e alle bande. Il bel muro di Rauwerdink segna il primo break: 7-5. La diagonale serba, ad inizio match, non sbaglia un colpo: al primo time out tecnico la Energy Resources mantiene le due lunghezze di vantaggio. Coscione prova al centro e Viba passa. Con l’ace di Klapwijk i calabresi impattano a quota nove. Ripristina la distanza Starovic: bene in attacco e battuta: 12-9 e time out discrezionale per Blengini. Il venezuelano Diaz sale in cattedra in battuta: un ace ed un vincente di Vibo e i due sestetti sono di nuovo appaiati a 12: è De Giorgi a richiamare i suoi per trenta secondi. Al secondo time out tecnico la Energy Resources ha riguadagnato campo: 16-14. L’opposto mancino mette giù tutti i palloni: davvero un buon inizio per lui. Klapwijk, dall’altra parte della rete, aiuta Vibo a riportarsi a ridosso dei padroni di casa: 19-18 San Giustino e time out De Giorgi. Ancora un ace di Diaz ed è pareggio a quota 20. Bartoletti per Petkovic: Fefè alza il muro che diventa  vincente  per gli altotiberini: 22-20. Punto 23 di San Giustino con Starovic che ricadendo si fa male ed esce in barella tra gli applausi di un preoccupato Palakemon. Il tocco di seconda di Petkovic regala il rpimo di due set point alla Energy Resources. Chiude il nuovo entrato: 25-22. Bartoletti per Starovic in campo nel secondo set e Vibo inizia con un quattro a zero, sulla battuta dell’ex Cernic: time out De Giorgi. L’uscita di Starovic, autore di 9 punti nel primo parziale, ha destabilizzato il gioco dei padroni di casa: 4-8 per la Tonno Callipo al primo time out tecnico. Stentano a chiudere i padroni di casa: molto più incisivi i calabresi che hanno preso in mano il pallino del gioco. Sbaglia la veloce Creus: 8-13 e secondo time out discrezionale per De Giorgi. Con l’invasione fischiata a San Giustino si arriva al secondo time out tencico: 9-16. Bartoletti si ferma spesso sulle mani del muro avversario. Tentano il recupero Petkovic e compagni e sul 12-18 Blengini richiama i suoi per trenta secondi. Ace di Urnaut: la Energy Resources non molla la presa. Lo Bianco per Urnatut in seconda linea. Difficile colmare la distanza per i padroni di casa. Sul 14-21 entra Falasca in battuta per Vibo. De Giorgi prova a cambiare qualcosa mandando Mc Kibbin in battuta. Ma non serve, Vibo chiude 25-18. Meno disorientata la Energy Resources in avvio di terza frazione: 3-1 ma la Tonno Callipo trova subito il pareggio. Il muro di casa tocca molti palloni: 8-6 al primo time out tecnico. Il sestetto di De Giorgi cerca di mantenere la testa avanti, ma Vibo è semrpe in agguato. Bene Urnaut in battuta e Creus a muro che rifinisce: 14-10 e Blengini ferma il gioco. 15-12: entra Barone per Nikolov nelle fila di Vibo. Gli altotiberini, al secondo time out tecnico, si mantengono avanti di quattro lunghezze. Coscione in battuta mette in difficoltà la ricezione di casa e la Tonno Callipo si porta a meno uno. Bartoletti sbaglia l’ennesino attacco, serata no per lui, e De Giorgi, sul 16 pari,  manda in campo Tholse al suo posto. Muro di Barone su Cozzi: i calabresi mettono la testa avanti: 17-18. Bravo Tholse in battuta, Vibo sbaglia l’attacco: 21-19 time out Blengini e c’è il pareggio. Il tecnico pugliese non può che richiamare i suoi. Rauwerdink conquista il primo set-point per i suoi: 24-23, ma Tholse manda fuori. Si fa subito perdonare con un attacco vincente, ancora set-point ma gli ospiti annullano di nuovo. La  partita gira ed ora è Vibo che può chiudere il parziale, ma Cernic sbaglia la battuta. Con Tholse, che trascina i suoi, San Giustino va sul due a uno. Il quarto frangete comincia 3-0 per San Giustino, ma Vibo riprende gli avversari. Ace di Diaz, complice il nastro, e gli ospiti mettono la testa avanti fino al primo time-out tecnico. Un doppio Cernic, in ombra fino a questo momento del match, porta i suoi avanti di tre punti: time out De Giorgi sul 7-10. C’è anche il muro vincente di Capitan Finazzi, entrato al posto di Creus,  nel tentativo dei padroni di casa di riavvicinarsi. San Giustino 12, Vibo Valentia 13. Si lotta al Palakemon, palla su palla. Molti gli errori in battuta della Energy Resources. Con l’errore di Klapwijk, gli altotiberini pareggiano: al secondo time out tecnico sono ad una lunghezza dal sestetto ospite. Con l’errore di Barone San Giustino torna avanti: 18-17. Gli ospiti non mollano la presa: Blengini richiama i suoi sul 19-18. Pipe vincente di Rauwerdink. Esce Rak entra di nuovo Nikolov per Vibo. Rauwerdink manda fuori l’attacco che consegna il pareggio ai calabresi a quota 21 e De Giorgi ferma il gioco per trenta secondi. Errore di Tholse, Vibo avanti. Ancora un errore dei padroni di casa, questa volta è Rauwerdink a trovare l’asticella della rete. Vibo va avanti con gli errori di San Giustino: tre possibilità per il due a due: l’errore stavolta è di Urnaut ed è tie break. Nel quinto set si va sul 3-5 Vibo. Ace di Klapwijk, time out De Giorgi. Si lotta in campo, ma gli ospiti chiudono quando è il momento di farlo ed allungano: 3-7. Al cambio di campo i calabresi sono avanti di tre lunghezze ed incrementano il gap. De Giorgi ferma il gioco sul 5-9. Creus in battuta fa male agli avversari, Finazzi rifinisce: 9 pari. Ace di Creus, è il sorpasso, Blengini ferma il gioco. 14-13: matchpoint sbagliato dai padroni di casa. La situazione si ribalta: 14-15 Vibo: Urnaut sbaglia: vincono i calabresi. Andrea Giovi, libero San Giustino: «Certamente l’uscita dal campo di Starovic ci ha penalizzati. L’abbiamo pagata subito nel secondo parziale dove abbiamo accusato il colpo. Ma non è stato solamente quello, certamente dobbiamo ancora trovare degli equilibri di squadra che dobbiamo affinare».
ENERGY RESOURCES SAN GIUSTINO – TONNO CALLIBO VIBO VALENTIA = 2-3
(25-22, 18-25, 29-27, 21-25, 14-16)
SAN GIUSTINO: Rauwerdink 13, Urnaut 13, Creus Larry 12, Cozzi 10, Starovic 9, Petkovic 3, Giovi (L), Tholse 11, Bartoletti 8, Finazzi 3, Lo Bianco 1, Mc Kibbin. All. Ferdinando De Giorgi.
VIBO VALENTIA: Diaz 23, Klapwijk 21, Cernic 10, Rak 9, Nikolov 7, Coscione 4, Fanuli (L), Barone 5, Grassano, Falasca. N.E. – Mignolo, Bonetti, Bratoev. All. Gianlorenzo Blengini.
Arbitri: Pasquali e Bartolini.
Note – Spettatori 1700.
Durata set: 31′, 28′, 37′, 29′, 21′; tot: 146′.
(fonte Umbria Volley San Giustino)
httpv://www.youtube.com/watch?v=cBSP1bQkqPE
httpv://www.youtube.com/watch?v=bVk-v53FLY8

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 25, 2011 22:03