Andrea Cesarini, un gigante in seconda linea

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 3, 2011 16:14

Andrea Cesarini, un gigante in seconda linea

Cesarini Andrea

Andrea Cesarini

Ci si attendeva una risposta in seno alla Sir Safety Perugia dopo la sconfitta al tie break nella prima di campionato contro Loreto, e ieri pomeriggio è puntualmente arrivata. Anzi, i block-devils non hanno solo risposto, hanno urlato ai quattro venti che in questa serie A2 Sustenium vogliono ritagliarsi un ruolo da protagonisti. La vittoriosa trasferta di Genova, di fronte ad un sestetto, quello ligure, tra i più accreditati in categoria, è stata salutata con enorme soddisfazione da tutto l’entourage bianconero che ha visto in campo la squadra soffrire, rialzare la testa, ergersi a protagonista e mantenere la lucidità nelle fasi decisive del quarto set. Una prova maiuscola di tutta la squadra che ha voluto fortemente il successo. Servizio e muro hanno funzionato a meraviglia, mettendo sovente in difficoltà la linea di ricezione e gli attaccanti avversari. Ma soprattutto la determinazione in campo dei ragazzi di coach Slobodan Kovac ha saputo capovolgere una sfida che nel primo set aveva decisamente preso la strada della Carige. Dopo una partita del genere è davvero difficile porre sul piedistallo questo o quel giocatore, perché tutti hanno saputo, sia chi è partito dall’inizio sia chi lo ha fatto uscendo dalla panchina (basta pensare alla prova di Daldello o all’ace spettacolare di Belcecchi), portare il loro mattone decisivo per la conquista dei tre punti. Parlando di mattoni, uno che ne ha messi su un bel quantitativo è stato certamente il libero perugino Andrea Cesarini. Tenere botta con i battitori in salto e con i grandi attaccanti di Genova era impresa ardua, ma il ‘Nano’ dei block-devils ha saputo rispondere alla grande dando al contempo tranquillità ai suoi compagni di squadra. Nomina di ‘Man of the Match’ per lui, a dispetto del soprannome ieri decisamente un gigante in campo. Andrea però la pensa così: «In realtà credo di poter fare un po’ meglio, soprattutto a livello di continuità. Ovviamente so che, avendo vicino Goran (Vujevic, ndr) in linea di ricezione, tutti mi battono sopra. Sono consapevole della pressione che avrò durante tutto il campionato e spero di migliorare sempre, gara dopo gara. Per quanto riguarda la nomina di ‘Man of the Match’, mi ha certamente fatto molto piacere». Cesarini torna sul match di Genova. «Venivamo dalla partita con Loreto che non ci aveva lasciati soddisfatti e nel primo set abbiamo giocato molto male. Poi abbiamo saputo cambiare marcia, tirando fuori orgoglio e grinta, supportati da una prova tecnicamente valida. Soprattutto credo che la differenza l’abbiamo fatta al servizio e, di conseguenza, a muro. È una vittoria importante, questo è certo. Ci serviva per cancellare alcune cose della prima partita e per trovare conferme al nostro lavoro. Ma non credo sia il caso di esaltarsi più di tanto». Profilo basso dunque per il ‘Nano’ e testa subito al prossimo appuntamento, domenica prossima al Pala-Evangelisti, contro Isernia. «Gara difficile, come tutte in questo campionato, ma gara da vincere soprattutto perché vogliamo trovare il primo successo casalingo. E poi anche per il nostro vice allenatore Carmine Fontana, che lo scorso anno era proprio ad Isernia e che probabilmente ci terrà particolarmente a fare risultato».
(fonte Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 3, 2011 16:14