Cristina Gargagli conquista la rappresentativa regionale

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 27, 2011 19:18

Cristina Gargagli conquista la rappresentativa regionale

Gargagli Cristina

Cristina Gargagli

E’ senza dubbio un suo successo personale ma è anche un successo della pallavolo narnese che, in lei, ha creduto già da diversi anni affidandogli il suo nutrito settore giovanile: Cristina Gargagli, coach che a Narni Scalo si occupa del complesso universo che va dalla mini propedeutica fino all’under 14, ha ‘conquistato’ l’Umbria. Tanto che il presidente del comitato regionale Fipav, Giuseppe Lomurno, l’ha voluta come selezionatrice. Cristina, ora, ha il compito di mettere insieme il meglio dei settori giovanili dell’Umbria e preparare le ragazzine ad affrontare le coetanee delle altre regioni. Un riconoscimento importante, significativo e di grande prestigio per una signora che ha dedicato la sua vita alla pallavolo prima come giocatrice e poi come allenatrice. E che inorgoglisce la pallavolo narnese che Cristina l’ha avuta tra le fila della sua prima squadra e poi in palestra a trasferire il suo sapere pallavolistico alle tante bambine che lei sa coinvolgere e appassionare come poche altre allenatrici. Un riconoscimento, ancora, che prima della Fipav regionale le è stato dato dalla Fipav provinciale. Il presidente provinciale Giorgio Mosti, infatti, le ha affidato la selezione provinciale già tre anni fa e nell’ultima stagione ha avuto la soddisfazione di applaudire un successo che mancava da tanto tempo: la vittoria sulle due selezioni della provincia di Perugia. Cristina è legata a Narni da una lunga frequentazione, dunque, pur essendo giovane sia anagraficamente che fisicamente. A Narni ha vissuto molti momenti di grande soddisfazione. Ma la sua esperienza di giocatrice non si è limitata ad una piccola, seppur gloriosa piazza come quella rossoblu: Cristina ha giocato a Modena, in quella che è una terra di  grandissima tradizione pallavolistica ma ha anche conosciuto la pallavolo del sud per aver militato in compagini della Basilicata, della Puglia e della Sicilia. La ‘signora’ della pallavolo è anche mamma di due figlie che, manco a dirlo, giocano entrambe a pallavolo: Valentina,  attaccante di qualità, è ora a Trevi dopo essere cresciuta proprio a Narni e Vittoria che sta compiendo i suoi primi passi (che sono davvero passi da gigante) proprio in quella palestra dove allena la mamma. Essere mamma ed essere allenatrice dà a Cristina quella marcia in più che la rende autorevole in palestra quando impartisce ordini. Dopo l’autorevolezza come giocatrice che molti hanno conosciuta e che tutti le riconoscono, si sta affermando anche questa sua seconda qualità. Siamo certi che la ‘conquista’ della regione sia solo un ulteriore passo di una brillantissima carriera da tecnico iniziata cinque anni fa.
(fonte Pallavolo Narni)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 27, 2011 19:18
  • uno qualunque

    Finalmente decide il presidente Lo Murno . Ma Banella responsabile dei settori giovanili della Fipav Umbria è stato defenestrato? Forse perchè non ha portato Marco Paolini ?
    oppure come dice “Il Gattopardo” cambiare tutto per non cambiare niente. Ai posteri l’ardua sentenza .

  • Flavia

    D’accordissimo con Silvia!

  • annalisa federici

    Complimenti Cri!!! 😀

  • pato

    Mi dispiace veramente che si dicano certe cose riguardo i vecchi tecnici;ma se
    venivano lasciati fuori atleti meritevoli, con la stessa unita’ di misura, chi fa’ le scelte dei selezionatori? In base a cosa? Per cortesia chi ha poco a che fare con questo sport lasci perdere e quando a tempo vada a vedere cosa fanno questi due allenatori in palestra, si rendera’ conto che fanno due sport diversi.
    Il primo Sperandio, allena, l’altro intrattiene!Fuoco alle polveri

  • Nemesi

    Direi che Silvia ha sintetizzato perfettamente. Mi permetterei di augurarci che medesimo destino sia stato riservato all’intero vecchio staff non meno colpevole.

  • silvia

    Una buona notizia davvero! Ho seguito le ultime selezionali regionali, una delusione per chi ama lo sport! Gli interessi di bottega hanno prevalso su tutto e la selezione femminile non era certo il meglio che l’Umbria poteva offrire, piu’ di un atleta meritevole è rimasta fuori perchè non rientrava nei piani dei selezionatori o faceva parte di società di scarso rilievo. E questo a detta di molti. Sicuramente la Gargagli saprà fare meglio.

  • fuoco alle polveri

    ne da l’annuncio il Narni? e il CR che dice? e Sperandio che fine fa?