La Ediltermica Narni esulta alla prima ‘maratona’

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 16, 2011 10:51

La Ediltermica Narni esulta alla prima ‘maratona’

Marini Elisa

Elisa Marini

Alla fine la Ediltermica Narni ce l’ha fatta. Ma quanta fatica! Troppa per un sestetto che ha ancora nelle ossa l’adrenalina della categoria superiore. Che, si sa, è ben più forte di quella della serie B2. Il sestetto che sabato sera è sceso sul parquet del Pala-Gandhi di Narni Scalo, infatti, è lo stesso che un anno fa giocava in serie B1 retrocedendo, è vero, ma ‘condannato’ da una serie incredibile di gravissimi infortuni. Quel sestetto, ora, affronta il torneo minore opponendosi alle compagini romane e a quelle sarde e sabato sera, appunto, ha saggiato la grinta e la determinazione delle ragazze della Francia Latticini Cisterna. Formazione che milita da tempo in B2 e che in questa stagione sui presenta rinforzata grazie alla presenza di ex giocatrici di serie A2. Con una trascinatrice come la Tramontozzi, le laziali hanno vinto il primo set allungando nel finale quasi a voler dimostrare che sarebbero state in grado di passeggiare nel palazzetto narnese. Invece le rossoblu di Campana hanno saputo immediatamente puntualizzare non solo che loro erano le padrone di casa vincendo il secondo set per 25-15, ma anche che avevano un blasone da difendere. E così hanno messo a tacere le avversarie e stimolato la ola del pubblico vincendo anche il terzo con il punteggio di 25-21. Erano le rossoblu a passeggiare al Pala Gandhi tanto che il quarto set è presto arrivato al parziale di 17-9. Sembrava fatta. Ma proprio nel momento in cui le rossoblu lo hanno pensato, le laziali si sono trasformate in mastini e hanno trasformato le avversarie in pecorelle smarrite. Dal 17-9 si è passati al 19-22 per continuare punto a punto ma con le narnesi sempre ad inseguire. Fino al 22-25 finale. Delusione cocente l’essere costrette al tie-break, sia per il pubblico che per le rossoblu. Che pure hanno saputo dare fondo alle riserve di energia e con uno scatto d’orgoglio sono arrivate al cambio di campo con un vantaggio di due punti: 8-6. Continuando con la stessa progressione anche nella seconda parte del quinto set fino a chiudere sul 15-11. Alla fine Narni ce l’ha fatta. Grazie ad una super Marini (26 punti per lei), ad una Borelli che ha tratti ha dimostrato di saper volare (14 punti) e ad una Favoriti e una Quondam che hanno saputo mantenere i loro soliti livelli. Bene anche Andreani, Campana e Palomba. Sarebbe stata una serata da 30 e lode se non ci fosse stato quel mezzo set di addormentamento generale.
EDILTERMICA TERNANA NARNI – FRANCIA LATTICINI CISTERNA = 3-2
(21-25, 25-15, 25-21, 22-25, 15-11)
NARNI
: Marini 26, Borelli 14, Quondam 13, Favoriti 11, Palomba 8, Campana 1, Andreani (L1), Minutella, Romanelli, Troiani, Rosa, Testarella, Valenti (L2). All. Mario Campana.
CISTERNA
: Tramontozzi 23, Bardi 13, Motolese 10, Montini 10, Caporaso 7, Marocco 2, Marinelli (L), Zetini 5, Costanzi, Giuli, Andreol, Negri. All. William Droghei.
Arbitri: Antonio Scaramuzza e Gionata Spagnoletti.
(fonte Pallavolo Narni)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 16, 2011 10:51
  • Valentino Maccaglia

    Non ho visto la partita, quindi non posso entrare nel merito delle questioni, nè tantomeno dare ragione ad una parte oppure all’altra; d’altra parte, ognuno vede le cose dal suo punto di vista.Detto ciò, mi è piaciuto moltissimo quello che ha scritto Alessia, con il cuore oltre che con la testa, da vero capitano che rappresenta, difende e guida le compagne. Brava!!!!!

  • bea

    bè poco c’è da aggiungere a quello che già hanno scritto le mie compagne di squadra!!
    Condivido pienamente ciò che hanno detto, e vorrei ribadire che dopo due anni difficili non era facile ricominciare, e penso che sabato, al di la di qualche passaggio a vuoto, abbiamo fatto una bella gara,e ci saremmo aspettate che fosse messo in evidenza questo, proprio xchè dopo i due anni passati era ancora più difficile..

  • Jack

    Pienamente d’accordo, e aggiungerei che proprio per i due anni passati nella categoria superiore , anzi , per il modo in cui abbiamo passato due anni, questa prima partita sia stato un punto di (ri)partenza fondamentale ed entusiasmante per tutta la squadra, una squadra che come ha detto alessia ha saputo soffrire e combattere contro periodi bui. Per questo per la prima vittoria, oltretutto al 5′ set, di questa nuova stagione, forse ci aspettavamo un commento che ci potesse caricare, entusiasmare e far riprendere quella voglia di spaccare il pallone che purtroppo lo scorso anno cause di forza maggiore hanno tentato di toglierci…

  • Ale

    Buongiorno a tutti pallavolisti e non, queste mie righe partono da due punti importanti:
    Sono da anni il capitano del Narni e nel bene e nel male vado fiera di ciò, e di tutte le ragazze che in questi anni sono passate per questa squadra, ma soprattutto di questo gruppo che l’anno passato ha saputo soffrire e combattere e mi trovo oggi a proteggere e difendere questa sofferenza e questa voglia di combattere.
    Sono tantissimi anni che gioco forse troppi qualcuno potrebbe anche dire, ma con questa maglia e per questa maglia ho spesso detto no a offerte proprio perché per me è diventata una bandiera da difendere e onorare.
    Ho letto l’articolo. E non mi trovo d’accordo con l’atteggiamento che è stato usato nei confronti della squadra… ancora una volta !!!!!
    In questo momento abbiamo bisogno di partire bene, di essere tutti uniti in un unico obiettivo … vincere, e il sostegno dei nostri dirigenti è opportuno e necessario.
    Abbiamo faticato perché ancora alcuni meccanismi sono da limare, alcune atlete me per prima, non sono al top (e nemmeno ai soliti livelli) ma si può aspettare anche qualche altra partita per criticare.
    In azienda il leader deve essere d’esempio, deve saper dosare la carota ed il bastone, deve parlare ma soprattutto ascoltare … Bene cominciamo a fare tutti quanti questi piccoli passi ma… tutti insieme trovando la soluzione…….
    Non solo il problema.
    ALESSIA