Una Gherardi Svi Città di Castello trionfale

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 2, 2011 20:57

Una Gherardi Svi Città di Castello trionfale

Città di Castello - Reggio Emilia

un momento della partita di serie A2 maschile tra Città di Castello e Reggio Emilia

L’esordio casalingo porta subito un bel 3-0 per la Gherardi Svi Città di Castello che batte nettamente la Edilesse Conad Reggio Emilia e si porta a quota 5 in classifica dopo due partite. La gara ha visto Rosalba e compagni giocare con grande grinta e determinazione, ha messo in luce un Giombini in grande spolvero (19 punti e 70% in attacco) e un concreto Lehtonen (78% e 9 punti ). Il tutto è avvenuto in mezzo al continuo incitamento della curva ‘Seconda Giovinezza’ che è stata il settimo uomo in campo. Per Reggio Emilia, senza Casadei e Aurelio, si tratta della seconda battuta d’arresto della stagione. Il primo punto è di Noda Blanco poi l’Edilesse si porta sul 2-4 con Ippolito ma Visentin non ci sta e mura lo stesso attaccante emiliano (5-4). Reggio Emilia soffre e il muro di Lehtonen sulla pipe di Gallotta esalta la tifoseria e manda tutti al primo time out tecnico (8-5). Un guizzo a muro di Inserra (in campo al posto del brasiliano Aurelio che aveva giocato la prima contro Segrate) riporta in parità la contesa (9-9); subito Di Benedetto a muro su Inserra e Giombini rimettono le cose a posto (13-10).  Hugo Conte chiama time out e al rientro Ippolito attacca out per il 15-11 e Noda Blanco firma il diagonale vincente del 16-12. I biancorossi filano via anche grazie ad un errore in attacco di Inserra (19-13) e successivamente l’Edilesse recupera un punto (19-15) ma ci pensa Lehtonen a ristabilire le distanze (20-15). I ragazzi di Conte non mollano (20-17) ma è ancora il finlandese a regalare quattro palle set ai biancorossi che non sfruttano la prima, punto di Luppi, e concretizzano la seconda con un mani out di Giombini (25-21). In avvio di secondo set l’Edilesse va sullo 0-2 ma il vantaggio è effimero perché la Gherardi Svi è in palla e rimonta immediatamente (4-3), volando poi sul 6-3 per un’incomprensione in attacco dei giallo neri (6-3). Conte prova a fermare l’allungo tifernate con il time out che consente al sestetto emiliano di recuperare due lunghezze (6-5). Al primo time out tecnico i biancorossi sono avanti 8-6 ma vengono raggiunti dall’ace di Ippolito (10-10) e superati (10-11). Il vantaggio ospite dura poco perché al secondo time out tecnico i ragazzi di Radici sono avanti 16-15 (muro di Lehtonen). Noda Blanco inchioda Tondo (17-15) poi Bigarelli, in campo per il cambio under 23 con Tondo, sbaglia il servizio e Luppi tira out il primo tempo del 19-16. Sul 22-19 va in campo per il servizio Cristian Vigilante, decisivo a Molfetta, al posto di capitan Rosalba ma fallisce la battuta. Poco male perché Giombini tira forte sul muro ospite per il 24-21 ma Luppi a muro tenta l’aggancio (24-23). Con la palla precisa sulla battuta di Bigarelli, Visentin cerca e trova Noda Blanco che sigla il 25-23 finale. Ancora due punti consecutivi di Reggio Emilia in avvio di terzo set (0-2). Questo allungo iniziale condiziona la frazione fino al time out tecnico (6-8) ma i tifernati sono in partita (10-10). Il sorpasso è firmato Giombini (12-11) , il controsorpasso da Inserra a muro (14-15). Andrea Radici mette in campo Piano per Di Benedetto e Città di Castello si riavvicina (16-17) e pareggia (18-18) grazie a una schiacciata in rete di Ippolito. Visentin si fa sentire a muro (21-20), Gallotta sbaglia la pipe (22-20) e il Pala-Ioan diventa una bolgia. Rosalba mura la pipe di Gallotta e ci sono quattro match point per i biancorossi: ne basta uno perché Visentin sigla il terzo muro personale della serata e chiude il match. Al termine della gara la curva ‘Seconda Giovinezza’ ha tributato grandi applausi e un saluto particolare all’ex di turno, Orduna, che è stato premiato anche a inizio gara con una targa e con la sciarpa biancorossa per la sua militanza nelle fila di Città di Castello. Il commento di Sergio Noda Blanco: «Sono contento dei miei punti, della partita che abbiamo fatto, la vittoria ci voleva alla prima in casa. C’è ancora da sistemare qualcosa però questa vittorie danno fiducia, ora andiamo a Santa Croce per cercare di portare a casa qualcosa».
GHERARDI SVI CITTA’ DI CASTELLO – EDILESSE CONAD REGGIO EMILIA = 3-0

(25-21, 25-23, 25-21)
CITTA’ DI CASTELLO
: Giombini 19, Noda Blanco 17, Lehtonen 9, Rosalba 7, Di Benedetto 6, Visentin 3, Romiti (L), Vigilante, Piano. N.E. – Marini, Dordei, Sartoretti, Nardi. All. Andrea Radici.
REGGIO EMILIA
: Ippolito 17, Gallotta 11, Inserra 10, Tondo 6, Luppi 5, Orduna 1, Peli (L), Rigoni, Dall’Olio, Bigarelli. N.E. – Aurelio, Goi. All. Hugo Conte.
Arbitri: Gianluca Cappello (SR) e Marco Zavater (RM).
Città di Castello (b.v., b.s. 9, muri 10, errori 5).
Reggio Emilia (b.v. 1, b.s. 3, muri 7, errori 11).
(fonte Città di Castello Pallavolo)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 2, 2011 20:57